Lo youtuber St3pny condannato a 8 mesi: sentenza storica in Italia

Lo youtuber St3pny condannato a 8 mesi: sentenza storica in Italia

Il celebre youtuber con oltre 4 milioni di follower è stato condannato a 8 mesi di reclusione. Si tratta di una prima assoluta in Italia, volta probabilmente a colpire molti più professionisti del web

di pubblicata il , alle 13:51 nel canale Web
 

E' arrivata, pesantissima, la sentenza per Stefano Lepri, in arte St3pny, conosciuto soprattutto fra i più giovani per essere uno youtuber di successo. Si parla da tempo del suo caso e della sua presunta evasione di imposte di oltre 1 milione di euro in 5 anni di attività valutata nel 2019.

Lo youtuber dovrà affrontare 8 mesi di carcere per evasione fiscale, in seguito alla sentenza del Tribunale di Firenze. La difesa aveva chiesto l'assoluzione dopo che Lepri aveva versato al Fisco quanto dovuto, ma non è bastato. La condanna è stata comunque ridotta rispetto al periodo chiesto dal pm Christine Von Borries, pari a un anno e quattro mesi.

Stefano Lepri, condanna pesante per evasione fiscale

Lepri si è sempre professato innocente, tuttavia le indagini hanno dimostrato un'evasione dell'IVA pari a 76 mila euro nel 2017, a fronte dei redditi recepiti nello stesso periodo che ammontavano a 344 mila euro. St3pny, secondo l'accusa, ha firmato contratti per la pubblicazione di banner sui propri video con agenzie pubblicitarie utilizzando la formula della cessione del diritto d'autore, che non prevede versamento di IVA nel caso in cui non sia prevista un'attività continuativa. Secondo la Guardia di Finanza, però, l'attività dello youtuber è stata continuativa, quindi non compatibile con i contratti da lui formalizzati. E' il primo caso in Italia che affronta il problema e che si conclude con una condanna simile, e siamo certi che la pesante condanna di Lepri farà nascere più di qualche paura a tanti giovani (e non) che hanno fatto del web la propria professione.

Il settore degli infuencer è in rapidissima crescita e in costante evoluzione. I professionisti del web percepiscono un reddito con regolarità, non saltuariamente, e divenendo veri e propri professionisti sono soggetti agli obblighi fiscali come avviene con gli altri mestieri più convenzionali. Il problema è che manca di fatto una normativa specifica, lasciando fin troppo spazio ad eventuali interpretazioni personali che, come nel caso di Lepri, portano a decisioni illegittime.

Lo stesso youtuber aveva in precedenza commentato: "Ho sempre pagato le tasse in buona fede, altrimenti sarei alle Cayman in Ferrari", promettendo di aver collaborato con le Autorità con la "speranza che il mestiere dello youtuber venga regolamentato presto", mestiere che spesso per le nostre autorità di rimane "in parte sconosciuto", secondo Lepri.

257 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
D4N!3L320 Febbraio 2021, 14:19 #1
Non so chi sia questo e che faccia ma magari ora farà delle belle live dalla prigione e giù altri follower e guadagni...ammesso che la connessione in galera sia decente.
calabar20 Febbraio 2021, 14:29 #2
Ovviamente con una condanna di 8 mesi non farà un secondo di galera, e francamente mi pare sia giusto così.

A me un po' spaventa questa sentenza, nata da un'interpretazione a posteriori di una regolamentazione non chiara. Basandomi su quanto riportato da questa notizia vedo colpe maggiori nel regolatore più che nel ragazzo (che poi dubito si sia occupato personalmente delle questioni fiscali, ma questo è un altro discorso).
agonauta7820 Febbraio 2021, 14:49 #3
Youtuber.... Modelli da seguire...
Catan20 Febbraio 2021, 14:51 #4
Il problema è "diciamo" che se uno non è esperto di regolamentazione dovrebbe affidarsi ad una agenzia (avvocatura o commercialista) che lo guida e gli dice "questo si fa cosi" "questo no" etc.
Di contro, se si ravvedono delle frodi fiscali e l'imputato ti paga il dovuto, ammenda pecuniaria forse una condanna per reclusione, per quanto simbolica e non spendibile, ha poco senso. Anche perchè conoscendo i vari gradi di appello, questa cosa sarà trascinata per anni. Mentre magari se ti fermi, ti prendi il dovuto, ti prendi pure la giusta ammenda che gli farai pagare, so tutti contenti e nessuno delle due parti andrà mai in secondo o terzo grado.

E' anche vero che questa è la prima sentenza del genere da noi, sono più che sicuro che ad oggi tutti gli altri correranno a controllare il regolamento e vedranno se ci sono degli insoluti col fisco da sanare prima che si vada in giudizio.
marchigiano20 Febbraio 2021, 14:57 #5
St3pny, secondo l'accusa, ha firmato contratti per la pubblicazione di banner sui propri video con agenzie pubblicitarie utilizzando la formula della cessione del diritto d'autore, che non prevede versamento di IVA nel caso in cui non sia prevista un'attività continuativa. Secondo la Guardia di Finanza, però, l'attività dello youtuber è stata continuativa, quindi non compatibile con i contratti da lui formalizzati.


queste sono leggi da repubblica delle banane si da troppa libera interpretazione, si da troppa libertà a chi controlla, nulla vieta che ci siano altre persone che ricevono redditi più continuativamente di stepny ma non vengano indagati per simpatia della AdE...
Mydrhael20 Febbraio 2021, 15:10 #6
Lo trovo giusto.
Visto che per loro è un lavoro è ci fanno i soldi; è giusto che paghino le tasse come tutti noi.
canislupus20 Febbraio 2021, 15:40 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
queste sono leggi da repubblica delle banane si da troppa libera interpretazione, si da troppa libertà a chi controlla, nulla vieta che ci siano altre persone che ricevono redditi più continuativamente di stepny ma non vengano indagati per simpatia della AdE...


Si tratta di attività professionale (in pratica è come un libero professionista).
Fai fattura, paghi l'IVA, le tasse e amici come prima...
A me non interessa cosa ti faccia guadagnare (se legale), mi interessa che non ti senti sopra le regole.
Concetto anomalo in Italia.
Per inciso gli 8 mesi sono inutili... non fai neanche un minuto in galera perchè sotto i 3 anni non è previsto (salvo tu non sia recidivo)... e probabilmente neanche figurerà nel casellario giudiziale.
Piedone111320 Febbraio 2021, 15:44 #8
Originariamente inviato da: marchigiano
queste sono leggi da repubblica delle banane si da troppa libera interpretazione, si da troppa libertà a chi controlla, nulla vieta che ci siano altre persone che ricevono redditi più continuativamente di stepny ma non vengano indagati per simpatia della AdE...


Nessuna interpretazione:
Non paghi le tasse su reddito sotto i 5000€ annui per attività non continuativa ( se fai il dj al lido del tuo paesello il mese d'agosto per 3k € è una cosa, se lo fai tutti i fine settimana sempre per 3k € totale è un'altra)
Hiei360020 Febbraio 2021, 16:01 #9
L'unica sfortuna di St3pny è che non essendo una multinazionale mega-miliardaria non si becca la multa dello 0,01% del reddito, peccato, la prossima volta impari di professionisti dei paradisi fiscali ed agisca di conseguenza
kamon20 Febbraio 2021, 16:03 #10
Originariamente inviato da: Catan
Il problema è "diciamo" che se uno non è esperto di regolamentazione dovrebbe affidarsi ad una agenzia (avvocatura o commercialista) che lo guida e gli dice "questo si fa cosi" "questo no" etc.
Di contro, se si ravvedono delle frodi fiscali e l'imputato ti paga il dovuto, ammenda pecuniaria forse una condanna per reclusione, per quanto simbolica e non spendibile, ha poco senso. Anche perchè conoscendo i vari gradi di appello, questa cosa sarà trascinata per anni. Mentre magari se ti fermi, ti prendi il dovuto, ti prendi pure la giusta ammenda che gli farai pagare, so tutti contenti e nessuno delle due parti andrà mai in secondo o terzo grado.

E' anche vero che questa è la prima sentenza del genere da noi, sono più che sicuro che ad oggi tutti gli altri correranno a controllare il regolamento e vedranno se ci sono degli insoluti col fisco da sanare prima che si vada in giudizio.


Oh Dio, allora non sono tutti dei vecchi "da rete quattro" su questo forum, c'è ancora qualcuno che anche dopo aver sentito la parola "youtuber" non spegne il cervello e impugna il forcone, ma ragiona un attimino... Bene.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^