Mozilla apre il dibattito su H.264, contro tutti i suoi principi

Mozilla apre il dibattito su H.264, contro tutti i suoi principi

Mozilla supporterà il codec video sia su Boot2Gecko sia sul browser per Android e presto arriverà anche sulla versione desktop. Prendendo così una posizione che va contro a quelli che sono i propri principi

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 10:08 nel canale Web
AndroidMozilla
 

Tra i nuovi elementi che compongono lo standard HTML5, quello video ha rappresentato e continua a rappresentare una delle caratteristiche chiave, che permetterà di andare a modificare sensibilmente l'esperienza di fruizione dei contenuti multimediali sul web. Poter visualizzare contenuti video, senza dover appoggiarsi necessariamente a player di terze parti rappresenta un importante passo in avanti.

La componente video all'interno di HTML5 è però ancora ben lontano dal suo pieno potenziale, per via di una disputa su quale formato di encoding utilizzare. Mozilla, che resiste da tempo all'adozione del codec H.264 per motivi ideologici, si prepara ora a supportarlo sui dispositivi mobile dove il codec è gestito anche a livello hardware.

Il formato H.264 è considerato, a livello puramente tecnico, la migliore soluzione per i video su internet. Il problema per la sua implementazione, però, è legato ad alcuni brevetti che coprono le tecnologie di compressione: ed è proprio su questo punto che le principali aziende che si occupano dello sviluppo dei browser dibattono. Quanto è giusto che uno standard web sia coperto da brevetti?

L'ubiquità del web e la sua forza sono due elementi chiave garantiti anche da modelli che siano completamente gratuiti, gli standard del web, sono infatti privi di ogni brevetto. Ecco allora che scegliere di appoggiarsi ad un componente coperto da alcuni brevetti sembra assolutamente anti-etico e soprattutto contro i principi del web.

Apple e Microsoft supportano correttamente H.264, mentre Mozilla e Opera si oppongono a tale implementazione. Google, prima in favore di H.264, si è ora spostata verso VP8 un codec che il colosso ha presentato come papabile alternativa a H.264. Al momento, però, Google ha solo minacciato di rimuovere il supporto per H.264 da Chrome.

La posizione di Mozilla, fino a poco tempo fa, sembrava inamovibile: la fedeltà dell'azienda ai principi di quello che viene definito come "open web" è da sempre stata una delle caratteristiche più forti di Mozilla. Andreas Gal però, direttore della ricerca per Mozilla, ha annunciato pubblicamente ieri che in Boot2Gecko (il sistema operativo mobile cui sta lavorando Mozilla) supporterà il decoding di H.264. Il cambiamento sarà portato avanti anche nel browser sviluppato per Android. Gal ha inoltre annunciato che il supporto potrà presto essere esteso anche al browser per PC.

Nonostante la presa di posizione sembri una contraddizione in termini, il portavoce di Mozilla ci tiene però a chiarire che l'opinione dell'azienda in favore dei codec open è sempre la stessa. La scelta di Mozilla ha però generato molte controversie tra gli sviluppatori di Mozilla. Justin Dolske, sviluppatore per Firefox ha sottolineato come la scelta di non supportare tale codec era già stata presa quando si parlata di Fennec su tablet Nokia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
polkaris15 Marzo 2012, 10:22 #1
Accettare dei brevetti sui video in internet è semplicemente una follia...è come se fossero protetti da brevetto i caratteri della carta stampata. L'informazione è un diritto e gli standard che servono a trasmettere dei contenuti devono essere un patrimonio comune e liberi da brevetti.
Capozz15 Marzo 2012, 10:33 #2
Che poi i filmati in H264 visualizzabili da browser mi pare che siano piuttosto pochi, potevano tranquillamente continuare a non supportarlo.
MirkoT15 Marzo 2012, 10:40 #3
Originariamente inviato da: polkaris
è come se fossero protetti da brevetto i caratteri della carta stampata.


Tipo questo: Intellectual property protection of typefaces?
cignox115 Marzo 2012, 11:01 #4
Supportare i formati non mi sembra sbagliato. Elevarli a standard ufficiale sarebbe follia. Per me possono implementare anche 1000 formati diversi, se almeno 1 e' ottimo e libero. Quando chi genera contenuti sara' migrato verso il formato libero, allora diventeranno superflui gli altri.

Diciamo che per me fa bene Mozilla a supportare quel formato. Sarebbe sbagliatissimo che lo standard richiedesse questo supporto.

Come e' successo con png nato proprio per i problemi di brevetto di gif...
calabar15 Marzo 2012, 11:22 #5
Pessima scelta secondo me, dovrebbe spingere per supportare uno standard privo di royalties, come ha sempre fatto.
Trascinando anche Google, che ha posizioni simili, avrebbero potuto ottenere col tempo buoni risultati.

Se anche Mozilla fa un passo indietro, la vedo davvero dura riuscire a sostituire h264.

Tra l'altro vorrei capire se il supportare h264 implichi il pagamento delle royalties da parte di Mozilla, o se ne saranno colpiti solo i produttori del relativo hardware (c'erano state a riguardo dichiarazioni tempo fa, ma ora non mi sfugge...).
mak7715 Marzo 2012, 11:35 #6
Originariamente inviato da: calabar
Pessima scelta secondo me, dovrebbe spingere per supportare uno standard privo di royalties, come ha sempre fatto.


Questo é il punto, Mozilla ha fatto il possibile dal 2010 a oggi per supportare WebM, ma non é bastato...

Originariamente inviato da: calabar
Trascinando anche Google, che ha posizioni simili, avrebbero potuto ottenere col tempo buoni risultati.


... perché comunque Mozilla, da sola, non ha la forza di poter imporre la scelta. Puó influenzarla come ha fatto, sperando che i vendor piú "grossi" capissero il problema. E perdere utenti (magari perché il tal video non funziona) non é certo un modo di rinforzare la propria possibilitá di influenzare il mercato, l'unica forza che ha Mozilla é la community.

Chi poteva fare qualcosa per il bene del web era Google, che aveva promesso di abbandonare h.264 sia in Chrome che in youtube fin dall'inizio. In 2 anni non hanno fatto nessuna delle due cose, son solo riusciti a dire sí ad entrambi gli schieramenti e continuare a promettere che faranno qualcosa in un non meglio precisato futuro.

Originariamente inviato da: calabar
Se anche Mozilla fa un passo indietro, la vedo davvero dura riuscire a sostituire h264.


La quota di Mozilla nel mercato mobile, che é quello che sta trascinando h.264 é impalpabile al momento (si spera migliori con B2G), quindi non c'é modo che possa avere influenza su quel mercato in cui dominano i licenziatari di h.264.

Originariamente inviato da: calabar
Tra l'altro vorrei capire se il supportare h264 implichi il pagamento delle royalties da parte di Mozilla, o se ne saranno colpiti solo i produttori del relativo hardware (c'erano state a riguardo dichiarazioni tempo fa, ma ora non mi sfugge...).


Dipende dall'implementazione, usando i codec di sistema il costo ricade sul vendor del sistema.
II ARROWS15 Marzo 2012, 11:38 #7
La differenza è che gif fa schifo, png è ottimo.

H.264 è ottimo, e webM è uno schifo allucinante.
darkbasic15 Marzo 2012, 12:08 #8
Ma evitare di dire cazzate no? WebM è il secondo miglior codec subito dietro ad H.264...
polkaris15 Marzo 2012, 12:14 #9
Originariamente inviato da: MirkoT


Ammetto che mi sono espresso male...intendevo "brevettare le lettere dell'alfabeto"...in modo che chiunque voglia pubblicare un testo debba pagare i diritti di chi ha inventato l'alfabeto.
bubbl415 Marzo 2012, 12:26 #10
Per un confronto tra WebM e h.264

WebM-vs.-H.264-A-Closer-Look

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^