SpaceX, cresce la pattuglia Starlink: altri 58 satelliti in orbita (e 3 SkySat)

SpaceX, cresce la pattuglia Starlink: altri 58 satelliti in orbita (e 3 SkySat)

SpaceX ha lanciato con successo grazie al razzo Falcon 9 altri 58 satelliti della costellazione StarLink, insieme a tre satelliti SkySat. Il lancio avviene a meno di 10 giorni dal precedente.

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

SpaceX ha completato nella giornata di ieri il lancio di 58 nuovi satelliti della costellazione Starlink grazie al razzo Falcon 9. L'obiettivo di Starlink è portare connettività ad alta velocità sull'intero pianeta, con decine di migliaia di satelliti in orbita nel corso del decennio; siamo già a oltre 400. Particolarità di questo lancio è stata la presenza a bordo anche di tre satelliti SkySat di Planet Labs, cosa che ha comportato il lancio di due Starlink in meno dato che se ne possono inviare 60 alla volta.

I satelliti di Planet Labs fanno parte della costellazione SkySat, formata da poco più di una dozzina di satelliti di dimensioni simili a quelle di una lavatrice che catturano immagini ad alta risoluzione del nostro pianeta. Altri tre satelliti SkySat saliranno sul prossimo lancio di SpaceX previsto per luglio. Un altro elemento interessante è che si tratta del secondo lancio di satelliti Starlink in meno di 10 giorni, segno che tutto sta andando per il meglio. Il razzo Falcon 9 è tornato senza problemi sulla Terra, atterrando sulla piattaforma "Of Course I Still Love You" nell'oceano Atlantico. Potete vedere le diverse fasi della missione sull'account Twitter di SpaceX.

SpaceX ha aperto un sito web dedicato a Starlink in cui è possibile registrarsi per avere notizie sulla disponibilità del servizio di connettività nella propria area. L'azienda di Elon Musk ha intenzione di condurre test privati nel corso dell'estate, per poi passare a una fase di test pubblico, inizialmente negli Stati Uniti e Canada. Diversamente dall'Internet satellitare "tradizionale", con satelliti posti in orbita geostazionaria a 36.000 km, le soluzioni Starlink di SpaceX sono poste in orbita terrestre bassa a diverse "altezze": 340 km, 550 km e 1150 km. La minore distanza dovrebbe garantire una velocità di collegamento migliore.

Due settimane fa SpaceX ha lanciato le prime due persone in orbita, i veterani della NASA Bob Behnken e Doug Hurley portando sulla ISS con la capsula Crew Dragon. L'azienda si dice ora concentratissima sul progetto StarShip che ci riporterà sulla Luna (e oltre).

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
phmk14 Giugno 2020, 14:44 #1

Sai che ping...

Intanto come prevedibile Galileo..non se lo c..a nessuno...
I soldi più "buttati" della storia europea
marcram14 Giugno 2020, 15:18 #2
Originariamente inviato da: phmk
Sai che ping...


Sotto i 20 ms, perché?
eureka8514 Giugno 2020, 15:57 #3
Tra qualche anno quante "lavatrici" cadranno sulle nostre teste !!
aleardo14 Giugno 2020, 16:06 #4
Originariamente inviato da: marcram
Sotto i 20 ms, perché?

Forse ricordava i satelliti posti in orbita geostazionaria a 36.000 km, che ovviamente causavano una latenza elevata.
Axios200614 Giugno 2020, 16:14 #5
Originariamente inviato da: eureka85
Tra qualche anno quante "lavatrici" cadranno sulle nostre teste !!


Credo e spero siano piu' piccole di una lavatrice... e in caso di caduta si disintegrino.

Mi chiedo piuttosto con migliaia di tostapane volanti come si osservera' il cielo con i telescopi. Una macchietta di queste puo' togliere visibilta' a intere porzioni di volta celeste...
niky8914 Giugno 2020, 18:32 #6
Originariamente inviato da: eureka85
Tra qualche anno quante "lavatrici" cadranno sulle nostre teste !!


Ne hanno già fatti deorbitare tre, quanta gente è morta?
Anche la Mir se non sbaglio è precipitata su Manhattan.
WarSide14 Giugno 2020, 19:51 #7
Originariamente inviato da: eureka85
Tra qualche anno quante "lavatrici" cadranno sulle nostre teste !!


Ormai leggo il post e so che li hai scritti tu

Usi una lavatrice industriale a casa tua? Ogni starlink pesa 260kg


Comunque sarò buono e voglio darti una ragione per non uscire mai più di casa a piedi e comprare un bel mezzo blindato.

Devi sapere che ogni anno rientrano in atmosfera circa 100 tonnellate di spazzatura spaziale (vecchi satelliti & co).
Qualche incidente documentato si è verificato negli anni '70/80. Tra questi se non sbaglio c'è lo Skylab che nell'80 piombò su una mucca (ammazzandola) in Australia. L'Australia poi multò gli USA per aver scaricato rifiuti illegalmente sul suolo australiano

Ma le possibilità che ti cada qualcosa in testa proveniente dallo spazio è risibile. Se abiti in prossimità di un aereoporto, è più facile essere beccato in testa dai rifiuti congelati dei bagni chimici di un aereo che da un satellite (CSI docet)

Adesso vai e comprati un bel mezzo corazzato. Anche un bell'ombrello di cemento armato potrebbe funzionare
WarSide14 Giugno 2020, 19:52 #8
Originariamente inviato da: niky89
Anche la Mir se non sbaglio è precipitata su Manhattan.


Ehm, no. La mir fu fatta cadere in mezzo all'oceano.
niky8914 Giugno 2020, 19:53 #9
Originariamente inviato da: WarSide
Ehm, no. La mir fu fatta cadere in mezzo all'oceano.


Era sarcastico
WarSide14 Giugno 2020, 19:55 #10
Originariamente inviato da: niky89
Era sarcastico


Ops, sorry. C'è gente che crede a cose più assurde di quella, quindi ormai non riesco pià a distinguere chi fa ironia da chi è serio senza emoji di sorta

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^