Memorie DDR4 e CPU Intel Skylake: fino a 3.600 MHz

Memorie DDR4 e CPU Intel Skylake: fino a 3.600 MHz

I processori Intel Core i7-6700K e Core i5-6600K, basati su architettura Skylake, sono compatibili con memorie DDR4 e permettono di selezionare frequenze di clock ben superiori ai 2.133 MHz di default secondo le specifiche Jedec. Ne abbiamo analizzato l'andamento prestazionale utilizzando un kit memoria G.Skill, capace di spingersi stabilmente sino a 3.600 MHz di clock

di Paolo Corsini pubblicato il nel canale Memorie
G.SkillIntelCoreASUS
 

G.Skill Ripjaws DDR4 3600

I processori Intel basati su architettura Skylake, al debutto la scorsa settimana con i modelli Core i7-6700K e Core i5-6600K, sono caratterizzati dall'integrazione di un controller memoria di tipo DDR4 dual channel. Questa non è la prima volta che la tecnologia DDR4 debutta in sistemi desktop, in quanto da circa 1 anno Intel ha avviato la commercializzazione della piattaforma con chipset X99 che è abbinata a processori con controller memoria DDR4 di tipo quad channel.

La novità di Skylake è legata al fatto che si tratta della prima volta che la memoria DDR4 diventa per certi versi mainstream, cioè accessibile in sistemi e piattaforme che sono di costo più contenuto rispetto a quelli di classe enthusiast come lo sono quelli basati su chipset Intel x99 e processori Haswell-E. Da questo sono seguiti annunci di vari kit DDR4 dual channel da parte di tutti i principali produttori di memoria, con la particolarità di mettere da subito a disposizione frequenze di clock massime certificate molto elevate.

Le specifiche JEDEC prevedono una frequenza di default massima per lo standard DDR4 pari a 2.133 MHz, in modo speculare ai 1.600 MHz riferiti allo standard DDR3 (non volendo considerare l'integrazione a 1.866 MHz avvenuta in un secondo tempo). I produttori di memoria si spingono però oltre, certificando i propri moduli per l'abbinamento con particolari piattaforme e processori anche a frequenze ben più elevate.

Al momento attuale i processori Core i7-6700K e Core i5-6600K permettono di selezionare una frequenza di clock massima della memoria di sistema di 4.133 MHz. Questo vuol dire che il processore integra al proprio interno il moltiplicatore di frequenza adatto a selezionare tale frequenza di clock senza che questo porti gli altri componenti ad operare fuori specifica, ma non che tale impostazione possa venir selezionata con qualsiasi modulo memoria DDR4 ottenendo un funzionamento stabile del sistema.

memorie.jpg (51708 bytes)

La disponibilità di un kit memoria dual channel DDR4 certificato per la frequenza massima di 3.600 MHz ci ha portato a realizzare questo articolo, con il quale vogliamo valutare a parità di condizioni (quindi senza toccare la frequenza di clock del processore e degli altri componenti del sistema) quale sia l'impatto dato alle prestazioni velocistiche dall'utilizzo di frequenze di clock sempre più elevate per le memorie DDR4.

Il kit memoria adottato è quello G.Skill Ripjaws DDR4 3600, composto da 2 moduli memoria da 4 Gbytes ciascuno certificati XPM 2.0 e in grado di operare a 3.600 MHz di clock in abbinamento a timings pari a 17-18-18-38 con tensione di alimentazione di 1,35V. Quest'ultimo dato è di 0,15V superiore a quello delle specifiche Jedec per le memorie DDR4: la pratica dell'overvolt è quindi adottata anche per le memorie DDR4 così da permettere di ottenere una superiore stabilità operativa alla massima frequenza di clock certificata.

Le memorie hanno un design standard e di fatto privo di fronzoli: una placca di dissipazione è appoggiata ai chip memoria, presenti sui due lati del modulo, così che il calore da questi generato possa venir ceduto all'esterno. Lo sviluppo in altezza è leggermente superiore a quello del modulo ma non sino al punto da creare problemi di installazione nel sistema in presenza di sistemi di raffreddamento del processore particolarmente voluminosi.

cpu-z_1.png (7301 bytes)
cpu-z_2.png (7966 bytes)

Le due schermate di riepilogo dell'utility CPU-Z confermano come sia possibile ottenere funzionamento sino alla frequenza di clock di 3.600 MHz con questo kit, ovviamente in abbinamento ad una delle schede madri testate e con bios aggiornato. Se fino alla frequenza di 3.333 MHz non abbiamo riscontrato problemi con varie schede socket LGA 1151 disponibili in redazione, per ottenere funzionamento stabile a 3.600 MHz di clock è stato necessario utilizzare una delle schede madri che G.Skill ha al momento attuale certificato, abbinata alla versione di bios adeguata. Nello specifico si è trattao della scheda Asus Z170 Deluxe con versione di bios 0504 rilasciata alcuni giorni fa.

 
^