Privacy violata?

Privacy violata?

Il garante della privacy contesta alcune norme italiane secondo le quali i gestori di telefonia mobile sarebbero obbligati ad archiviare dati per un periodo di 5 anni

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:42 nel canale Uncategorized
 

Pubblicato su Il Nuovo un interessante articolo che parla del modo in cui, secondo il garante della privacy Stefano Rodotà, alcune normative italiane in merito all'archiviazione dei dati nei database delle aziende telefoniche, violerebbero, di fatto, la privacy del cittadino.

Leggiamo una parte dell'articolo:

"[...] La legislazione italiana – unica al mondo – impone agli operatori la registrazione e la conservazione dei dati sul traffico per ben 5 anni. "Questa situazione – commenta Rodotà - è del tutto anomala. In nessun Paese il termine legale di conservazione supera l'anno, e quindi non esistono banche dati sul traffico telefonico". In Italia è dunque possibile ricostruire "analiticamente l'intera rete delle relazioni, delle preferenze e degli spostamenti di ogni cittadino", denuncia il Garante. E alcuni gestori "in base ad improprie interpretazioni della legge di magistrati", sono indotti a conservare i dati addirittura per 10 anni. Rodotà non ignora l'utilità dei dati tlc ai fini delle indagini della magistratura ma, avverte, "bisogna effettuare sempre una valutazione di proporzionalità sociale". [...]"

E' possibile leggere l'articolo completo a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^