AMD Radeon RX Vega 64 e Radeon RX Vega 56 in test

AMD Radeon RX Vega 64 e Radeon RX Vega 56 in test

Giunge in commercio la scheda Radeon RX Vega 64, la prima con GPU Vega destinata al mercato dei videogiocatori. Ad un prezzo di 499 dollari si scontra direttamente con la scheda GeForce GTX 1080 di NVIDIA, affiancata dal modello Radeon RX Vega 56 che a 399 dollari è concorrente di GeForce GTX 1070 e giungerà sul mercato tra qualche settimana. Vediamone caratteristiche e prestazoni a confronto con le concorrenti NVIDIA

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Schede Video
AMDRadeonVegaNVIDIAGeForce
 

Le prime 3 schede Radeon RX Vega in commercio

In questa estate ricca di annunci di nuove soluzioni hardware sono trascorsi solo pochi giorni dal debutto commerciale dei processori Ryzen Threadripper, che abbiamo analizzato in dettaglio in questo articolo. Quest'oggi, 14 agosto, non è di certo una giornata che vede molti impegnati al lavoro: un lunedì di piena estate che per giunta precede la giornata di Ferragosto. Ma proprio da quest'oggi AMD mette in vendita le prime schede video della famiglia Radeon RX Vega che giusto 16 giorni fa ha ufficialmente annunciato in occasione dell'evento Capsaicin tenuto a Los Angeles durante Siggraph.

[HWUVIDEO="2392"]AMD Radeon RX Vega 64 e Radeon RX Vega 56, finalmente![/HWUVIDEO]

Non sono queste le prime schede presentate da AMD ad essere basate su GPU della famiglia Vega. Alla fine del mese di giugno AMD aveva avviato le vendite delle schede Radeon Vega Frontiers Edition in versioni con raffreddamento ad aria e a liquido: sono schede basate su GPU Vega ma non dei prodotti destinati specificamente ai videogiocatori, che rientrano sotto il cappello delle schede Radeon RX Vega. Da quest'oggi è in vendita la scheda Radeon RX Vega 64, il modello top di gamma, nelle versioni con raffreddamento ad aria e con kit a liquido; nel corso delle prossime settimane, presumibilmente dai primi di settembre, saranno in vendita anche le schede Radeon RX Vega 56 posizionate su un segmento di prezzo leggermente più basso. Vediamone in dettaglio le specifiche tecniche raccolte nella tabella seguente:

CPU

Radeon RX Vega 64
Liquid Cooled Edition
Radeon
RX Vega 64
Radeon Vega Frontier
Liquid Cooled Edition
Radeon Vega
Frontier Edition
Radeon
RX Vega 56

Next Gen Compute Unit

64 64 64 64 56
Stream processors 4.096 4.096 4.096 4.096 3.584

Base clock GPU

1.406MHz 1.247MHz 1.382MHz 1.382MHz 1.156MHz
Boost clock GPU 1.677MHz 1.546MHz 1.600MHz 1.600MHz 1.471MHz
Clock massimo 1.750MHz 1.630MHz ? ? 1.590MHz
Memory Bandwidth 484GB/s 484GB/s 484GB/s 484GB/s 410GB/s
Peak SP Performance 13,7TFLOPS 12,66TFLOPS 13,1TFLOPS 13,1TFLOPS 10,5TFLOPS
Peak HP Performance 27,5TFLOPS 25,3TFLOPS 26,2TFLOPS 26,2TFLOPS 21TFLOPS
High Bandwidth Cache 8GB 8GB 16GB 16GB 8GB
Board Power 345W 295W 350W 300W 210W
TGP 265W 220W ? ? 165W
Alimentazione 2x8pin 2x8pin 2x8pin 2x8pin 2x8pin

Le due schede Radeon RX Vega 64 utilizzano una versione di GPU Vega dotata di tutte le 64 Compute Unit abilitate, per un totale di 4.096 stream processors. A differenziarle troviamo le frequenze di base e boost clock della GPU, che sono più elevate nella versione con sistema di raffreddamento a liquido a motivo del miglior profilo termico complessivamente a disposizione anche se a fronte di un consumo complessivo più elevato. Nulla cambia dal versante memoria, con quella che AMD indica nelle architetture Vega come High Bandwidth Cache presente in quantitativo di 8 GBytes e basata su tecnologia High Bandwidth Memory 2 (HBM2). Entrambe le schede sono dotate di due connettori di alimentazione a 8 pin ciascuno, con la proposta raffreddata a liquido che vanta un consumo superiore a motivo delle frequenze di clock della GPU che si mantengono più elevate. Nel confronto con le schede Frontier Edition troviamo alcune lievi differenze in termini di frequenze di clock della GPU, ma più di tutto un raddoppio nel quantitativo di memoria onboard che passa da 8GB a 16GB ferme restando la tecnologia adottata, la frequenza di clock e l'interfaccia.

Per la scheda Radeon RX Vega 64 AMD propone anche una versione in edizione limitata, caratterizzata da un guscio esterno in alluminio al posto di quello standard di colore nero. Questa particolare versione riprende alcuni elementi di design che abbiamo già visto nelle schede Radeon Vega Frontiers Edition, come il logo con la lettera R illuminato da un LED o quello Vega nella parte frontale sempre con LED di colore rosso, ma in questo è speculare a quanto implementato nella proposta Radeon RX Vega 64 dotata di sistema di raffreddamento a liquido. Non sappiamo per quanto a lungo AMD offrirà la versione di scheda Radeon RX Vega 64 in edizione limitata: ci è stato confermato che queste specifiche schede saranno proposte almeno sino a quando non faranno il debutto sul mercato le prime schede video custom sviluppate dai partner AIB di AMD.

Quest'oggi AMD propone sul mercato le sole schede Vega 64 basate su reference design, con raffreddamento ad aria o a liquido. A partire dal 28 agosto vedremo in commercio schede Vega 64 basate su design custom sviluppate dai partner AIB di AMD. Oltre a queste proposte dovrebbero giungere in commercio anche le prime schede Radeon RX Vega 56, basate tanto su design reference come su implementazioni custom.

Quanto costano queste schede? AMD ha elaborato una proposta commerciale a dir poco originale, e per certi versi anche un poco confusa agli occhi degli utenti, che abbina schede standalone vendute nella tradizionale modalità a pacchetti con scheda e una serie di accessori e promozioni che AMD identifica con il nome di Radeon Pack.

radeon_rx_vega_slide_1.jpg (69214 bytes)

Da cosa è composto il Radeon Pack?

  • 2 giochi, Prey e Wolfenstein II The New Colossus per il mercato italiano, per un controvalore di circa 120 dollari: verranno forniti i classici codici per il download attraverso le piattaforme gaming online;
  • sconto di 100 dollari per l'acquisto di un bundle specifico composto da una scheda madre con chipset AMD X370 e un processore della famiglia Ryzen 7. Per i processori le opzioni sono tra i modelli Ryzen 7 1700X e Ryzen 7 1800X, mentre tra le schede madri la scelta può essere fatta tra i modelli ASUS ROG Crosshair VI Extreme, Gigabyte GA-AX370-Gaming K7 e MSI X370 XPower Gaming Titanium;
  • sconto sino a 200 dollari per l'acquisto di uno schermo basato su tecnologia Freesync. AMD ha indicato nelle scorse settimane il modello Samsung C34F791 da 34 pollici di diagonale, curvo con risoluzione WQHD, ma da quest'oggi non indica nello specifico un modello parte della promozione indicando che possa variare a seconda della propria nazione (e che per alcune nazioni è possibile che questa specifica promozione non sia attiva).

radeon_rx_vega_slide_2.jpg (61472 bytes)

Qualora l'utente scelga l'acquisto di una scheda Radeon RX Vega abbinata ad un Radeon Pack riceverà i voucher per il download dei giochi e dovrà acquistare nello stesso momento il display FreeSync e/o la scheda madre con processore Ryzen 7 per poter beneficiare degli sconti abbinati. Con il Radeon Pack pertanto l'utente ha diritto certo ai giochi in bundle, mentre per beneficiare dello sconto (uno o entrambi) dovrà procedere all'acquisto dell'hardware contestualmente a quello della scheda video viceversa perderà questo diritto. Le varie schede Radeon RX Vega potranno venir acquistate con o senza Radeon Pack, secondo il seguente schema:

Radeon RX Vega 56

Questa scheda potrà venir acquistata sia standalone, ad un costo di 399 dollari USA tasse escluse, sia in quello che AMD indica come Radeon Red Pack; in questo caso il prezzo sarà superiore di 100 dollari, pari a 499 dollari tasse escluse.

Radeon RX Vega 64

Anche per questa proposta sono disponibili due opzioni di vendita: scheda standalone a 499 dollari tasse escluse, o versione Radeon Black Pack con scheda e bundle a 599 dollari tasse escluse.

Radeon RX Vega 64 Liquid Cooled Edition

La versione a liquido della scheda Radeon RX Vega 64 potrà venir acquistata sono in abbinamento al Radeon Aqua Pack, ad un prezzo di 699 dollari tasse escluse. Non è prevista per questa versione l'opzione di vendita della sola scheda video senza bundle.

L'importo degli sconti offerti da AMD, a fronte di un costo incrementale di 100 dollari per la scheda standalone o per la versione con Radeon Pack abbinato, è interessante: i giochi forniti hanno un valore pari a circa 120 dollari, ai quali si aggiungono i 100 dollari per scheda madre e CPU oltre ai 200 dollari per lo schermo. Se un utente è interessato a rinnovare completamente il proprio sistema con l'acquisto di una scheda Radeon RX Vega allora optare per un Radeon Pack può rappresentare un'offerta da non sottovalutare. Se invece si possiedono già schermo e scheda madre con CPU e non si vuole procedere ad un aggiornamento del sistema l'opzione del Radeon Pack diventa molto meno interessante, in quanto i giochi offerti potrebbero non essere tra quelli ai quali si vuole giocare. Resta da capire se per l'Italia AMD intenda integrare nel Radeon Pack anche uno sconto per l'acquisto di uno schermo Freesync: al momento attuale questa opzione è presente solo per alcune nazioni ma non per ma nostra. L'azienda ci aveva comunicato nelle scorse settimane di essere in trattativa con vari produttori di display così da offrire opzioni diverse dallo schermo Samsung C34F791 inizialmente indicato; questo display è del resto piuttosto costoso, con un prezzo retail di circa 950,00€ IVA inclusa, e pertanto potrebbe essere fuori dalla portata dei videogiocatori interessati ad una scheda Radeon RX Vega con Radeon Pack abbinato.

Analizzando meglio quanto proposto da AMD ci pare evidente la strategia dietro i Radeon Pack: quella di legare l'utente all'ecosistema dei prodotti AMD, offrendo uno schermo con supporto alla tecnologia FreeSync oltre che una scheda madre più CPU della famiglia Ryzen. AMD in questo modo punta a fidelizzare sempre più i videogiocatori, che optando per questi sconti si ritroveranno presumibilmente un domani ad aggiornare il processore con altro modello della famiglia Ryzen a parità di scheda madre e ad acquistare un'altra scheda video della famiglia Radeon così da poter continuare a mantenere il supporto FreeSync implementato nel proprio schermo.

 
^