Niente cpu AMD per sistemi netbook

Niente cpu AMD per sistemi netbook

L'interesse del produttore americano non è quello di andare contro le soluzioni basate su cpu Atom, ma di entrare nel segmento dei notebook sottili

di pubblicata il , alle 12:04 nel canale Portatili
AMDAtomIntel
 

In occasione dell'Analyst Day, tenutosi nella giornata di Giovedì 13 Novembre, AMD ha anticipato i propri piani di sviluppo per i prossimi anni, che abbiamo riportato in dettaglio in questo articolo. Di particolare interesse la roadmap dei processori, che vede uno spostamento al 2011 nel debutto delle prime soluzioni APU che integrano al proprio interno sia GPU che CPU.

In occasione di questo evento AMD ha anticipato il debutto di una nuova piattaforma per sistemi notebook di più ridotte dimensioni, senza tuttavia voler andare direttamente a competere con le proposte Intel della famiglia Atom. Detto in altri termini, quindi, non è intenzione di AMD quella di entrare nel mercato dei sistemi netbook. Questo quanto dichiarato da Dirk Meyer, CEO di AMD, con riferimento ai sistemi netbook:

"We're ignoring the Netbook phenomenon--just thinking about PC form factors above that form factor."

Le motivazioni legate a questa decisione sono facilmente comprensibili: per poter offrire un'alternativa competitiva alle soluzioni Atom di Intel è necessario per AMD proporre un'architettura di cpu che sia differente rispetto a quanto ha a disposizione al momento attuale, puntando su un design e un'architettura che siano fortemente orientate al contenimento del consumo di funzionamento anche a scapito delle prestazioni velocistiche.

E' del resto questo il design sviluppato da Intel per le proprie soluzioni Atom, che spiccano per i ridotti livelli di consumo ma che non garantiscono livelli prestazionali comparabili a quelli delle altre cpu Intel e AMD a basso consumo. Secondo AMD il segmento dei notebook di ridotte dimensioni e sottili, prendendo come riferimento il Macbook Air di Apple, è ben più interessante di quello delle soluzioni netbook in quanto non implica il dover scendere a compromessi in termini sia di funzionalità che si prestazioni, soprattutto nel comparto grafico.

Quali sono allora le proposte di AMD per il segmento dei notebook di più ridotte dimensioni? Il produttore americano prevede per il 2009 il debutto delle cpu note con il nome in codice di Conesus, soluzioni dual core costruite con tecnologia a 65 nanometri e package BGA che di fatto sono derivate dall'architettura Athlon 64 X2 scegliendo livelli di alimentazione e frequenze di clock tali da ottenere i livelli di consumo più bassi possibili, con TDP massimi sotto i 25 Watt. Un approccio identico verrà seguito nel 2010 con le cpu note con il nome in codice di Geneva, sempre dual core ma costruite con tecnologia produttiva a 45 nanometri utilizzando memory controller integrato di tipo DDR3 con presumibili varie ottimizzzazioni miranti a contenere ulteriormente i consumi. Per il 2011 vedremo la prima cpu basata su architettura Bobcat, indicata con il nome in codice di Ontario: in questo caso il design mirerà a contenere i consumi ai massimi livelli in modo nativo, integrando anche la componente GPU.

L'approccio di AMD per i sistemi notebook di più ridotte dimensioni vede quindi l'abbinamento tra un processore che per architettura non può competere con le soluzioni Intel Atom in termini di consumi, ma che prestazionalmente è nettamente più veloce. Il confronto diretto sarà quindi con le piattaforme Centrino 2 di Intel, basate su processori della famiglia Core 2 abbinati a sottosistemi video integrati nel chipset o su scheda dedicata. Il miglior compromesso, nell'ottica di AMD, sarà a livello di piattaforma potendo abbinare a questi processori soluzioni chipset che sono dotate di sottosistema grafico integrato ben più veloce di quanto offerto da Intel con il vantaggio di avere consumi del chipset inferiori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

32 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
GByTe8718 Novembre 2008, 12:06 #1
2010 - 2011?

AMD sta rimandando troppo.....
Automator18 Novembre 2008, 12:08 #2
beh considerando il memory controller integrato penso che comunque i consumi non siano molto distanti dagli atom, se si prende in esame il sistema completo.

cmq imho sti atom sono una ladrata
GByTe8718 Novembre 2008, 12:14 #3
Si, diciamo che convengono solo per muletti poco ingombranti... una MiniITX nuova completa a 60€ altrimenti non la trovi...
Human_Sorrow18 Novembre 2008, 12:35 #4
"We're ignoring the Netbook phenomenon ... "

se se ...
AMD mi sa tanto come la favoletta della volpe e l'uva e intanto Intel fa soldi, monopolio e prestigio con gli Atom - anche se tutti ne parlano male
Quando i neetbook rappresenteranno una fascia molto interessante allora AMD che farà ?! Si metterà a correre quando sarà troppo tardi...

Non è un atteggiamento da azienda leader quello di ignorare fasce di mercato...
nexor18 Novembre 2008, 12:42 #5
Beh, voi dite che ad AMD non interessa produrre cpu così lente, io direi invece che per un produttore la cosa importante non è certo fare ciò che gli piace fare ma guadagnare! In quella fascia i guadagni sono risicatissimi (se ne lamenta anche Intel) ed AMD non può permettersi di investire soldi in una ulteriore linea di prodotti con questa prospettiva, devono stare a galla e quindi puntare più in alto.

Un po' mi dispiace perché sono sicuro che se avessero avuto la possibilità economica avrebbero combattuto Intel anche in questo campo, e avremmo visto netbook di migliori prestazioni in tutti gli ambiti (magari anche con fusion!), stiamo invece vedendo gli svantaggi della mancanza di concorrenza nel settore! :-(
ciccio er meglio18 Novembre 2008, 12:46 #6
Secondo me amd si deve ancora riprendere dalle batoste che sta prendendo da intel sui processori per desktop. E visto che non è proprio in salute sta cercando di ottimizzare le risorse investendo solo verso le cpu desktop. Ovviamente se il fenomeno netbook continuerà e amd avrà piu soldini da spendere allora sfornera anche lei dei processori simili algi atom
Doraneko18 Novembre 2008, 12:46 #7
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
Non è un atteggiamento da azienda leader quello di ignorare fasce di mercato...


Intel non ignora fasce di mercato
Ah!Parlavi di AMD?
ciccio er meglio18 Novembre 2008, 12:50 #8
Originariamente inviato da: Doraneko
Intel non ignora fasce di mercato
Ah!Parlavi di AMD?


Infatti amd no è leader di mercato, almeno fino ad ora
nexor18 Novembre 2008, 12:56 #9
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
...e intanto Intel fa soldi, monopolio e prestigio con gli Atom - anche se tutti ne parlano male
Quando i neetbook rappresenteranno una fascia molto interessante allora AMD che farà ?! Si metterà a correre quando sarà troppo tardi...


Come ho detto secondo me è vero che intel fa soldi, ma non certo a palate, e prestigio poi mica tanto, vende dei pentium 3 nel 2009...

Credo che il mercato dei netbook non sia' visto di buon occhio da nessun produttore di componenti, a parte forse qualche emergente, perché è tutto incentrato sul contenimento dei prezzi.
Secondo me Intel gli ha offerto atom praticamente per sbaglio, voleva fare un processore per umpc (costosi..) che potesse rivaleggiare anche con gli ARM in palmari ed in futuro cellulari, ma l'obiettivo di quest'ultimi è ancora lontano, e invece così si rischia di favorire l'ingresso di ARM nel mondo pc grazie al fattore prezzo!
nexor18 Novembre 2008, 13:04 #10
Certo, ciò non toglie che Intel in questo modo stia facendo parecchi di soldi a discapito di AMD, con un concorrente forse non ne farebbe la metà.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^