SuSE Linux Wine Rack: applicativi win in ambiente Linux

SuSE Linux Wine Rack: applicativi win in ambiente Linux

SuSE Linux si appresta a rilasciare un add-on per la sua ultima distribuzione, che permette di utilizzare applicativi windows sotto linux

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 14:45 nel canale Programmi
WindowsMicrosoft
 

SuSE Linux si appresta a rilasciare un add-on per la sua ultima distribuzione, che permette di utilizzare applicativi windows sotto linux.
Già alcuni prodotti SuSE permettono tale opzione, utilizzando CrossOverOffice; ricordiamo ad esempio SuSE Linux Desktop da noi recensita qualche tempo fa, in cui l'installazione e l'utilizzo di Photoshop 7 ci ha lasciato sbalorditi.

Il nuovo applicativo (che costerà circa 40 Euro) trae le sue origine dal software WINE, arcinoto agli utenti Linux, che permette di eseguire applicativi per Windows su macchine Linux; nella sua forma originale, wine richiede non poca perizia nella fase di configurazione ed in alcuni casi è veramente difficile raggiungere livelli di stabilità operativa decenti.

SuSE ha investito nell'ottimizzazione e nel tweaking, tanto da garantire la piena operatività a Microsoft Office 97/2000/XP), Visio 2000, Intuit Quicken, Apple Quick Time, Adobe Photoshop 7.0, e IBM Lotus Notes.

Il rilascio di questo applicativo è un' ulteriore passo verso la massiccia diffusione di Linux in ambito desktop, infatti la possibilità di utilizzare applicativi ormai stranoti e diffusissi anche sotto linux è un notevole vantaggio, che permette la migrazione di sistema operativo anche ad utenti "refrattari" ad imparare nuovi applicativi.

Attendiamo da SuSE Italia ulteriori dettagli.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
il conte25 Novembre 2003, 15:46 #1

40€?!

Almeno la versione home potevano metterla ad un prezzo "politico", chessò... 10€ e lasciare questa per gli uffici... Mah, speriamo che il pinguino non si finestrizzi troppo... Ed io linux manco lo uso (ancora troppo "difficile" :P )!
Serialcycler25 Novembre 2003, 16:27 #2
Una gran bella trovata per acquisire mercato strizzando l'occhio a Microsoft.
Il massimo sarebbe un Excel multipiattaforma.
Ad ogni modo in un mondo in cui Linux è a pagamento (Suse) questo add-on dovrebbe essere proposto incluso nella distro per uso ufficio e a prezzo "politico" per l'utenza "home" ed "educational".
stefanogiron25 Novembre 2003, 18:07 #3
Mi ricorda tanto OS/2 WARP 3.x.
IBM ha fatto il possibile per cercare di far migrare gli utenti a OS/2 dicendo che potevano usare gli applicativi per Windows. Alla fine gli utenti sono migrati si, ma a Windows, perchè c'erano più problemi che pregi e gli sviluppatori continuavano a non produrre software per OS/2. Mi sa che la storia si ripete.
Per potersi affermare una piattaforma deve avere software scritto appositamente per lei. Tutte le altre soluzioni, se non perfette al 100%, portano l'utente a optare per la piattaforma già affermata.
Dite a voi ad un utente aziendale e non che deve avere pazienza se office o un altro software ogni 3 per 2 si pianta perchè l'emulatore non è al 100% compatibile? I miei mi sputerebbero in un occhio :-(


homero25 Novembre 2003, 19:05 #4
pienamente d'accordo, la morte di un sistema operativo avviene quando si cerca la compatibilita' con un altro...
se adobe ha reputato sconvenienteprodurre photoshop 7 sotto linux, se i vari openoffice/staroffice non riescono a rivalere con i prodotti microsoft, se ancora oggi configurare tutte le applicazioni con un decente spool di stampa sotto linux richiede 1 giorno di lavoro e una settimana di test, se gestire modem usb e' spesso una chimera....vuol dire che linux non e' e non sara' mai un desktop system.
adesso volete camuffare la realta'?!?! bene....fatelo...
la storia non perdona, e' stato cosi' per tutti gli OS che hanno intrapreso la strada della emulazione....e parlo con una percentuale del 100%
wine e cross sono utili in ambiti ristretti ma non certo per le general purpose...
non faccio questioni di prezzo fosse anche gratis e solo che funziona quasi bene quasi compatibile quasi integrato, insomma all in all e' un "QUASI SISTEMA" negli uffici i "QUASI SISTEMI NON SERVONO A NULLA", tanto che nel 99% degli uffici che usano linux e' presente anche una o due stazioni windows.
pensasse la suse a migliorare gli spool di stampa altro che windows compatibility...
hardskin125 Novembre 2003, 19:14 #5
Strada sbagliata, decisamente la strada sbagliata.
(ovviamente IMO)
synchronicity25 Novembre 2003, 19:54 #6
se i vari openoffice/staroffice non riescono a rivalere con i prodotti microsoft

Che brutto verbo..."Rivalere"...non é forse meglio (e giusto) "Rivaleggiare" ?
Mazzulatore25 Novembre 2003, 19:55 #7
Secondo me un privato ne trarrebbe giovamento... poi una volta che Linux è entrato in casa di parecchi non ci vuole molto a portarlo negli uffici. Sto dicendo che manca attrazione verso Linux, ovvero, manca o non è sufficiente lo sviluppo di giochi!!!!!
Non voglio fare la parte del tifoso, ma di questo passo arriveremo inesorabilmente a Palladium, quindi uno sforzo in più per imparare a padroneggiare linux è un investimento vincente nei confronti dell'arroganza di MicroSox.
Meditate...
Marisel25 Novembre 2003, 20:06 #8
Credo che i discorsi di sopra non tengano conto di tre importanti questioni:
1) Linux non è una società, SuSE lo è.
Non è Linux che sceglie la strada dell'emulazione, ma è SuSE che implementa e migliora un progetto già presente da anni (Wine, appunto).
2) dire che c'è poco software non è propriamente giusto, di sw ce nè a tonnellate, più o meno buono.
3) Il problema più grosso di migrare da Office ad un altro prodotto è dovuto al fatto che i formati doc ed xls sono proprietari e le specifiche non sono pubbliche; le conversioni non sono perfette al 100%.
Mr.Gamer25 Novembre 2003, 22:09 #9
mah... linux non mi ha mai convinto granche.. cmq questo credo che sia l'ennesimo fallimento per il suo mondo
non che sia pro windows (anzi.. ne ho da dire a bizzeffe), ma purtroppo il futuro non lo vedo nè in linux.. nè tantomeno in windows (pallad)
linux di suo è un buon progetto, ma solo per applicativi, e manco tanto! configurare una rete su linux ti fà cadere i capelli (se lo vuoi fare in maniera semi-decente), fargli riconoscere un cellulare GPRS è quasi impossibile... senza contare il fattore "gioco" che è molto meglio nel MAC! e questo dice tutto :-/

spero in un "rimaneggiamento" di linux..
Ikitt_Claw25 Novembre 2003, 22:40 #10
Originariamente inviato da Mr.Gamer
mah... linux non mi ha mai convinto granche.. cmq questo credo che sia l'ennesimo fallimento per il suo mondo


Snip sul resto, mi basta questo.

...ennesimo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^