Stop a Windows Media Player per Mac

Stop a Windows Media Player per Mac

Microsoft conferma che nessuna nuova release di Windows Media Player supporterà Mac OS X.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 16:49 nel canale Programmi
MicrosoftWindowsMac OS X
 
Microsoft annuncio lo stop definitivo allo sviluppo di Windows Media Player per sistemi Mac, l'attuale release 9, che non è allineata alla versione per Windows, sarà quindi l'ultima e non più supportata.

Pare che Microsoft consigli l'uso di Flip4Mac, una sorta di add-on per QuickTime che permette la corretta visualizzazione del formato WMV (anche in streaming), ma non tutto sembra funzionare infatti si segnalano varie incompatibilità tra Flip4Mac e alcuni contenuti video disponibili sul web.

Il vero ostacolo però pare essere quello dei DRM, infatti iniziano ad essere abbastanza diffusi video WMV protetti da DRM che quindi risulterebbero non fruibili dagli utenti di QuickTime: Flip4Mac non supporta alcuna funzionalità specifica legata a tali tecnologie di protezione, quindi di fatto i filmati WMV protetti non sono fruibili da piattaforme Mac.

Microsoft fa sapere che alla base della sua scelta vi è la necessità di riorganizzare le proprie risorse interne a fronte dell'imminente Windows Vista e dello sviluppo di WMP 11, anche se ovviamente le speculazioni in merito a questa dichiarazione non tarderanno ad arrivare. Microsoft in varie sedi ha dichiarato di credere molto nei concetti di video on demand ed IPTV, la cui attuazione è strettamente legata a Windows Media Player e ovviamente alle tecnologie di protezione .

Ulteriori informazioni e qualche altro spunto di riflessione è disponibile a questo indirizzo.

In merito a QuickTime ricordiamo che nei giorni scorsi Apple ha rilasciato un importante aggiornamento di sicurezza relativamente ad una pericolosa falla segnalata ancor prima di Natale. Pare tuttavia che l'aggiornamento 7.0.4 abbia causato problemi di compatibilità e malfunzionamenti i più diversi, sia su piattaforma Mac, sia su piattaforma Windows. Apple ha comunque tempestivamente rimosso l'aggiornamento e pubblicato una piccola utility che riporti QuickTime alla versione 7.0.1

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

81 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JohnPetrucci13 Gennaio 2006, 17:03 #1
Ecco perchè poi certi commenti non sono fuori luogo.
Se già scarseggiano i software Apple per i wmv, a parte questa sorta di plug-in di quicktime che non è nemmeno del tutto stabile, poi non ci si deve nascondere dietro agli insulti o i falsi miti per chi lo fa notare.
Apple non può e non ha il pluralismo di software che può avere un sistema su cui gira Windows e linux.
Si dimostra anche che le falle di sicurezza non sono esclusive di Windows e molto probabilmente se osx avesse la diffusione dell'S.O. Microsoft la situazione sarebbe molto più delicata, anche se parliamo pur sempre di un s.o. quello della mela, ottimizzato per poche config proprietarie rispetto all'universale Win che fa girare configurazioni tra le più diverse e disparate.
dr-omega13 Gennaio 2006, 17:11 #2
Ci sono siti che obbligano, per vedere i contenuti, ad avere la versione 10 del Media Player MS...
Probabilmente non hanno problemi a tagliare fuori gli utenti con il Mac.Contenti loro...
Io quei siti li evito, uso il Classic(ed i codecs alternativi) e vivo felice senza drm.
pvale13 Gennaio 2006, 17:18 #3

per john petrucci

Ovviamente se fosse diffuso come windows anche mac os X avrebbe più problemi , ma la base di partenza del sistema ( unix ) non è paragonabile a windows .Per non parlare che poi microzoz non da molto valore ai soldi che spendiamo per l' hardware visto i requisiti astronomici per i suoi os

cerbert13 Gennaio 2006, 17:29 #4
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Ecco perchè poi certi commenti non sono fuori luogo.
Se già scarseggiano i software Apple per i wmv, a parte questa sorta di plug-in di quicktime che non è nemmeno del tutto stabile, poi non ci si deve nascondere dietro agli insulti o i falsi miti per chi lo fa notare.
Apple non può e non ha il pluralismo di software che può avere un sistema su cui gira Windows e linux.
Si dimostra anche che le falle di sicurezza non sono esclusive di Windows e molto probabilmente se osx avesse la diffusione dell'S.O. Microsoft la situazione sarebbe molto più delicata, anche se parliamo pur sempre di un s.o. quello della mela, ottimizzato per poche config proprietarie rispetto all'universale Win che fa girare configurazioni tra le più diverse e disparate.


C'è un vizio di forma in questo ragionamento.
Il valore di un'applicazione, a maggior ragione di un formato di dati, viene normalmente commisurato alla sua capacità di raggiungere il più largo numero di utenti target possibili. Un formato multimediale sarà tanto più "valido" quanti più utenti interessati al multimedia riuscirà a raggiungere.
Per cui se Microsoft rinuncia a coprire una fascia di mercato, questo è un suo fallimento. Fallimento che si può permettere solo in virtù di una posizione di quasi monopolio. La Adobe (per dire una marca a caso), non potrebbe mai fare un ragionamento del genere in quanto cederebbe spazio alla concorrenza, Microsoft è invece piuttosto certa che tale mossa danneggerà la concorrenza.
Il discorso commercialmente corretto (date le attuali condizioni di mercato) è però tecnologicamente errato e, ripeto, possibile solo grazie ad una distribuzione diseguale dell'utenza.
Distribuzione di cui, alla fine, la "vittima" principale è l'utente che continua ad avere scelte obbligate a parità di esigenze.

Dico questo, peraltro, pur non essendo un Mac User ma solo per scrupolo "professionale". Il discorso "questo sistema operativo non è supportato da questo prodotto" è SEMPRE da percepire come una carenza del prodotto e non, come spesso capita nei confronti anche di Linux, del S.O.
Se il produttore non dà supporto all'utenza, la colpa è in ultima analisi sua ed i suoi sviluppatori non stanno facendo un buon lavoro.

(questo senza entrare nel merito dei DRM che sono, quasi sempre, delle esplicite violazioni al tacito accordo: "se me lo vendi lo devo poter usare".
Fx13 Gennaio 2006, 17:29 #5
è inutile tirar fuori per l'ennesima volta la solita frase ad effetto "la base di partenza del sistema ( unix ) non è paragonabile a windows": vorrei vedere quanti di voi possono fare davvero un confronto sul piano tecnico e vorrei vedere quanti invece parlano per sentito dire...

in ogni caso l'assenza di WMP è un'assenza piuttosto pesante, d'altronde anche MS deve mettere delle priorità alle risorse che investe: per lo meno continuerà a produrre office almeno per altri 5 anni, il che è senza dubbio positivo...

secondo me è una ripicca per questo:

http://punto-informatico.it/p.asp?i=57242&r=PI



ma si può?
the_guitar_of_son13 Gennaio 2006, 17:32 #6
articolo uscito e 14 minuti dopo già un troll a vaneggiare e cominciare il suo flame.

Media Player era la news... ma come al solito si va a finire nella merda.


E' un peccato. E' ancora un bel forum, ma ci vorrebbe un bel giro di vite nei confronti dei messaggi OT e soprattutto dei loro autori.

Non si tratta solo di leggere stronzate, ma ne va del prestigio del forum e del sito.

un minimo di controllo, grazie.
cerbert13 Gennaio 2006, 17:34 #7
Originariamente inviato da: the_guitar_of_son
articolo uscito e 14 minuti dopo già un troll a vaneggiare e cominciare il suo flame.

Media Player era la news... ma come al solito si va a finire nella merda.


E' un peccato. E' ancora un bel forum, ma ci vorrebbe un bel giro di vite nei confronti dei messaggi OT e soprattutto dei loro autori.

Non si tratta solo di leggere stronzate, ma ne va del prestigio del forum e del sito.

un minimo di controllo, grazie.


Che dovrebbe riguardare TE per primo.
Considerala come un'ammonizione.
Fx13 Gennaio 2006, 17:35 #8
Originariamente inviato da: cerbert
Per cui se Microsoft rinuncia a coprire una fascia di mercato, questo è un suo fallimento. Fallimento che si può permettere solo in virtù di una posizione di quasi monopolio. La Adobe (per dire una marca a caso), non potrebbe mai fare un ragionamento del genere in quanto cederebbe spazio alla concorrenza, Microsoft è invece piuttosto certa che tale mossa danneggerà la concorrenza.


mah, secondo me c'è un vizio anche nel tuo ragionamento, dato che adobe se ne sbatte allegramente ad esempio di linux, per il quale fa giusto due prodotti due... il vizio nel tuo ragionamento è che quando si fanno le questioni di principio sulle minoranze informatiche si parla sempre ed esclusivamente della propria minoranza fregandosene alla grande delle altre. un paio di domande sceme:

quicktime per linux c'è?
itunes per linux c'è?

e ti ricorderei che linux ha un peso maggiore, come diffusione, di mac os x...

anche la tua ipotesi che MS lo faccia per danneggiare apple non sta, a mio avviso, in piedi. se MS volesse mettere in difficoltà apple le basterebbe, come prima cosa, non fare più office per mac, non windows media... lì andrebbe a colpire nell'utenza professionale più che in quella casalinga, con tutto ciò che ne consegue. e invece hanno appena stipulato un contratto di 5 anni. il problema, imho, è proprio di risorse: è demagogico pensare che si possa sviluppare tutto di tutto per qualsiasi piattaforma. a windows media per mac non riuscivano a stargli dietro, ora che si concentrino in wmp 11, e poi vedrai che uscirà nuovamente anche per mac.
cerbert13 Gennaio 2006, 17:38 #9
Chiariamoci, non sto dicendo che le compagnie citate siano esenti dallo stesso errore.
Sto indicando l'errore nel ragionamento: "non supporta il S.O. -> è colpa del S.O." che va per la maggiore soprattutto nelle accuse a Linux.
Se nel sistema operativo non esistono ostacoli al supporto, la carenza è da parte della casa produttrice che rinuncia ad una fascia di mercato. Nient'altro.
Cimmo13 Gennaio 2006, 17:44 #10
Originariamente inviato da: the_guitar_of_son
articolo uscito e 14 minuti dopo già un troll a vaneggiare e cominciare il suo flame.

Media Player era la news... ma come al solito si va a finire nella merda.


E' un peccato. E' ancora un bel forum, ma ci vorrebbe un bel giro di vite nei confronti dei messaggi OT e soprattutto dei loro autori.

Non si tratta solo di leggere stronzate, ma ne va del prestigio del forum e del sito.

un minimo di controllo, grazie.

Guarda, JohnPetrucci potra' dire cose giuste o sbagliate (come tutti), potra' dire cose scontate o non banali, ma non l'ho mai visto lanciare flame.
Quindi se ha sbagliato faglielo notare, ma non mi sembra che abbia mai fatto il troll.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^