Uno sguardo al mercato delle schede video

Uno sguardo al mercato delle schede video

Fotografia dell'attuale situazione di mercato delle schede video. ATI perde qualche punto percentuale a vantaggio di NVIDIA. Intel domina nel settore delle soluzioni integrate

di Andrea Bai pubblicata il , alle 13:03 nel canale Schede Video
NVIDIAATIIntel
 

I recenti studi di Mercury Research mostrano che il divario di market share tra ATI Technologies e NVIDIA Corporation si sta assottigliando, dal momento che la compagnia californiana sta guadagnando terreno su tutti i segmenti di mercato, mentre la compagnia canadese ha perso qualche quota nei segmenti dove tradizionalmente è sempre stata forte. In ogni caso entrambe le compagnie hanno registrato una crescita nelle consegne.

Nel corso dell'ultimo trimestre 2004 le consegne di prodotti per notebook sono cresciute più velocemente rispetto a quelle di prodotti per sistemi desktop, sia nel settore dei chip discreti, sia in quello dei chip integrati. Per quanto riguarda le soluzioni discrete, NVIDIA ha rafforzato la presenza nel segmento notebook arrivando a conquistare il 25% del mercato. Di conseguenza il market share di ATI si è leggermente ridotto a 69%. Sul fronte degli integrati è Intel a guidare il mercato con il 72% di market share, guadagnando 11 punti percentuali, mentre ATI è relegata al 19% del mercato.

Le cause della leggera flessione di ATI possono essere indivduate nella parziale impossibilità di consegnare sufficienti volumi di prodotti realizzati con processo Low-k; la compagnia stessa ha ammesso di aver avuto volumi di produzione bassi per chip realizzati a 0.13 micron con tecnologia low-k. La compagnia ha comunque in programma nel prossimo trimestre di spingere la produzione impiegando il processo a 0.11 micron.

Intel Corporation continuerà a rafforzare la propria presenza nel settore delle soluzioni integrate, graze anche alla recente presentazione del chipset Alviso per le nuove piattaforme mobile, il cui sistema video integrato offre, almeno sulla carta, le medesime funzionalità di soluzioni ATI e NVIDIA.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
eltalpa26 Gennaio 2005, 13:27 #1
Niente di nuovo invece sul fronte taiwanese (XGI e co?)
seccio26 Gennaio 2005, 13:59 #2
la difficoltà di reperibilità delle X800 si riflette in modo evidente sul confronto con nVidia....
Credo che questa volta Ati abbia sbagliato più di una cosa....prima di tutto ha sottovalutato troppo l'nV40....e poi ha voluto accelerare i tempi per contrastare nVidia....

ma nn ha pensato proprio alle scorte...e alla produzione dei chip con LowK...peccato davvero.
JohnPetrucci26 Gennaio 2005, 14:45 #3
Non mi pento affatto di aver lasciato Ati per puntare alla 6800 ultra.
Piu' trasparenza nei settaggi e funzionalità dei driver assieme a funzioni evolute come gli shader 3.0, seppur questi ultimi ancora non sfruttati a dovere
Basta guardare il demo di unreal 3.
E aggiungo anche che la migliore partnership con gli sviluppatori è tutta a vantaggio di chi possiede Nvidia.
D'altro canto lascio una funzione semi inutilizzata come il truform, e un antialaising temporal che un pò rimpiango.
bt5226 Gennaio 2005, 14:57 #4
A mio parere ATI stà pagando il caos generato dai tanti modelli molto simili tra di loro attualmente in commercio che spesso disorientano chi ha neccessità di acquistare una scheda video.
21326 Gennaio 2005, 15:17 #5
[quote]
Basta guardare il demo di unreal 3.
E aggiungo anche che la migliore partnership con gli sviluppatori è tutta a vantaggio di chi possiede Nvidia.
[quote]

E' anche risaputo però che HL2 girà molto meglio su schede video ATI, quindi ciò sta a significare che alcuni giochi sono più "portati" per una casa, altri per l'altra. Non mi è sembrato finora che NVidia prevalga su ATI, casomai si può dire che c'è una situazione di perfetta parità. Gli shader 3.0 probabilmente verranno integrati da ATI in uno dei suoi prossimi chipset, ma per ora, anche se li avessi implementati non sarebbero serviti. Poi non è neppure un discorso di longevità, visto che una scheda video diventa vecchia molto in fretta ....
Motosauro26 Gennaio 2005, 15:23 #6
Painkiller Battle out of Hell fa uso degli shader 3.0 se non erro, il che significa che tra qualche mese li vedremo implementati in più di un gioco: figurati se Nvidia non paga qualche team di sviluppo...
Btw Riddick usa le softshadows se si ha una geffo 6x00

Hl2 gira meglio sulle ati perché ati ha pagato Valve: in una economia di mercato è una mossa logica e permessa
holydio26 Gennaio 2005, 16:17 #7

Meglio? ma che senso ha?

Io gioco a 2048x1536 ad half life2 4x e 8x dettagli al massimo ho "abbassato" a 1900 per un po' piu' di velocità e nn tirare troppo la scheda. Io posseggo una 6800 ultra. che senso ha che giri meglio su ati? Inoltre a doom3 la 6800 ultra nn mi è sembrata affatto molto performante rispetto a quello che era stato scritto. Quindi se la ati va meno in doom 3 in proporzione direi che la scelta ricade di logica su nvidia. Poi shader 3.0 4.0 10.0 finchè nn ci sono applicazioni nn hanno senso. quando ci saranno le applicazioni nn avrà piu' senso la 6800 ultra.
Saluti
nonikname26 Gennaio 2005, 16:19 #8
Gli shader 3.0 probabilmente verranno integrati da ATI in uno dei suoi prossimi chipset, ma per ora, anche se li avessi implementati non sarebbero serviti. Poi non è neppure un discorso di longevità, visto che una scheda video diventa vecchia molto in fretta ....


Infatti a maggio ATI presenterà l'R520 : shader 3.0 e 32 bit di precisione (floating point) sulle pipeline.... stesse caratteristiche della "vecchia" NV40...(tutto ad un tratto ora servono )

http://www.theinquirer.net/?article=20896
JohnPetrucci26 Gennaio 2005, 16:53 #9

E' anche risaputo però che HL2 girà molto meglio su schede video ATI, quindi ciò sta a significare che alcuni giochi sono più "portati" per una casa, altri per l'altra. Non mi è sembrato finora che NVidia prevalga su ATI, casomai si può dire che c'è una situazione di perfetta parità. Gli shader 3.0 probabilmente verranno integrati da ATI in uno dei suoi prossimi chipset, ma per ora, anche se li avessi implementati non sarebbero serviti. Poi non è neppure un discorso di longevità, visto che una scheda video diventa vecchia molto in fretta ....


Anche i 64 bit di Amd pare non servano, vistI gli applicativi attuali.
E' anche vero però che se spendo 550 eurozzi, preferisco avere tecnologia più avanzata a parità di prezzo, pur se non ancora utilizzata a dovere.
Inoltre leggiti su tom's hardware l'analisi di filtraggio trilineare di Ati, che col suo "brilineare" (UNA VIA DI MEZZO TRA TRIL. E BIL.) rifila ai suoi clienti funzioni non disattivabili e mirate a taroccare le prestazioni.
Nvidia insegna..... E RIMEDIA......ATI SEGUE E NON RIMEDIA.
seccio26 Gennaio 2005, 17:12 #10
Originariamente inviato da JohnPetrucci

Nvidia insegna..... E RIMEDIA......ATI SEGUE E NON RIMEDIA.


beh dai questa l'hai tirata grossa....

al di là del fatto che le schede TOP attualmente si eguagliano ...nn mi pare che Ati sia tecnologicamente agli antipodi di nVidia , certo ha qualcosa in meno , ma è stato anche dimostrato che quelle ottimizzazioni nn creano alcun degrado grafico....su questo punto ti stai sbagliando di grosso con nVidia..era lei che abbassava dettagli e tutto per cheattare.nn ATi.

insegnare poi cosa??guarda che nVidia esce da un momento brutto dove ha ben poche cose da insegnare....da schede flop , a schede forno , a schede che erano spacciate per full DX9....

Quindi , ti prego , era prevedibilissimo che NV40 sarebbe stato un prodotto valido ...ottimo...ma nVidia nn ha proprio niente da insegnare a nessuno perchè finora è stata ATi il punto di riferimento tecnologico...e nonostante adesso sia in svantaggio nn è certo nella situazione che Nvidia si è creata con le sue mani in questi 2 anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^