Xperia Z5, doppia heatpipe anche su smartphone per domare Snapdragon 810

Xperia Z5, doppia heatpipe anche su smartphone per domare Snapdragon 810

Stando a nuove immagini non ufficiali, i nuovi Sony Xperia Z5 farebbero uso di una particolare soluzione per dissipare il calore prodotto dalla CPU integrata. Un dissipatore con heatpipe come su desktop e notebook

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:31 nel canale Telefonia
SonyXperia
 

Un teardown di Sony Xperia Z5 di provenienza cinese mostra gli interni del dispositivo. A catturare l'attenzione è sin da subito il complesso sistema di dissipazione utilizzato dai giapponesi per placare i bollori del SoC Qualcomm Snapdragon 810. Si tratta di una soluzione che non abbiamo mai visto su smartphone e che, se fosse confermata da fonti più affidabili (ad esempio iFixit), sarebbe una caratteristica quanto meno curiosa all'interno della categoria di prodotto.

Sony Xperia Z5 teardown

Il più recente processore di Qualcomm è balzato agli onori della cronaca per motivi non sempre piacevoli. Si tratta della soluzione più potente degli americani, ma sin dagli albori ha palesato gravi problematiche di riscaldamento che hanno costretto i produttori a ritocchini lato software sensibili sul piano delle performance. Il prodotto ha assunto una portata più grande quando Samsung annunciava Galaxy S6 e Galaxy S6 edge, entrambi con processore proprietario. I coreani abbandonavano Qualcomm nella fascia alta, là dove conta.

Lo stesso Snapdragon 810 ha causato notevoli problematiche su Xperia Z3+ il quale soprattutto al lancio palesava troppo di sovente fenomeni di thermal throttling, con la CPU in costante downclock per prevenire rotture dovute al surriscaldamento. La particolare struttura interna con heatpipe in rame che possiamo vedere sui nuovi Xperia Z5 e Z5 Premium dovrebbe scongiurare il problema, riprendendo una tecnologia che vediamo sicuramente più spesso sui più voluminosi desktop e notebook.

Del resto, durante le prime prove condotte con gli smartphone Sony non sono state individuate problematiche della stessa natura, con i nuovi Xperia Z5 che si sono rivelati molto più capaci nel gestire il calore prodotto dalla CPU anche a pieno carico. Lo Z5 Premium è stato ad esempio in grado di registrare un video 4K per 10 minuti senza riscaldarsi, mentre anche le performance in multitasking hanno tratto giovamento dal fatto che il thermal throttling è adesso un lontano e infelice ricordo del passato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cfranco08 Settembre 2015, 08:52 #1
Manca poco che per raffreddare 'sto 810 mettano un noctua dh15 dentro il telefonino
LASCO08 Settembre 2015, 09:01 #2
Chissà perché tutta questa fretta alla Sony.
Solo 4 mesi fa è uscito lo z3+ che neanche si chiama z4 visto le poche innovazioni. Adesso lo z5 che cambia essenzialmente processore e comparto fotografico.

Aspettare altri 2-3 mesi e metterci l'820 che rispetto all'810 performa come cpu il 35% in più, come grafica il 40% in più e con il 30% in più di efficienza energetica?
-BaTaB-08 Settembre 2015, 09:36 #3
Originariamente inviato da: LASCO
Chissà perché tutta questa fretta alla Sony.
Solo 4 mesi fa è uscito lo z3+ che neanche si chiama z4 visto le poche innovazioni. Adesso lo z5 che cambia essenzialmente processore e comparto fotografico.

Aspettare altri 2-3 mesi e metterci l'820 che rispetto all'810 performa come cpu il 35% in più, come grafica il 40% in più e con il 30% in più di efficienza energetica?


Vero, ma considera che magari industrializzare il prodotto gli costa poco visti i piccoli cambiamenti e che gli porterà un bell'incremento di vendite. In più cambiare nome dopo il flop dello z3+ è anche una mossa di marketing.

Per il discorso dell'820, considera che affidarsi a qualcomm è ad oggi un grosso rischio, infatti c'è chi vocifera che anche l'820 sarà un processore difficile da gestire dal punto di vista della dissipazione e che i problemi verranno completamente risolti solo col successore dell'820.

Per capire quanto gravi siano i problemi dell'810, basta pensare che l'unico smartphone in grado di gestirlo è il oneplus 2, ma solo perché tengono spenti 2 core e perché hanno ridotto le frequenze del 10% circa, riducendo così la potenza termica sviluppata di praticamente il 40% e sacrificando però quasi l'equivalente in potenza di calcolo.
demon7708 Settembre 2015, 09:37 #4
Originariamente inviato da: LASCO
Chissà perché tutta questa fretta alla Sony.
Solo 4 mesi fa è uscito lo z3+ che neanche si chiama z4 visto le poche innovazioni. Adesso lo z5 che cambia essenzialmente processore e comparto fotografico.

Aspettare altri 2-3 mesi e metterci l'820 che rispetto all'810 performa come cpu il 35% in più, come grafica il 40% in più e con il 30% in più di efficienza energetica?


Concordo!
E a tutto questo si contrappone un marketing molto scarso che fa andare i prodotti in secondo piano.. ed è un vero peccato perchè i terminali sono molto belli.
s-y08 Settembre 2015, 10:07 #5
e' tuttavia interessante la soluzione adottata, a prescindere da tutte le altre considerazioni. btw resta il fatto che i principi della termodinamica sempre li sono, nel senso che ok il calore lo porti via dalla cpu, ma si spostera' altrove, ed essendo un dispositivo handheld non e' aspetto ininfluente
lucusta08 Settembre 2015, 10:35 #6
se aumenti la superficie/massa il calore trasferito non genera la stessa temperatura.
ad occhio sembra che l'implementazione abbia ridato vita a questa serie di processori, ma e' vero che non riscaldera' piu' oltre il limite di rottura, ma e' anche vero che il consumo sara' sempre elevato.
mettere una dissipazione del genere toglie spazio alla batteria e aumenta considerevolmente il peso (togliendolo quindi alla batteria)...

anche l'820 mi fa' dubitare:
sara' vero che sara' il 30-40% piu' performante dell'810, ma rispetto a quale parametro? considerando l'810 in trotteling per non disintegrarsi o considerandolo a specifica di progettazione? (nel primo caso viaggera' piu' o meno come questo 810 "calmierato", nel secondo sara' sproporzionato come computazione istantanea).
e da qui anche la domanda:
l'820 consumera' il 30% in meno dell'810 per via del processo produttivo, ma ne replichera' le prestazioni in trotteling (unico modo oltre a quello dell'heatpipe di metterlo in un cellulare), o sara' veloce come un 810 a piena frequenza tagliando il consumo del 30%?
nel primo caso... si, si aumentano le prestazioni, ma di poco rispetto anche all'801, andando a guadagnare un po' sui consumi; nel secondo caso il consumo sara' comunque elevato....

credo che questo non sara' una soluzione di raffreddamento isolata.
s-y08 Settembre 2015, 10:42 #7
Originariamente inviato da: lucusta
se aumenti la superficie/massa il calore trasferito non genera la stessa temperatura.


vero, anche se da capire quale sia la temperatura assoluta eventualmente percepita all'esterno. cmq poi se non va piu' in thermal throttling in teoria ne dissipa di piu'
il tutto a bocce ferme, chi provera' riferira'

cmq se prendesse piede questo tipo di soluzione, per quanto interessante ribadisco, potrebbe anche essere un indice che la strada intrapresa e' al limite, o da ripensare
Cfranco08 Settembre 2015, 11:37 #8
Originariamente inviato da: LASCO
Chissà perché tutta questa fretta alla Sony.
Solo 4 mesi fa è uscito lo z3+ che neanche si chiama z4 visto le poche innovazioni. Adesso lo z5 che cambia essenzialmente processore e comparto fotografico.

Aspettare altri 2-3 mesi e metterci l'820 che rispetto all'810 performa come cpu il 35% in più, come grafica il 40% in più e con il 30% in più di efficienza energetica?

Intanto l' 820 fra 3 mesi va in produzione, per vedere uno smartphone dovrai aspettare la prossima primavera

IMHO
Questo Z5 lo hanno buttato fuori perchè si sono resi conto che lo Z3+ è un prodotto bacato e va sostituito con uno che funziona
marchigiano08 Settembre 2015, 14:07 #9
ma quanto è sottile una simile heatpipe?

si sa il tdp e sdp del 820?
globi09 Settembre 2015, 02:02 #10
Di inverno potrebbe fungere da scaldino da tenere in mano o in tasca.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^