Batterie con virus: più efficienti e pulite?

Batterie con virus: più efficienti e pulite?

Il MIT ha messo a punto una tecnica che prevede l'impiego di virus per la costruzione degli elettrodi delle batterie. Il processo di produzione pare essere a bassissimo impatto, ma quanto è sicura una batteria di questo tipo?

di pubblicata il , alle 16:52 nel canale Sistemi
 

Ancora novità in merito alle tecnologie di produzione delle batterie: un gruppo di ricercatori del MIT ha dimostrato di poter impiegare un virus geneticamente modificato per costruire gli elettrodi negativi e positivi di una batteria agli ioni di litio.

Angela Belcher, coordinatrice del progetto, illustra come sia possibile produrre tali elettrodi a temperatura ambiente, con un processo economico e piuttosto semplice che non richiede l'impiego di solventi. Belcher dichiara inoltre che i materiali impiegati per la produzione di questo tipo di batterie non sono tossici.

Gli ioni di litio presenti nelle più comuni batterie ad oggi in circolazione si spostano dall' anodo, elettrodo carico negativamente e di norma realizzato in grafite, verso il catodo, elettrodo carico positivamente e realizzato in ossido di cobalto o fosfato di litio-ferro.

Tre anni fa lo stesso gruppo di ricerca ha documentato la produzione di un anodo utilizzando un virus modificato capace, ricoprendosi di ossido di cobalto e oro, di autoassemblarsi per formare un nanocavo. Con quest'ultimo lavoro il gruppo si è concentrato sulla realizzazione di un catodo che potesse essere utilizzato con l'anodo precedentemente creato. Il catodo è, di norma, più difficile da realizzare perché deve essere altamente conduttivo per poter avere un elevato trasferimento elettronico e, paradossalmente, i materiali maggiormente adatti alla realizzazione di un catodo sono altamente isolanti.

Per raggiungere tale obiettivo i ricercatori hanno realizzato geneticamente un virus in grado di ricoprirsi autonomamente con fosfato di ferro e successivamente in grado di "raccogliere" una piccola quantità di nanotubi di carbonio per creare una rete di materiale ad alta conducibilità. Gli elettroni possono così muoversi lungo queste reti ad elevata velocità.

Questa tecnica consente di incrementare in maniera considerevole la conducibilità del catodo senza incrementare significativamente il peso della batteria. I test di laboratorio hanno dimostrato come le batterie realizzate con questa nuova tecnica sono in grado di affrontare fino a 100 cicli completi di carica-scarica senza che la capacità della batteria stessa venga intaccata. Attualmente le batterie realizzate in maniera tradizionale sono in grado di sostenere un maggior numero di cicli completi, ma i ricercatori affermano che si tratta solamente di questione di tempo per produrre una batteria confrontabile con le attuali batterie al litio.

La scorsa settimana il presidente del MIT ha mostrato un prototipo di questa particolare batteria ad un press briefing con la Casa Bianca, dove anche il presidente Obama ha parlato della necessità di fondi federali per l'avanzamento delle tecnologie pulite.

Ora, sebbene i ricercatori del MIT dichiarino che la produzione di queste batterie avvenga con materiali non tossici e per quanto il virus impiegato sarebbe un comune batteriofago innocuo per l'uomo, sarebbe opportuno disporre di qualche rassicurazione in più in merito all'effettiva non tossicità di una batteria di questo tipo, soprattutto nel caso in cui (ammesso e non concesso che venga messa in produzione) non venga smaltita in maniera consona.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Damy0606 Aprile 2009, 16:55 #1
che spettacolo, è praticamente la svoltaaa
fabri8506 Aprile 2009, 17:02 #2
basta che se il vicino-ignorante tiene la batteria dentro il microonde acceso tutto il palazzo (o la città deve essere messo in quarantena
s12a06 Aprile 2009, 17:05 #3
Non sono un esperto, ma sapevo che i virus possono evolversi/mutarsi, che sono piuttosto insidiosi. Sicuri che non ci sarebbero problemi in caso di "fuga di materiale" dalle batterie? E` una domanda, non una polemica.
MaxFactor[ST]06 Aprile 2009, 17:11 #4
Tranquillo, è una domanda lecita!
Me lo chiedo appunto anche io!
Sarà che di film ne ho visti anche troppi, ma l'esercito delle dodici scimmie mi inquieta!
gabi.243706 Aprile 2009, 17:14 #5
Originariamente inviato da: s12a
Non sono un esperto, ma sapevo che i virus possono evolversi/mutarsi, che sono piuttosto insidiosi. Sicuri che non ci sarebbero problemi in caso di "fuga di materiale" dalle batterie? E` una domanda, non una polemica.


Io sapevo anche che evolvono/mutano quotidianamente in tutto il mondo... ma siamo ancora vivi

Non è che quelli nella batteria dicono "noi dobbiamo essere i virus cattivi, al lavoro" e sono speciali...
leolas06 Aprile 2009, 17:17 #6
Originariamente inviato da: s12a
Non sono un esperto, ma sapevo che i virus possono evolversi/mutarsi, che sono piuttosto insidiosi. Sicuri che non ci sarebbero problemi in caso di "fuga di materiale" dalle batterie? E` una domanda, non una polemica.


i virus mutano di continuo, ma io non vedo motivo di preoccuparsi perchè una mutazione diventa pericolosa se è una mutazione favorevole ai virus, e sfavorevole a noi.
I virus sono tantissimi, ma non tutti sono pericolosi per noi, perchè magari qualcuno ha delle mutazioni genetiche che potrebbero eessere dannose per l'uomo, ma magari lo svantaggia da altri lati e quella generazione muore subito.. E non è che un virus muta sempre a svantaggio dell'uomo, c'è un virus in turchia che potrà diventare potenzialmente pericoloso per l'uomo tra anni a causa di recenti mutazioni, ma è una cosa che ha bisogno di anni, in genere..

Se si ha paura di batterie "virali", allora non si può andare in un qualunque ambiente in cui potenzialmente potrebbero esserci virus.. Ovvero.. boh, potremmo provare a vivere in cubi sterilizzati


Inoltre, il problema dei virus è che una volta all'interno del corpo umano, mutano parecchio, soprattutto i retrovirus, e prendono la membrana plasmatica della cellula infettata per non farsi riconoscere come estranei da altre cellule. Non è tanto la mutazione "esterna" a rendere le cose difficili

Dubito che possano far male se ci hanno messo virus non dannosi per l'uomo.. e poi, anche se fosse il virus dell'AIDS, dubito che una persona si ficcherebbe una batteria su per il


ps: domanda lecitissima

edit: pps: ho appena scoperto di aver scritto anche un pò di semi-cavolate rileggendo il libro di scienze
s12a06 Aprile 2009, 17:17 #7
Originariamente inviato da: MaxFactor[ST]
Tranquillo, è una domanda lecita!
Me lo chiedo appunto anche io!
Sarà che di film ne ho visti anche troppi, ma l'esercito delle dodici scimmie mi inquieta!


E` che ad esempio per i nanotubi si ipotizza che possano essere cancerogeni se inalati in forma aerea, ma il loro utilizzo all'interno di processori e circuiti elettronici sotto forma di solidi piuttosto resisenti li rende comunque piuttosto sicuri anche nell'eventualita` che facciano davvero cosi` male. Ma le batterie? Non sono infrequenti i casi di perdite o anche esplosioni, e se tali virus non sono pericolosi per l'uomo, potrebbero esserlo per piante od animali, considerato anche che, in base alle mie limitate conoscenze in merito, possono mutarsi ed adattarsi ai vari habitat e moltiplicarsi.

Ipotizzo che abbiano previsto questo rischio e che questi virus siano stati ingegnerizzati in maniera da eliminare questi inconvenienti, eliminando tali tratti e comportamenti dal loro codice genetico (dopotutto sono organismi piuttosto semplici). Non sono disponibili molti dettagli pero`.
NLDoMy06 Aprile 2009, 17:18 #8
complimenti lol, ma chi glielo dice ai "colossi" di cambiare tecnologia?

cmq sarebbe forte il virus che fuoriuscisse dalla batteria scatenando un finimondo come nel gioco pandemic 2 di kongregate ghghgh
hermanss06 Aprile 2009, 17:19 #9
Poveri esseri!
Cos'hanno fatto di male?
sniperspa06 Aprile 2009, 17:19 #10
Per caso la ricerca la fanno all'Umbrella corporation?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^