iPhone X: i primi benchmark lo classificano più veloce del MacBook e di tutti i device Android

iPhone X: i primi benchmark lo classificano più veloce del MacBook e di tutti i device Android

Arrivano i primi test sulla potenza reale del nuovo iPhone X presentato da Apple. I benchmark segnano risultati da record e lo smartphone di Cupertino supera in velocità i MacBook ma anche tutti i telefoni Android della concorrenza. Ecco i risultati.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 19:21 nel canale Apple
AppleiPhone
 

iPhone X non sembra essere solo il primo smartphone di Cupertino con display completamente borderless ma anche il più veloce e potente in assoluto e non solo nei confronti della vecchia generazione di iDevice ma anche nei confronti della concorrenza Android come anche dei notebook. Secondo i primi risultati di benchmark, infatti, il nuovo iPhone presentato ieri durante il Keynote in quel di Cupertino ha raggiunto valori sulla piattaforma GFXBench che nessuno ancora aveva mai raggiunto neppure con un MacBook.

I numeri parlano da soli visto che il nuovo iPhone X di Apple ha totalizzato nelle prove su GFXBench un punteggio pari a 4095 nel test in single-core e ben 9959 nel test in multi-core. Valori elevati che gli altri competitor non sono riusciti a fare seppure con maggiori memorie RAM e processori Octa-Core o addirittura Deca-Core. In questo caso per capire la differenza con gli altri top di gamma non possiamo che confrontare i risultati del nuovo iPhone X con i vari Galaxy S8 di Samsung ma anche OnePlus 5 o Huawei P10. Tutti vengono battuti e non di poco dallo smartphone di Apple:

  • OnePlus 5 ha totalizzato 1932 in Single-Core e 6495 in Multi-Core
  • Huawei P10 ha totalizzato 1865 in Single-Core e 5932 in Multi-Core
  • Samsung Galaxy S8 ha totalizzato 2024 in Single-Core e 6279 in Multi-Core

In questo caso però non solo gli smartphone Android sono stati battuti ma addirittura il nuovo A11 Bionic realizzato da Apple è riuscito a raggiungere valori superiori ad iPad Pro da 10.5 come anche ai vari MacBook Air e MacBook Pro da 13 pollici. In questo caso i numeri parlano di un sorpasso di iPhone X di poco nei test in multi-core ma comunque lo smartphone si è contraddistinto per una maggiore velocità.

In questo caso l'iPad Pro 10.5 ha totalizzato un punteggio di 3558 in Single-Core ed un 9133 in Multi-Core. Per quanto riguarda invece il MacBook Air del 2017 ha raggiunto in Single-Core un punteggio di 3126 mentre in Multi-Core ha totalizzato 5935. Infine il MacBook Pro da 13 pollici con un Intel Core i5 del 2017 è riuscito a raggiungere in Single-Core un punteggio di 4342 mentre in Multi-Core ha totalizzato 9194.

Inevitabile affermare dunque che iPhone X sia effettivamente l'iPhone più potente di sempre anche se è chiaro che i numeri non sempre dicono la verità su di un device ma solo le prove su campo tutti i giorni e soprattutto con l'uso che gli utenti ne faranno. Di fatto il nuovo processore A11 Bionic realizzato da Apple con processo produttivo a 10nm sembra aver posto le premesse per risultati decisamente importanti in termini di potenza ma anche di risparmio energetico visto che a livello pratico i sei Core lavoreranno in modo indipendente con quattro Core per la parte basica ad alte prestazioni e due Core supplementari in caso di necessità.

99 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eddie8113 Settembre 2017, 19:31 #1
Wow. Con tutta quella potenza, mi chiedo quale sia il numero totale di "faccine" visualizzabili contemporaneamente nella chat di whatsapp.
Cappej13 Settembre 2017, 19:45 #2
Ohhhh finalmente! posso buttare via il Mac! era l'ora!









gd350turbo13 Settembre 2017, 19:56 #3
Ohi...

Sai con tale potenza quanti tag in più riesci a fare ?

1359 !

Italia 113 Settembre 2017, 20:08 #4
Esteticamente non è affatto male, mi piace stavolta... Almeno si differenzia un pò dagli altri. Il 6 ed il 7 erano facili da confondere con altri android, mentre rimango sempre affascinato dalla linea del 5 e 5s. Per quanto riguarda la potenza, all'utente medio gliene frega ben poco: l'importante è mostrarlo non per reale necessità, ma perchè cosi può dire "io c'ho l'aifone"
Surrucagnolo13 Settembre 2017, 20:17 #5
Si ma con quel design di bordi bombati che sembra un gommone per profoghi...
digmedia13 Settembre 2017, 20:53 #6
a me del telefono frega zero, invece le prestazioni dell'A11
lasciano ben sperare che in un futuro non troppo lontano,
dispositivi come l'ipad pro potrebbero diventare interessanti
per la creazione di contenuti audio/video (in realtà per l'audio
già bastano quelli attuali).
Ora devono assolutamente rivedere ios, perchè altrimenti ci troviamo
nella situazione di avere hardware potente e un s.o. che non è in
grado di valorizzarlo.
Carlo Pravettoni13 Settembre 2017, 20:55 #7

Geni di Cupertino

A Cupertino ci sono dei veri geni, sempre piu' rapidamente.
Prima hanno fatto registrare tutti gli utenti col loro nome.
Poi hanno preso l'impronta digitale. Adesso hanno anche la foto del loro viso.

Il deretano dell'utente lo hanno invece gia' da tempo immemore.
alessio.9113 Settembre 2017, 21:01 #8
Originariamente inviato da: Carlo Pravettoni
A Cupertino ci sono dei veri geni, sempre piu' rapidamente.
Prima hanno fatto registrare tutti gli utenti col loro nome.
Poi hanno preso l'impronta digitale. Adesso hanno anche la foto del loro viso.

Il deretano dell'utente lo hanno invece gia' da tempo immemore.


Fino a prova contraria impronte e foto rimangono nello smartphone.
mattewRE13 Settembre 2017, 21:10 #9
Originariamente inviato da: alessio.91
Fino a prova contraria impronte e foto rimangono nello smartphone.


Avrà sbagliato sbagliato sito. Quelle genialate si leggono nei commenti de Il Fatto Quotidiano o sulle pagine Facebook dei terrapiattisti.
Eiger_/\_13 Settembre 2017, 21:41 #10
Originariamente inviato da: digmedia
a me del telefono frega zero, invece le prestazioni dell'A11
lasciano ben sperare che in un futuro non troppo lontano,
dispositivi come l'ipad pro potrebbero diventare interessanti
per la creazione di contenuti audio/video (in realtà per l'audio
già bastano quelli attuali).
Ora devono assolutamente rivedere ios, perchè altrimenti ci troviamo
nella situazione di avere hardware potente e un s.o. che non è in
grado di valorizzarlo.


quoto!

Originariamente inviato da: alessio.91
Fino a prova contraria impronte e foto rimangono nello smartphone.


Vabbè dai...quello che si preoccupa delle impronte e della foto memorizzate nell' enclave del telefono lo troverai sempre.
Poi però chissà quante volte in un anno gli chiedono i documenti per fare una fotocopia e non si chiede che fine possano fare.
Preferisco fidarmi di un chip dove i miei dati sono criptati piuttosto che di una fotocopia che viene archiviata in qualche ufficio e dove può accederci chiunque.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^