Netflix non sarà parte del servizio streaming di Apple

Netflix non sarà parte del servizio streaming di Apple

Dal CEO di Netflix è arrivata la conferma che tutti si aspettavano: il servizio di streaming non farà parte in alcun modo della nuova piattaforma di Apple che sarà annunciata il 25 Marzo. Ma le risposte precise latitano.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Web
AppleNetflix
 

In passato si è parlato di alcune speculazioni che davano la possibilità che Apple potesse acquisire Netflix. Dopo mesi però ancora l'unione non è arrivata mentre la società di Cupertino è pronta a lanciare il suo servizio di streaming il 25 Marzo.

Durante un evento il CEO di Netflix, Reed Hastings, ha avuto modo di dare un'ulteriore conferma che la società non farà parte in alcun modo del servizio di Apple e che preferirà continuare come una realtà completamente separata.

Netflix

Riassumendo le parole di Hastings "vogliamo che la gente guardi i nostri spettacoli sui nostri servizi". Questa è ovviamente una risposta che ci si attendeva e che non ha sorpreso la platea.

In realtà il CEO non ha approfondito come Netflix intende contrattaccare Apple e il suo servizio di streaming. La risposta è stata diplomatica dicendo come "la concorrenza è eccezionale per Netflix, per i consumatori e per i creatori di contenuti".

Hastings ha anche aggiunto che Netflix non è una società tecnologica in senso stretto ma piuttosto una società dedicata ai media (come Disney). Il mercato sarebbe comunque abbastanza grande affinché buona parte dei servizi di streaming possano riuscire, anche se è improbabile che possano tutti raggiungere il successo.

Sappiamo da precedenti rumors, che Apple ha chiamato grandi nomi per il suo servizio di streaming e che punterà sul fornire agli utenti contenuti "unici" e che non troveranno su altre piattaforme. Avendo a disposizione un capitale molto elevato, Cupertino si pone in una situazione di vantaggio (almeno apparente) su quello che potrà fare rispetto alla concorrenza non solo di Netflix, ma anche di HBO, Disney, Warnermedia e in un futuro Facebook.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TigerTank20 Marzo 2019, 14:47 #1
Il brutto di tutta questa "guerra" dello streaming è che loro si faranno concorrenza a colpi di esclusive e la gente si ritroverà con serie e film di loro interesse sparsi su più piattaforme. Così o toccherà fare più e più abbonamenti oppure...si tornerà a favorire la pirateria
Già a me basta barcamenarmi tra Netflix e Prime Video e a volte quando esce una nuova stagione di una serie non ricordo se sta di qui o di là
AndreaW1020 Marzo 2019, 19:12 #2
Esattamente, la concorrenza fa più che bene in ogni campo, però se viene riempita di esclusive allora si danneggia il consumatore. Io ho Netflix e Prime Video (incluso in prime) e non ho intenzione di pagare altri abbonamenti, però, certamente, se esce qualcosa di bello lo guarderò comunque.
Scarfatio20 Marzo 2019, 19:27 #3
Originariamente inviato da: TigerTank
Il brutto di tutta questa "guerra" dello streaming è che loro si faranno concorrenza a colpi di esclusive e la gente si ritroverà con serie e film di loro interesse sparsi su più piattaforme. Così o toccherà fare più e più abbonamenti oppure...si tornerà a favorire la pirateria
Già a me basta barcamenarmi tra Netflix e Prime Video e a volte quando esce una nuova stagione di una serie non ricordo se sta di qui o di là


Ci vorrebbe una cosa stile Steam magari ma ognuno ovviamente tira acqua al proprio mulino. Cosa che sta succedendo anche nel mercato gaming ormai.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^