Apple presenta il nuovo Mac mini con il chip M1: più prestazioni in poco spazio

Apple presenta il nuovo Mac mini con il chip M1: più prestazioni in poco spazio

Apple Mac mini con chip Apple M1 è la nuova generazione di computer compatti della società di Cupertino. Qui inizia il cammino diviso da Intel per quanto riguarda la parte hardware che punta sulle prestazioni e sull'efficienza.

di pubblicata il , alle 20:15 nel canale Apple
ApplemacOSIntel
 

A Marzo c'era stato l'ultimo aggiornamento alle configurazioni degli Apple Mac mini da parte della società di Cupertino. Ma con i test delle nuove configurazioni mostrare in alcuni leak, era logico aspettarsi qualcosa di nuovo anche durante l'evento di questa sera (ora italiana). E così arriva il nuovo Apple Mac mini con il chip Apple M1 in grado di rivoluzionare la produttività.

apple mac mini

Nuovi Apple Mac mini con Apple M1

Cosa cambia quindi con l'introduzione di questi nuovi modelli? Ovviamente non poteva cambiare il fattore di forma che caratterizza il nome stesso. Quindi ci troviamo di fronte a una soluzione compatta in grado però di rinnovare il livello di prestazioni rispetto alla versione con processori Intel e ovviamente rispetto anche alla concorrenza basata su SO Windows.

apple

Il nuovo Mac mini di Apple con il chip M1 può contare su prestazioni tre volte superiori rispetto alla precedente versione quad-core, il tutto con un consumo irrisorio. Non solo sono aumentate le prestazioni della parte CPU ma anche quelle dedicate alla grafica (integrata nello stesso chip) che può arrivare fino a sei volte le prestazioni della precedente generazione.

Ricordiamo che il SoC M1 è basato su un'architettura ARM personalizzata da Apple (un po' come avviene per iPhone e iPad da tempo) e può contare su otto core (quattro per le massime prestazioni, quattro gestire carichi minori), otto sono anche i core della sezione GPU. Anche la parte di Machine Learning, con una sezione a 16 core, è stata migliorata con prestazioni fino a 15 volte superiori rispetto alla precedente generazione.

mac mini

Durante l'evento, la società ha puntato ancora una volta sul ribadire il concetto che un Mac mini riesce a esprimere grandi potenzialità in un piccolo spazio (stando ad Apple: cinque volte le prestazioni in un decimo dello spazio occupato dal PC Windows più venduto nella stessa fascia di prezzo).

Compattezza è la parola d'ordine per Apple

Questo significa, sempre secondo la società, poter svolgere operazioni che vanno da quelle tipicamente SoHo a compilare codice, registrare e fare editing musicale, video ma anche giocare.

apple

La compattezza del sistema però non ha comunque permesso di renderlo passivo. Infatti è presente una piccola ventola che entra in funzione quando necessario per espellere aria calda dall'interno dello chassis facendone entrare di nuova, più fresca.

Nella zona posteriore troviamo poi la dotazione di porte. Il nuovo Apple Mac mini 2020 può contare su una porta Ethernet, due porte USB 4 con supporto a Thunderbolt, due porte USB tipo A, un jack da 3,5 mm e un'uscita HDMI 2.0 alla quale poter collegare anche un monitor Apple Pro XDR supportando la risoluzione 6K. Non manca il Wi‑Fi 6 802.11ax per la connettività wireless.

mac

La memoria RAM di base è pari a 8 GB ma può essere richiesta la versione con 16 GB. Per quanto riguarda invece lo storage, esistono due versioni da 256 GB e 512 GB (configurabili anche con opzioni da 1 TB o 2 TB). Le dimensioni sono pari a 197 x 197 x 36 mm con un peso di circa 1,2 Kg.

Il prezzo? Appe Mac mini nella versione con chip M1 è disponibile in Italia a partire da 819 euro mente la versione con il doppio della capacità di storage (512 GB) è pari a 1049 euro. A titolo di confronto, la versione con Intel con CPU esacore Core i5, 8 GB di RAM e 512 GB di storage viene venduta a 1359 euro.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Vash_8510 Novembre 2020, 20:31 #1
edited
unnilennium10 Novembre 2020, 20:54 #2
sarebbe bello capire di quale pc windows di pari prezzo stanno parlando, perchè al di là delle ottimizzazioni per ridurre i consumi, parliamo di un modello "più venduto" che non so cosa voglia dire... ho visto arm su windows e so che l'ottimizzazione software è il punto critico, apple farà decisamente meglio,ma la potenza effettiva, almeno sui desktop, è un'altra cosa... con 1500€ esce un bel mostrillo... e nache i preassemblati montano intel serie 9 o ryzen, mica celeron
igiolo10 Novembre 2020, 21:12 #3
Originariamente inviato da: unnilennium
sarebbe bello capire di quale pc windows di pari prezzo stanno parlando, perchè al di là delle ottimizzazioni per ridurre i consumi, parliamo di un modello "più venduto" che non so cosa voglia dire... ho visto arm su windows e so che l'ottimizzazione software è il punto critico, apple farà decisamente meglio,ma la potenza effettiva, almeno sui desktop, è un'altra cosa... con 1500€ esce un bel mostrillo... e nache i preassemblati montano intel serie 9 o ryzen, mica celeron


per l'autonomia ci credo
l'architettura big.LITTLE da vantaggi non indifferenti, e son chip NATI per consumare poco, non sono le versioni depo di cpu desk
come potenza grezza, a meno di calcoli specifici, sono scettico
saranno superiori si, ma non di enne volte
baruk11 Novembre 2020, 01:16 #4
Come per i modelli con Intel, sarà completamente "chiuso" a qualsiasi upgrade o sostituzione di Ram/HD, quindi poco pratico in ottica futura. Leggo che M1, slmeno per ora, non avrà compatibilità con schede grafiche esterne, e ciò mi rende dubbioso su come opereranno con i modelli desktop pro.
Vul11 Novembre 2020, 08:25 #5
Avete visto i benchmark di Anandtech?

A14, batte TUTTE le cpu Intel ed e` dietro in media solo al 5950x :o

Che Intel fosse alla frutta ormai si era capito gia` da qualche anno, ma vedere anche cpu ARM prendere a schiaffi x86 e` assurdo.

https://www.anandtech.com/show/1622...1-a14-deep-dive
porradeiro11 Novembre 2020, 08:52 #6
Bel colpo per apple. Non vedo l'ora di liberarmi delle stufette intel.
AlexSwitch11 Novembre 2020, 09:02 #7
Originariamente inviato da: baruk
Come per i modelli con Intel, sarà completamente "chiuso" a qualsiasi upgrade o sostituzione di Ram/HD, quindi poco pratico in ottica futura. Leggo che M1, slmeno per ora, non avrà compatibilità con schede grafiche esterne, e ciò mi rende dubbioso su come opereranno con i modelli desktop pro.


Nel modello Intel, ancora in listino in una sola configurazione, la Ram può essere espansa anche dopo l'acquisto visto che è montata su socket.

Comunque il vero problema di questi primi Mac AS non è tanto la possibilità di espander la memoria ( sull'Air e su i MBP era impossibile anche prima ), ma il quantitativo di memoria massimo di memoria supportata.

Se 8 GB bastano e avanzano su un MBA/MBP per un uso tranquillo e casalingo, 16 GB possono diventare un collo di bottiglia per chi deve affrontare carichi di lavoro più impegnativi. Infatti aspetto le prime recensioni serie e non basate su benchmark sintetici per vedere come questi Mac, soprattutto il Mini e il MBP, si comportino. Al momento, impressione post presentazione, questi due Mac con M1 mi sembrano un downgrade rispetto ai modelli Intel, soprattutto il Mini.
Vul11 Novembre 2020, 09:31 #8
Come fanno ad essere un "downgrade"?

Le cpu intel nei mbp e nei mac mini sono dei catorci e questo A14 batte la cpu desktop da 600 euro di Intel.
AlexSwitch11 Novembre 2020, 09:40 #9
Originariamente inviato da: Vul
Come fanno ad essere un "downgrade"?

Le cpu intel nei mbp e nei mac mini sono dei catorci e questo A14 batte la cpu desktop da 600 euro di Intel.


Il downgrade è nel fatto che nei Mac M1 non si va oltre i 16GB di ram.
Pochi o insufficienti per chi deve affrontare carichi di lavoro gravosi. Inoltre, a differenza dei modelli Intel del Mini, non è possibile espandere la ram aftermarket.
Inoltre non si ha il supporto alle GPU esterne via Thunderbolt ed hanno tagliato sull'I/O ( nessuna opzione per Ethernet a 10 Gbit ).

Quindi, prestazioni di calcolo a parte, è un downgrade o, se vuoi, un riposizionamento di fascia.
HwWizzard11 Novembre 2020, 09:55 #10
Originariamente inviato da: AlexSwitch
Il downgrade è nel fatto che nei Mac M1 non si va oltre i 16GB di ram.
Pochi o insufficienti per chi deve affrontare carichi di lavoro gravosi. Inoltre, a differenza dei modelli Intel del Mini, non è possibile espandere la ram aftermarket.
Inoltre non si ha il supporto alle GPU esterne via Thunderbolt ed hanno tagliato sull'I/O ( nessuna opzione per Ethernet a 10 Gbit ).

Quindi, prestazioni di calcolo a parte, è un downgrade o, se vuoi, un riposizionamento di fascia.


Per le GPU probabile che non ci siano GPU esterne compatibili con ARM?
Per la 10Gbit TB ha banda sufficiente quindi potrebbe uscire un adattatore.
Siamo alla prima gen quindi ovvio che non tutto poteva essere disponibile subito, ma i casi che hai elencato credo coprano il 10% dell'utenza.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^