Microsoft: il 50% dei data center alimentati da energia solare, eolica e idroelettrica entro il 2018

Microsoft: il 50% dei data center alimentati da energia solare, eolica e idroelettrica entro il 2018

La casa di Redmond fa il punto sui rinnovati investimenti nel settore delle energie rinnovabili. Entro la fine del 2018 il 50% dell'energia utilizzata dai data center proverrà da fonti rinnovabili, percentuale destinata a raggiungere il 60% all'inizio della prossima decade.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Sistemi
Microsoft
 

Data center sempre più green per un futuro più luminoso, è con questa frase che Microsoft apre il suo intervento, pubblicato nelle scorse ore nel blog ufficiale, con il quale fa il punto sui rinnovati investimenti nelle energie rinnovabili. Interventi realizzati con l'obiettivo di rendere maggiormente ecosostenibili le attivita svolte tramite la sua articolata rete di data center, sempre più presenti e strutturati a livello mondiale.

data center

Microsoft ha confermato che continuerà ad investire nel settore delle energie rinnovabili per ridurre l'impatto ambientale dei data center ed ha fornito una road-map dei progressi previsti per i prossimi anni. Oggi, afferma Microsoft, tutti i data center sono a zero emissioni (carbon neutral), fanno uso di fonti di energia rinnovabili e circa il 44% dell'energia elettrica utilizzata proviene da fonti eoliche, solari ed idriche.

L'obiettivo di Microsoft è quello di incrementare tale percentuale portandola al 50% entro la fine del 2018 e al 60% all'inizio del prossimo decennio, continuando a migliorare, parallelamente un altro importante parametro considerare realmente "green" un data center, ovvero l'efficienza energeticaMicrosoft conferma, inoltre, importanti investimenti nelle nuove tecnologie energetiche, come quelle dei biogas e delle celle a combustibile che, in futuro, potrebbero essere affiancate alle tradizionali fonti rinnovabili ora utilizzate. 

Nel fare il punto della situazione, Microsoft chiarisce poi i principi che guideranno gli interventi volti a rendere sempre più ecosostenibile l'attività di impresa: agli investimenti in ricerca e sviluppo ed agli sforzi per accelerare la transizione verso un'infrastruttura alimentata da energia "pulita", si somma la promessa di operare in maniera trasparente, che si concretizzerà in un apposito rapporto pubblicato annualmente. 

Il rapporto conterrà i dati sul consumo totale di energia e sul consumo di energia riconducibile alle singole aree geografiche, chiarirà come è composta la combinazione di fonti di energia rinnovabili (eolica, solare, etc.), l'impatto del modello a zero emissioni e i nuovi investimenti effettuati. Un modus operandi indubbiamente apprezzabile quello di Microsoft, tenuto conto del ritmo con cui i data center si moltiplicano per soddisfare l'esigenze di un mercato hi-tech sempre più proiettato verso il cloud computing.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^