In arrivo strumenti anti bufala in Facebook

In arrivo strumenti anti bufala in Facebook

Per segnalare bufale e notizie false sarà presto disponibile uno strumento dedicato in Facebook. Pagine satiriche e umoristiche per il momento restano al sicuro e non sono state penalizzate dall'opzione

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 12:31 nel canale Web
 

Non è certo una novità che nello stream di notizie gestite da Facebook via siano spesso informazioni errate, segnalazioni di eventi mai accaduti e altro ancora. In altre parole bufale, e spesso tali elementi proprio per la loro natura in grado di sorprendere, stupire e incuriosire ottengono un alto livello di condivisione dando così ancor più valore alla bufala stessa.

Per porre rimedio a queste situazioni Facebook ha pensato di introdurre un nuovo strumento a disposizione di tutti gli utenti che potranno così segnalare al social network eventuali contenuti bufala. In questo modo la notizia non verrà cancellata ma subirà una forte penalizzazione che ne impedirà una rapida condivisione sulle bacheche degli utenti.

Lo strumento sarà disponibile nel pannello dedicato alle segnalazioni degli utenti, lo stesso dal quale è possibile segnalare un contenuto inappropriato, relatito a pornografia o violenza. L'opzione non è ancora attiva per tutti i profili degli utenti.

Nel comunicato ufficiale di Facebook si legge che da test fino a ora condotti la nuova opzione non è stata utilizzata ai danni di pagine palesemente votate alla satira, pagine che da uno strumento simile potrebbero essere danneggiate. Probabilmente proprio la palese evidenza dei fatti ha indotto gli utenti a non segnalare per bufale fonti satiriche o umoristiche.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bivvoz21 Gennaio 2015, 12:32 #1
Quindi ora vegani e animalari andranno a giocare altrove?
al13521 Gennaio 2015, 12:41 #2
Originariamente inviato da: Bivvoz
Quindi ora vegani e animalari andranno a giocare altrove?


ahhahahah top!
Kyo7221 Gennaio 2015, 12:49 #3
Era ora...speriamo di non vedere piu' immagini di animali feriti e pagine che dicono di evitare i vari (presunti) cibi che fanno male.
Atom7321 Gennaio 2015, 13:05 #4
accendere il cervello prima di postare su facebook potrebbe comunque aiutare
ombra66621 Gennaio 2015, 13:36 #5
Originariamente inviato da: Atom73
accendere il cervello prima di postare su facebook potrebbe comunque aiutare


il problema non siamo "noi", ma chi scrive e/o condivide i post
comunque esisteva già il sistema antibufala lista utenti ignorati/post nascosti e ggwp (alla peggio: unfriend/unlike :asd
TheQ.21 Gennaio 2015, 13:57 #6
Quindi, i giornali italiani ed i politici non potranno più parlare sul social network delle loro gloriose imprese col Cavaliere...errante?!
claudegps21 Gennaio 2015, 13:58 #7
Originariamente inviato da: Bivvoz
Quindi ora vegani e animalari andranno a giocare altrove?


Essere vegani non significa per forza postare bufale su facebook...
Vorrà dire che agli animalari toccherà andare a giocare altrove, con te...
claudegps21 Gennaio 2015, 14:00 #8
Originariamente inviato da: Atom73
accendere il cervello prima di postare su facebook potrebbe comunque aiutare


Non è detto che chi posta bufale, non lo faccia sapendo di farlo.
E poi chi legge (e magari condivide) a dover stare attento a districarsi tra le bufale
Balthasar8521 Gennaio 2015, 14:01 #9
Noooooo, ed io che volevo continuare a valutare l'intelletto dei miei contatti facebook ed ad escludere i "non meritevoli"!!
Link ad immagine (click per visualizzarla)
[SIZE="1"]BEcilli!! [/SIZE]


CIAWA
demon7721 Gennaio 2015, 14:16 #10
Aia!
Adesso dovranno spostare su G+ tutte le pagine delle sentinelle in piedi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^