Le 25 peggiori password del 2014 e qualche consiglio sulla scelta

Le 25 peggiori password del 2014 e qualche consiglio sulla scelta

SplashData ha pubblicato un elenco con le 25 peggiori password del 2014 nella sua graduatoria annuale

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Web
 

Una delle prime regole da seguire quando si accede ad internet, oltre che una delle regole più semplici e logiche, è quella di scegliere una password adeguata alla delicatezza dei dati contenuti su un determinato account. Una regola tanto semplice quanto sottovalutata, e che spesso porta alla semplificazione delle procedure di hacking per il cybercriminale.

Come scegliere una password

Più è semplice una password, e più sono elevate le possibilità che un account venga violato, e quando si parla di dati sensibili come e-mail o conti bancari si farebbe meglio a prestare particolare attenzione all'argomento. Insomma, la password non è solamente una procedura formale da liquidare nel minor tempo possibile, ma la chiave d'accesso a tutti i nostri dati privati e personali.

Proprio per sensibilizzare l'utenza sulla questione, SplashData compila annualmente la classifica delle peggiori password degli ultimi dodici mesi fra quelle più diffuse. Troviamo, fra queste, termini d'uso comune come "baseball" e "football", nomi di squadre, ed anche nomi propri di persona. Non mancano, come ormai da tradizione, le serie di numeri che occupano le prime posizioni della classifica. La elenchiamo di seguito.

1. 123456
2. password
3. 12345
4. 12345678
5. qwerty
6. 234567890
7. 1234
8. baseball
9. dragon
10. football
11. 1234567
12. monkey
13. letmein
14. abc123
15. 111111 
16. mustang
17. access
18. shadow
19. master
20. michael
21. superman
22. 696969
23. 123123
24. batman
25. trustno1

La lista appare quasi terrificante se si considerano i due scandali che hanno contrassegnato l'anno scorso: il celeb-gate con centinaia di foto e video di celebrità in pose scabrose e mise succinte (ad usare un eufemismo) e, da non dimenticare, il caso che ha coinvolto Sony Pictures, in cui i dirigenti della società sono stati derubati di molteplici e-mail con contenuti sensibili ed informazioni di film in dirittura d'arrivo e mai ufficializzati. Abbiamo conosciuto così anche le prime informazioni sullo Xperia Z4.

Cogliamo l'occasione per ricordare alcune regole basilari per la scelta della propria password: è consigliabile utilizzare parole d'accesso differenti per servizi diversi, sfruttando tool di archiviazione password per una più semplice memorizzazione. Inoltre, per essere più sicure, le password dovrebbero essere formate da 14 caratteri, evitando di sfruttare semplici trucchetti per ricordarle, come l'immissione di informazioni personali. Inoltre, le password dovrebbero essere formate (se supportato dal servizio) da caratteri maiuscoli, simboli e numeri in ordine sparso.

In seguito ai fatti dell'ultimo anno, le compagnie più importanti hanno introdotto criteri a due fattori per l'autenticazione. Ogni volta che si vuole effettuare il log-in ad un sito che supporta la funzionalità, sarà necessario inserire due password: la prima, quella canonica scelta dall'utente, e la seconda inviata via messaggio ad un numero di telefono cellulare dallo stesso servizio. Quest'ultima cambia ogni volta che viene richiesto di effettuare il log-in, che non può essere portato a termine se non si ha il possesso fisico del telefono del proprietario.

Il sistema è estremamente affidabile anche se, per via della sua macchinosità, spesso non viene considerato come opzione per il log-in da molti utenti, nemmeno per quei servizi in cui vengono introdotti dati estremamente delicati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Atom7321 Gennaio 2015, 13:24 #1
admin
admin
Flescio21 Gennaio 2015, 13:42 #2
Superman ha battuto Batman... :-(
phaolo21 Gennaio 2015, 13:46 #3
^ si vede anche troppo spesso XD
phaolo21 Gennaio 2015, 13:47 #4
(mi riferivo ad admin - admin)
cruelboy21 Gennaio 2015, 13:54 #5
bella scoperta!

https://www.youtube.com/watch?v=kxYAzNMZ2CU"]https://www.youtube.com/watch?v=kxYAzNMZ2CU[/URL]

... e non aggiungo altro!
FoxMolte21 Gennaio 2015, 13:57 #6
Puoi avere anche la password più sicura ed astrusa del mondo, ma tanto se bucano i server, come è spesso successo in passato oppure qualche trojan te la sniffa, siamo sempre allo stesso punto.
Purtroppo io non mi sento mai sicuro al 100%, soprattutto nelle operazioni bancarie, ma è il prezzo da pagare per la comodità del tutto online, dove tutto è in qualche modo craccabile. Comunque alla fine, forse il rischio è più basso che venire rapinato fisicamente in banca.
Utonto_n°121 Gennaio 2015, 13:59 #7
Sul portatile HP ho il lettore d'impronte e si va da dio...
giuliop21 Gennaio 2015, 14:06 #8
Evvai con l'ennesimo "articolo" scopiazzato di qui o di là. Questa volta è toccato ad Engadget: http://www.engadget.com/2015/01/20/...orst-passwords/
devinfriday21 Gennaio 2015, 14:53 #9
alla fine root:system vince sempre
Son Peo21 Gennaio 2015, 14:55 #10
La mia non la scopriranno MAI "hahahaha" azz lo detta!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^