Apple, i Mac mini ARM nelle mani degli sviluppatori: i primi test fanno sfigurare Microsoft e Qualcomm

Apple, i Mac mini ARM nelle mani degli sviluppatori: i primi test fanno sfigurare Microsoft e Qualcomm

Gli sviluppatori di software per macOS stanno ricevendo i primi Mac mini sperimentali con chip A12Z. I primi test, seppur svolti in emulazione, rivelano una buona potenza del chip e mettono in cattiva luce il Surface Pro X, basato su chip Microsoft SQ1 derivato dallo Snapdragon 8cx.

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Apple
Apple
 

Alla recente WWDC 2020 Apple ha annunciato l'addio a Intel per i propri Mac in favore dei processori progettati in casa, basati su architettura ARM. La transizione richiederà due anni e per agevolare il mondo degli sviluppatori nel portare le loro soluzioni sulla nuova piattaforma, l'azienda ha creato un Mac mini modificato al cui interno trovano spazio un SoC A12Z, 16 GB di RAM e un SSD da 512 GB.

Alcuni sviluppatori stanno già ricevendo i "Developer Transition Kit" e di conseguenza in rete sono subito apparsi una serie di test su Geekbench 5, in cui il kit di sviluppo raggiunge punteggi di circa 835 in single-core e circa 2800 punti in multi-core. I punteggi sono relativi se li si guarda da un punto di vista concreto, infatti i futuri Mac probabilmente non avranno questo chip a bordo ma qualcosa di più evoluto.

I risultati sono più bassi di quelli registrati su iPad Pro, ma non deve sorprendere: Geekbench 5 funziona in emulazione tramite Rosetta 2 sul Developer Transition Kit (per giunta su una versione di macOS in via di sviluppo), mentre gira nativamente sul tablet dove totalizza 1120 punti in single-core e 4650 punti in multi-core. Ciò che colpisce sono i risultati rispetto ad altri sistemi.

Un MacBook Air entry-level con CPU Intel Core i3-1000NG4 raggiunge 1083 punti in single-core e 2246 punti in multi-core. Il Core i3 è un dual dual-core, ed è per questo che il test multi-core è così basso, e lo stesso notebook con CPU Core i5 quad-core arriva a 1152 punti in single-core e 3841 in multi-core.

Ciò che però sta facendo più discutere in rete sono però i punteggi confrontati con il Surface Pro X, prodotto equipaggiato con chip Microsoft SQ1, un SoC personalizzato basato sul Qualcomm Snapdragon 8cx e frequenze più alte. Il chip di "Microsoft - Qualcomm" totalizza 765 punti in single-core e 2985 punti in multi-core, il che è abbastanza "deprimente" se si pensa che il test gira nativamente sul Surface Pro X - anche se a 32 bit - e in emulazione sul kit.

Leggi anche: Apple Silicon: secondo l'ex capo Windows "è una delle più notevoli ingegnerizzazioni di prodotto della storia"

La speranza è che questo paragone pungoli Qualcomm e Microsoft a fare di più nel settore dei chip ARM per Windows, al fine di migliorare sia l'hardware che il software. Evidentemente finora non ci hanno creduto davvero. Non c'è ragione di credere che Apple sia l'unica realtà a poter gestire una transizione da x86 ad ARM in modo egregio, perciò è imperativo uno scatto in avanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dwfgerw30 Giugno 2020, 10:53 #1
Forse in molti ancora non si rendono conto della portata dell'annuncio e dei risvolti nei prossimi anni. La resilienza e la strategia portata avanti negli anni da Apple ha veramente dell'invidiabile.. Sono partiti oltre 10 anni fa, ed ora sono in grado di realizzarsi tantissimi sistemi e sottosistemi in casa completamente custom fino ad approdare nel mac. Non a caso il primo chip mobile a 64bit è arrivato prima degli altri in iPhone, e gia anni fa la stessa azienda parlava di "Desktop class architecture".
Questo mac mini monta un chip da oltre 10 miliardi di transistor (A12X è stato presentato con questi numeri), vedremo i primi chip a 5nm pensati per Mac. Intel ha perso molto in termini di immagine..E' ferma al palo da anni..
FirePrince30 Giugno 2020, 10:55 #2
Senza parlare del fatto che il developer kit al momento usa solo 4 degli 8 core disponibili, che che molto probabilmente i modelli che commercializzeranno saranno basati non su un chip per iPad ma si qualcosa con meno limiti termici.
pengfei30 Giugno 2020, 11:01 #3
In che senso gira nativamente sul surface pro x? non mi pare esista geekbench nativo per windows on arm.
Certo sono estremamente curioso di vedere le prestazioni dei primi macbook con ARM, già sembrano competitive con un chip per tablet di due anni fa, figuriamoci con core da A14 a 5nm, vista così non ci scommetterei soldi che non andranno più veloci degli intel consumando meno emulando l'x64, sarebbe una bella scossa al mercato, pur essendo io tendenzialmente anti apple per la chiusura mi farebbe gola una cosa tipo un ipad pro con macos, dockabile ad una postazione fissa
Alfhw30 Giugno 2020, 11:02 #4
Va bene che l'A12 è un gran bel chip e che Geekbench girava in emulazione però confrontarlo con un misero Intel Core i3-1000NG4 dual core non ha molto senso. Un top di gamma Arm va confrontato con un top di gamma x86 altrimenti non si capisce niente di quale sia la piattaforma migliore.
recoil30 Giugno 2020, 11:03 #5
Originariamente inviato da: FirePrince
Senza parlare del fatto che il developer kit al momento usa solo 4 degli 8 core disponibili, che che molto probabilmente i modelli che commercializzeranno saranno basati non su un chip per iPad ma si qualcosa con meno limiti termici.


ho letto che ha anche un clock più basso rispetto al A12 originale che c'era su iPad Pro
i SoC che vedremo sui Mac comunque saranno ben diversi, chiaramente non è che siccome c'è più dissipazione automaticamente fanno il miracolo ma ragionevolmente ci si può aspettare qualcosa in più, senza contare che questo è un processore presentato nel 2018

mi sarei aspettato di peggio, però non so quanto senso abbiano questi benchmark adesso
come già dicevo altrove se completano la transizione a ARM in 2 anni o sono fuori di testa o hanno qualcosa di molto performante in serbo per i Mac e quindi si sentono tranquilli, anche se molto dipende dagli sviluppatori perché le prestazioni top le avranno solo sulle app ricompilate e lì devono solo sperare che le sw house ci si buttino a capofitto
pabloski30 Giugno 2020, 11:13 #6
Originariamente inviato da: Alfhw
Va bene che l'A12 è un gran bel chip e che Geekbench girava in emulazione però confrontarlo con un misero Intel Core i3-1000NG4 dual core non ha molto senso. Un top di gamma Arm va confrontato con un top di gamma x86 altrimenti non si capisce niente di quale sia la piattaforma migliore.


Quello presente nel devkit non è di sicuro il top di gamma. E' solo il SoC di un iPad, buttato lì per cominciare a dare qualcosa agli sviluppatori.

Difficile che troveremo quel chip nei macbook pro. Forse negli air, ma nemmeno è detto.

Inoltre quel test è stato fatto con 4 degli 8 core attivi. Quindi quasi la metà della potenza effettiva del SoC.

Ma comunque, ripeto, che non sono quelli i chip che vedremo nei pc Apple.
Svelgen30 Giugno 2020, 11:14 #7
Umh...sarà interessante e curioso vedere qualcosa di definitivo all'opera.
Ma per ora, i rumors lasciano trapelare che la Apple con questo ARM faccia il botto.
La mia preoccupazione è che l' hype aumenta, e con esso aumenteranno esponenzialmente anche i prezzi...
Alfhw30 Giugno 2020, 11:22 #8
Originariamente inviato da: pabloski
Quello presente nel devkit non è di sicuro il top di gamma. E' solo il SoC di un iPad, buttato lì per cominciare a dare qualcosa agli sviluppatori.

Difficile che troveremo quel chip nei macbook pro. Forse negli air, ma nemmeno è detto.

Inoltre quel test è stato fatto con 4 degli 8 core attivi. Quindi quasi la metà della potenza effettiva del SoC.

Ma comunque, ripeto, che non sono quelli i chip che vedremo nei pc Apple.

D'accordo, ma l'A12Z non è certo un basso gamma come l'Intel Core i3-1000NG4 con 2 core. Se non è un top gamma allora è un quasi top gamma. Inoltre Geekbench non è il più affidabile dei benchmark. Con gli iPhone è sempre abbastanza generoso, poi facendo real world test la differenza con gli Android è molto inferiore.
Sicuramente i chip Apple saranno potenti ma i confronti vanno fatti tra top di gamma e usando real world test altrimenti non si capisce niente. Poi se veramente questi Arm riusciranno a competere con gli x86 top di gamma allora ben venga. Più concorrenza c'è e meglio è per noi.
canislupus30 Giugno 2020, 11:28 #9
Originariamente inviato da: Svelgen
Umh...sarà interessante e curioso vedere qualcosa di definitivo all'opera.
Ma per ora, i rumors lasciano trapelare che la Apple con questo ARM faccia il botto.
La mia preoccupazione è che l' hype aumenta, e con esso aumenteranno esponenzialmente anche i prezzi...


A me al di là della potenza bruta, interessa conoscere COSA si potrà far girare.
Se non vi sarà particolare interesse a ricompilare tutto per ARM, si rischia di avere un bel prodotto... che però rimarrà solo a fare polvere...
domthewizard30 Giugno 2020, 11:33 #10
il punto non è quanto riesce a fare apple (che ci lavora da parecchio, brava ecc. ecc.) ma quanto fa schifo windows on arm

bisognerebbe fare il confronto con le cpu intel, sono quelle il pomo della discordia

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^