Portége M200: il nuovo Tablet PC di Toshiba

Portége M200: il nuovo Tablet PC di Toshiba

Toshiba ha recentemente presentato il nuovo tablet pc: un prodotto convertibile, potente con tecnologia Intel Centrino e dotato di una docking station molto evoluta

di pubblicata il , alle 15:04 nel canale Portatili
ToshibaIntel
 

Toshiba ha recentemente presentato il nuovo tablet pc, caratterizzato da un hardware di ultima generazione e da soluzioni software particolari ed interessanti.

Le caratteristiche tecniche possono essere così sintetizzate:

  • tecnologia Intel Centrino
  • processore Pentium M 1,6 GHz
  • schermo 12,1" al polisilicio (risoluzione 1400x1050)
  • sottosistema video NVidia GeForce FX Go 5200
  • hard disk da 60GB (5400rpm)
  • peso di circa 2,1 Kg
  • modulo wi-fi e bluetooth integrato

Il tablet di Toshiba è dotato inoltre di un accelerometro a doppio asse, che permette di orientare la visualizzazione in funzione della posizione del pc.
L'utente ha inoltre la possibilità di personalizzare il funzionamento dell'accelerometro, assegnando ad esempio lo scroll ed il movimento del mouse a particolari posizioni ed inclinazioni del display.

Sul lato destro del TFT sono posizionati alcuni pulsanti azionabili solo con la penna in dotazione, la cui azione è programmabile a cura dell'utente.
Per meglio sfruttare le funzionalità offerte dalla tecnologia touch-screen, Toshiba rilascia il proprio tablet con il software OneNote di Microsoft preinstallato; purtroppo al momento il sistema operativo Windows XP per Tablet non è in grado di riconoscere correttamente la lingua italiana, per cui OneNote viene fornito in lingua inglese. Solo quando tale lacuna sarà colmata, anche gli utenti italiani potranno fruire dei vantaggi di OneNote.

Le modalità di utilizzo del Portége M200 sono parecchie, infatti utilizzando la docking station è possibile utilizzarlo come desktop, oppure come blocco per gli appunti (utilizzando il cavo di collegamento alla docking).
Sempre per un utilizzo desktop, il sottosistema video di nVidia è in grado di gestire la modalità dual monitor, offrendo quindi un notevole comodità d'uso.

A questi utilizzi "saltuari" per un prodotto come il Portége M200, si affiancano ovviamente gli usi mobile tipici, utilizzando la tastiera ed il touchscreen.
La particolare tecnologia al polisilicio con cui è costruito il tft del nuovo M200, permette, oltre ad una maggior protezione da urti accidentali, una notevole luminosità; questa caratteristica risulta particolarmente importante in un impiego mobile in spazi aperti, ove la luminosità dell'ambiente può rendere difficoltosa la lettura del display.

La risoluzione del tft da 12,1" è di 1400x1050, purtroppo il sample mostratoci in fase di presentazione non era funzionante e non siamo quindi in grado di riportare eventuali sensazioni. Toshiba afferma che il display, pur essendo di soli 12,1", risulta ben leggibile, ma ovviamente tali affermazioni andrebbero verificate con una prova del prodotto definitivo (ci auguriamo nelle prossime settimane di poter recensirel M200).

Tiziana Ena, product manager notebook e pocket pc di Toshiba ci ha fatto notare la cura prestata nella realizzazione di questo prodotto; vi segnaliamo ad esempio numerosi tools di configurazione, che semplificano non poco l'uso di questo prodotto. Sicuramente utile ad esempio il software ConfigFree che permette di gestire molto semplicemente tutti i device di comunicazione del tablet.

Un particolare costruttivo che può sembrare banale, ma al contempo può fare la differenza, è la presenza di un vano per una penna di emergenza, da utilizzare qualora venga persa quella fornita in dotazione.
Pensando ad un utilizzo del touchscreen esasperato, questo particolare acquista importanza poichè permette di garantire piene funzionalità anche in caso di smarrimento della penna.

Il Portége M200 sarà disponibile a partire da metà Dicembre verrà venduto a 2600Euro, al medesimo prezzo del prodotto attualmente a catalogo.

La presentazione di questo tablet pc-convertibile è stata anche l'occasione per capire quanto Toshiba si attende dal mercato dei tablet.
Rossella Destino, nuova marketing manager, ha affermato che per Toshiba il mercato tablet diventerà strategico. Poco importano quindi gli attuali risultati non certo incoraggianti (1% a livello EMEA), da ricondurre principalmente all'assenza di un sistema operativo idoneo.
Microsoft colmerà la lacuna del riconoscimento della nostra lingua nella prima metà del 2004, quindi fino a tale data è presumibile che le percentuali di vendita rimangano sempre molto basse.
Nemmeno da fonti Toshiba siamo riusciti a capire cosa accadrà quando sarà disponibile la nuova versione di Windows per Tablet PC, ovvero se vi sarà la possibilità per chi acquista oggi il prodotto in inglese di effettuare una sorta di "upgrade" alla nuova versione.

Toshiba crede molto al mercato verticale, infatti Rossella Destino ci ha parlato dell'esistenza di una unità interna all'azienda, dedicata allo sviluppo di software per tali realtà di mercato.
Sempre in merito allo sviluppo di soluzioni sw, Toshiba ha siglato una partnership con Element 5, società leader nella realizzazione di applicativi per tablet pc.

Tornando alle cifre, il 2% di vendite in Italia è costituito da un paniere di utenti molto diversificato, a testimonianza di una timida esigenza di dispositivi tablet pc. Portiamo a titolo di esempio alcuni nomi di clienti che hanno scelto i tablet Toshiba: Microsoft Italia, Missoni, Heineken e Leader.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mattlab25 Novembre 2003, 16:22 #1
so far so good..
avvelenato25 Novembre 2003, 16:28 #2

bambino capriccioso

ci sto riflettendo da un po', personalmente a me un tablet pc mi verrebbe ben più utile di un laptop, visto che gioco poco e a giochi vetusti.
penso alla possibilità ad esempio di poter seguire una lezione e intanto consultare dinamicamente pagine web, magari potendo prendervi appunti col pennino sopra (certo ci vorrebbe un programma che consenta di "scrivere" sopra testi e memorizzare tali scritti, in maniera simile a quanto si fa sui libri cartacei).

mentre scrivevo questo post mi sono venute in mente altre 5 o sei cosette carine che quasi quasi mi viene voglia di mandare il mio curriculum alla M$ per candidarmi addetto al marketing o alle press relationship (pietàààà!!)
avvelenato25 Novembre 2003, 16:31 #3

domanda agli esperti di AI

ma qual'è il reale problema nel riconoscimento della scrittura? limiti hw o sw?
secondo voi.. si deve affinare il sw di riconoscimento?
bisognerebbe utilizzare processori più potenti?
il touch-screen ha una risoluzione miserrima? (mi pare 72dpi..)
è colpa della microsoft?

avvelenato che vuole il tablet-pc!
mgiammarco25 Novembre 2003, 18:28 #4

Sono sicuramente limiti software

Il sistema di riconoscimento del Newton funzionava gia' bene, di piu' non poteva fare perche' l'hardware era limitato, ma ora con le cpu di adesso...
lozmatic25 Novembre 2003, 20:46 #5
Il sistema riconoscimento della scrittura e' molto potente e funziona bene se non hai la calligrafia di un dottore , anche se non credo che la tastiera sara' mai rimpiazzata del tutto.

l'M200 e' un upgrade del protege 3500 e la migliore offerta sul mercato deo tablet del momoento, a mio parere. Vorrei vedere, pero', una tablet PC slate della Toshiba. E magari un prezzo minimamente piu' accessibile.
lucusta25 Novembre 2003, 22:31 #6
costa troppo
pesa troppo
e' troppo spesso
non e' un tablet pc.
se facessero i palmari con uno schermo da 10" e batterie piu' potenti, potrebbero considerarsi tablet pc.. questo non e' una tavoletta, e' un tavolino in massello!
e poi un P mobile 1600! va bene che excell e word sono diventati mastodontici, ma con un tablet mica ci devi giocare ad halflife2;
per me dovrebbe essere il taccuino digitale, un tablet PC.
avvelenato25 Novembre 2003, 23:30 #7
concordo con te locusta.
come disse Attivissimo, questo è un pc con velleità da contorsionista.
dragunov26 Novembre 2003, 13:46 #8
2600Euro è un sogno ma costa troppissimo.
poi i viri problemi di lingua peso spessore si risolveranno
hardskin126 Novembre 2003, 14:09 #9
uppo locusta. Il vero tablet pc e' tutt'altra cosa.
WarDuck02 Dicembre 2003, 20:04 #10
Bah se volete un taccuino digitale ci sono i palmari che svolgono questa funzione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^