Smartphone da 64 MP in arrivo: Samsung annuncia il sensore ISOCELL Bright GW1

Smartphone da 64 MP in arrivo: Samsung annuncia il sensore ISOCELL Bright GW1

Samsung ha annunciato due nuovi sensori d'immagine per smartphone che in qualche modo indicano quello che sarà l'andamento del mercato nel settore

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Telefonia
Samsung
 

Samsung ha annunciato di aver preparato due nuovi sensori ISOCELL per le fotografie degli smartphone. Samsung ISOCELL Bright GW1 è la variante da 64 MP, mentre ISOCELL Bright GM2 supporta una risoluzione massima di 48 MP. In precedenza il produttore offriva sensori da massimo 20 MP per quanto concerne la line-up con pixel da 0,8 micrometri.

I due nuovi prodotti entreranno nella fase di produzione di massa nella seconda metà dell'anno, mentre attualmente Samsung sta mostrando i primi prototipi ai partner commerciali: "Nel corso degli scorsi anni le fotocamere degli smartphone sono diventate lo strumento principale per registrare e condividere i nostri momenti di tutti i giorni", ha commentato Yongin Park di Samsung Electronics. "Con più pixel e tecnologie più avanzate, Samsung ISOCELL Bright GW1 e GM2 porteranno un nuovo livello fotografico sui dispositivi mobile, migliorando e modificando il modo in cui salviamo le memorie delle nostre vite di tutti i giorni".

Samsung ISOCELL Bright GW1 utilizza la tecnologia di pixel-merging Tetracell e può essere utilizzato per realizzare scatti da 16 MP in aree a bassa illuminazione e scatti a 64 MP quando le condizioni di luminosità sono ottimali. L'HDR in tempo reale è di 100 dB, secondo quanto dichiarato dalla compagnia, rispetto ai 120 dB che può dedurre l'occhio umano. In paragone, i sensori d'immagine tradizionali hanno una gamma dinamica di 60 dB, quindi siamo curiosi di vedere come questi numeri si tradurranno nell'esperienza d'uso normale.

Il GW1 utilizza inoltre la tecnologia Dual Conversion Gain (DCG) per gestire la luce in maniera più efficiente. Super Phase Detection (PD), invece, consente la registrazione di video in maniera continua fino a 480 fotogrammi al secondo in slow-motion. Anche il sensore GM2 supporta Tetracell, DCG e SuperPD, con la lista delle tecnologie che rimane invariata rispetto al sensore più definito. Cambia solo la risoluzione, che si ferma a "solo" 48 MP. La disponibilità al pubblico per entrambi dovrebbe essere prevista per fine 2019.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
megthebest10 Maggio 2019, 08:57 #1
Sono numeri che abbindolano solo gli "utonti".
48 o 64Mp che siano, non servono a nulla se usati "tutti" su scatto singolo... se non ad intasare la memoria ed allungare i tempi di elaborazione (e forse a qualcuno che stampa poster 120x70).
Nella migliore delle ipotesi, come dimensioni del sensore, sono le solite capocchie di spillo da 1/2,3".
Va bene che il software e gli algoritmi hanno fatto passi da gigante, ma già l'attuale GM1 sul Note 7 se vedete le foto a 48Mp e provate a zoomarle, non hanno nulla di migliore rispetto alla stessa foto a 12Mp.
Facessero un sensore anche da 100Mp ma lo dichiarassero 12/16Mp reali, con immagini gestibili come dimensioni, e definite sia di giorno, sia di sera
demon7710 Maggio 2019, 09:01 #2
Va beh, premesso ovviamente che scatti a 64 mpx non servono ad una beata fava già quasi su una reflex, figuriamoci il senso che possono avere su un cellulare.
Intressante l'uso con pixel merging per ottenere scatti a 16mpx (che sono comunque una esagerazione per il 99% dell'utenza)

Curioso di vederlo in azione, soprattutto per ciò che riguarda HDR.
nick09110 Maggio 2019, 10:02 #3
I pixel contano come fatto tecnologico, bisogna vedere se e come verranno utilizzati.
Mi sembra molto più promettente la storia dell'HDR, se con questo si intende più o meno la vecchia latitudine di posa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^