Nasce il nuovo motore di ricerca Cuil

Nasce il nuovo motore di ricerca Cuil

Da un ricercatore della Stanford University ed un ex-dipendente di Google nasce Cuil, il più grande motore di ricerca esistente online. E' tutto oro ciò che luccica?

di pubblicata il , alle 12:08 nel canale Web
Google
 

Lo scorso Lunedì, ha aperto i battenti il nuovo sito www.cuil.com, un nuovo motore di ricerca che, forte di circa 120 miliardi di pagine Web indicizzate, afferma di essere almeno 3 volte più grande di qualsiasi altro motore di ricerca esistente. Google non rende noto questo tipo di informazioni, tuttavia stando ad alcune fonti, pare infatti che il motore di ricerca del gigante di Moutain View si fermi solamente a quota 40 miliardi.

Sviluppato dalla coppia Tom Costello e Anna Patterson, rispettivamente ricercatore dell'università di Stanford ed ex-dipendente di Google, Cuil punta alla classificazione dei risultati in base alla rilevanza dei contenuti delle pagine, e non in base alla popolarità delle stesse: "Il nostro approccio di ricerca è differente. Basandoci sulla nostra esperienza nelle architetture per la ricerca e su metodi per valutare la rilevanza di un argomento, abbiamo sviluppato un più ricco ed efficiente motore di ricerca. Internet è in crescita e pensiamo che sia giunto il momento anche per la ricerca online", ha commentato la Patterson, presidente e COO di Cuil.

C'è la possibilità che Cuil riesca a scalfire lo strapotere di Google? Assolutamente no, almeno per il momento. Malgrado le presentazioni in grande stile al pubblico e alla stampa, Cuil viene attualmente battuto da Google su praticamente tutta la linea, sia per quanto riguarda il numero di risultati forniti, che per la rilevanza degli stessi.

Nonostante l'elevato numero di pagine indicizzate, Cuil risulta piuttosto acerbo anche dal punto di vista della localizzazione: per rendersi conto delle forti limitazioni in questo senso, è sufficiente ricercare ad esempio qualcosa che ha a che fare con il nostro Paese. Per prova, abbiamo ricercato le parole "Venezia", "Calcio" o "pizza", e sebbene il nostro non sia stato certamente un test accurato ed approfondito, abbiamo ottenuto risultati completamente differenti da quanto ci aspettavamo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

50 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pierpixel29 Luglio 2008, 12:11 #1
Bel nome!
daboss8729 Luglio 2008, 12:16 #2
Ho già capito da dove deriva quel nome.. è che fa talmente schifo a trovare le cose, che dopo 308089242489284984^2 tentativi di cercare qualsiasi cosa che sia attinente alla parola "ok", finalmente sono riusciti a trovare una pagina dove un utente diceva "ok, e adesso?" e hanno esclamato: "'AZZ, CHE CUIIIIIIL!!!" XD
Alessio.1639029 Luglio 2008, 12:18 #3
Non so a voi,
a me non piace minimamente
demon7729 Luglio 2008, 12:25 #4
Va bene, i numeri dice di averli (poi però voglio pure vedere se è vero)
Dove ha preso dati per 120 miliardi di pagine se non li ha manco google che è un mostro???

E poi comunque deve affrontare la battaglia per affermarsi in un campo dove google è quasi monopolista ormai.. senza contare l'efficienza e la dovizia di servizi che offre!

La vedo dura... ma proprio dura dura dura!
bs8229 Luglio 2008, 12:28 #5
brrr va da cane....
Dexther29 Luglio 2008, 12:29 #6
proveremo...
al13529 Luglio 2008, 12:29 #7
ho provato a fare una cinquantina di ricerche.. che dire... lascia abbastanza a desiderare... per capire che non vale una cippa basta scrivere "trxxe" sulla ricerca
demon7729 Luglio 2008, 12:31 #8
Provato a fare due o tre ricerche...
seeeeee!! proprio bello!! MA LOL!!!
insane7429 Luglio 2008, 12:32 #9
andate nelle opzioni e disabilitate la "safe search": funziona molto meglio così.
cmq anche se acerbo, ben venga un possibile concorrente!
tommy78129 Luglio 2008, 12:34 #10
il problema è che google sta scadendo in maniera impietosa, ormai le pagine vengono date solo in ordine di foraggiamento al motore di ricerca stesso...quindi ben vengano i concorrenti che se oggi sono acerbi (ma vi ricordate google all'inizio?probabilmente no....)domani matureranno. non rimanete google dipendenti ed aprite gli occhi.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^