Windows 10 Anniversary Update: problemi con i Kindle e PowerShell

Windows 10 Anniversary Update: problemi con i Kindle e PowerShell

L'elenco di bug noti presenti nelle più recenti versioni del sistema operativo Windows 10 aggiornato con l'Anniversary Update proseguono con le segnalazioni dei problemi di connessione con i dispositivi Kindle e il bug che impedisce il corretto utilizzo di PowerShell nella recente build 14393.82

di Salvatore Carrozzini pubblicata il , alle 12:01 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

Windows 10 Anniversary Update, il nuovo major update del sistema operativo Windows 10 in distribuzione dall'inizio di agosto, oltre ad una consistente serie di novità, ha portato con sé anche alcuni bug piuttosto rilevanti. Dopo le segnalazioni dei problemi riscontrati con l'utilizzo delle webcam, che inizieranno ad essere corretti a partire da settembre (ved. precedente articolo), si aggiungono alla lista due nuovi bug che interessano la connessione ai dispositivi Kindle e l'utilizzo di PowerShell, la shell a riga di comando e il linguaggio di scripting che Microsoft ha recentemente reso open source.

kindle

Windows 10 Anniversary Update e crash con gli eReader Kindle

Il primo problema si può verificare connettendo un eReader Kindle, come il Paperwhite o il Voyage, al PC aggiornato a Windows 10 Anniversary Update: il collegamento determina il crash del sistema con la conseguente visualizzazione della classica schermata blu. Dopo le prime segnalazioni, Microsoft è intervenuta rilasciando la seguente dichiarazione a ZDnet

Siamo consapevoli di un problema relativo ad un ristretto numero di Kindle Paperwhite e Voyager che può causare un comportamento imprevisto quando sono connessi ad un dispositivo Windows 10 dopo l'installazione dell'Anniversary Update. Stiamo attualmente lavorando ad un aggiornamento per risolvere questo problema. 

Il problema, secondo la dichiarazione di Microsoft, sembra essere limitato ad un piccolo numero di eReader di Amazon e, per il momento, non vengono citati altri modelli oltre al Paperwhite e al Voyager. Di fatto, sino al rilascio della patch correttiva il trasferimento degli eBook dall'eReader al PC potrebbe risultare abbastanza complicato per alcuni utenti, come suggeriscono le segnalazioni riportate nel forum di supporto. Nonostante i vari tentativi compiuti per stabilire la connessione tra Kindle e PC - anche cambiando porta USB e provando a riavviare il sistema - il risultato non cambia: schermata blu. Per il momento, non esiste un workaround provvisorio in attesa della patch ufficiale. 

PowerShell: DSC (Desired State Configuration) e Implicit Remoting non funzionante su Windows 10 AU build 14393.82

Il recente aggiornamento di Windows 10 Anniversary Update alla build 14393.82 - introdotta con l'aggiornamento cumulativo KB3176934 - ha determinato il non corretto funzionamento di un elemento fondamentale di PowerShell, ovvero il DSC (Desired State Configuration) le cui risorse possono essere impiegate per gestire e configurare un insieme di computer automaticamente.

Microsoft anche in questo caso afferma di essere al corrente del problema ed ha chiarito le ragioni che lo hanno causato legate al mancato inserimento del file .MOF nella più recente build di Windows 10 AU. Come effetto, tutte le operazioni compiute con DSC restituiranno l'errore "Invalid Property".  

A causa dell'assenza di un binario nell'ultima build, aggiunge Microsoft, non risulta funzionante nemmeno l'Implicit Remoting, una feature che consente di eseguire i comandi di PowerShell in una sessione remota piuttosto che localmente. 

La soluzione proposta da Microsoft per ovviare ai problemi descritti per il momento sono esclusivamente  dei palliativi, in attesa di un aggiornamento correttivo che sarà disponibile a partire dal 30 agosto prossimo Nello specifico, 

  • Se si utilizza DSC da o su qualsiasi client Windows disinstallare l'aggiornamento eseguendo il comando wusa /uninstall /kb:3176934 da PowerShell (con privilegi di amministratorie)
  • Se si utilizza WSUS non approvare l'aggiornamento
Bug piuttosto gravi per chi utilizza PowerShell che sono riusciti a superare la fase di test svolta anche in forma pubblica con la collaborazione degli Insider e determinati da errori - la mancata inclusione di due file - che potevano, forse, essere facilmente evitati. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ianpaice26 Agosto 2016, 12:03 #1
io ho riscontrato anche problemi con steam, praticamente non mi caricava più il negozio, se mettevo in modalità big picture allora andava, ma in modalità normale si piantava, tornando alla vecchia versione di windows invece tutto ok
Jones D. Daemon26 Agosto 2016, 12:08 #2
Per la Redazione: è possibile inserire tra i problemi riportati nell'articolo la totale impossibilità per ora di far scaricare da un server WSUS gli aggiornamenti cumulativi ai client con la versione 1607 di Windows 10?
Apix_102426 Agosto 2016, 12:21 #3
e poi si dovrebbe abbandonare Windows 7??? ma non fatemi ridere su....
forse tra 1 anno lo farò, ma adesso è ancora troppo "acerbo" come so e la voglia di smanettamenti m'è bella che passata.
quando metto un SO esigo che sia stabile e funzionale al 100% visto che Windows 7 lo è
azi_muth26 Agosto 2016, 12:39 #4
Il bug che impediva il corretto riconoscimento dei Kindle è già stato risolto con l'aggiornamento KB3176934 & KB3176936
giuliop26 Agosto 2016, 13:01 #5
Originariamente inviato da: Apix_1024
e poi si dovrebbe abbandonare Windows 7??? ma non fatemi ridere su....
forse tra 1 anno lo farò, ma adesso è ancora troppo "acerbo" come so e la voglia di smanettamenti m'è bella che passata.
quando metto un SO esigo che sia stabile e funzionale al 100% visto che Windows 7 lo è


Il fatto è che con questa frequenza di aggiornamento, che è parte del nuovo modello Microsoft che non prevede più alcuna major release, è possibile che la stabilità di Windows 7 non si raggiunga mai, perché il tempo per testare tutte le modifiche non c'è fisicamente; il rischio è quello che Windows 10 resterà perennemente in uno stato a livello di beta.
Lithium_2.026 Agosto 2016, 13:25 #6
è un SO perennemente in beta, a seconda dei casi ci saranno utenti che non riscontrano il minimo problema e altri che bestemmiano per bug fastidiosi... io a casa sto usando 10 al momento e non ho problemi gravi ma non è che sia soddisfatto al 100%, penso di tornare a 7 oppure passo a 8.1 entro fine anno
Persilù26 Agosto 2016, 13:28 #7
Originariamente inviato da: giuliop
Il fatto è che con questa frequenza di aggiornamento, che è parte del nuovo modello Microsoft che non prevede più alcuna major release, è possibile che la stabilità di Windows 7 non si raggiunga mai, perché il tempo per testare tutte le modifiche non c'è fisicamente; il rischio è quello che Windows 10 resterà perennemente in uno stato a livello di beta.


E questa, francamente è la cosa che mi fa più paura...
Eress26 Agosto 2016, 14:00 #8
Originariamente inviato da: giuliop
Il fatto è che con questa frequenza di aggiornamento, che è parte del nuovo modello Microsoft che non prevede più alcuna major release, è possibile che la stabilità di Windows 7 non si raggiunga mai, perché il tempo per testare tutte le modifiche non c'è fisicamente; il rischio è quello che Windows 10 resterà perennemente in uno stato a livello di beta.

Come scrivevo qualche giorno fa dopo gli sfracelli di AU, se non cambiano
strategia, W10 è destinato a rimanere in beta per sempre. Ma del resto W10 è nato con questa caratteristica e sarebbe un rinnegare tuto da parte di MS. Prevedo tempi sempre più duri, tra bestemmie e imprecazioni, per gli utenti di 10
Apix_102426 Agosto 2016, 14:24 #9
Originariamente inviato da: giuliop
Il fatto è che con questa frequenza di aggiornamento, che è parte del nuovo modello Microsoft che non prevede più alcuna major release, è possibile che la stabilità di Windows 7 non si raggiunga mai, perché il tempo per testare tutte le modifiche non c'è fisicamente; il rischio è quello che Windows 10 resterà perennemente in uno stato a livello di beta.


be chi è che non vuole mettere un SO beta x lavorarci e/o cazzeggiare?
ma son proprio delle belle teste del menga valà. e puntano sul miliardo di installazioni.... avanti tutta, è solo un rumorino... cit.
igiolo26 Agosto 2016, 14:53 #10
Originariamente inviato da: Jones D. Daemon
Per la Redazione: è possibile inserire tra i problemi riportati nell'articolo la totale impossibilità per ora di far scaricare da un server WSUS gli aggiornamenti cumulativi ai client con la versione 1607 di Windows 10?


vero, anche io ho selezionato nel catalogo anche, l'AU ma niente, non la distribuisce.
fondamentalmente credo sia legato all'EDS, e di una patch che permetta ai wsus di decrittare e distribuire gli update x windows server 2012 e anniversary update....
se ci capisci tu fai un fischio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^