Il futuro di HDMI passa attraverso HDBaseT e CAT6

Il futuro di HDMI passa attraverso HDBaseT e CAT6

HDBaseT è il nome della nuova connessione audio video che si presenta con le carte in regola per poter candidarsi quale successore di HDMI

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 08:15 nel canale Periferiche
 

Un'alleanza formata da produttori particolarmente noti all'interno dell'elettronica di consumo, tra cui Samsung ed LG, ha finalizzato le specifiche per un nuovo standard per il collegamento audio-video via cavo che prende il nome di HDBaseT. Il nuovo standard, per caratteristiche e funzionalità si presenta come il successore del cavo HDMI, lo standard de facto al momento sul mercato. Questo l'indirizzo alla pagina ufficiale.

Alcune caratteristiche di HDBaseT dovrebbero fare contenti buona parte degli utenti: il nuovo standard di connessione è infatti basato sui normali cavi CAT5e/6, quelli definiti normalmente "ethernet". Grazie a questa peculiarità la possibilità di eliminare cavi è assicurata e soprattutto è possibile utilizzare il televisore sfruttando cablaggi già esistenti. Ad aggiungersi a questi elementi, inoltre, lo standard supporta una lunghezza del cavo pari a 100 metri eliminando ogni problema legato alla vicinanza tra PC e televisore.

HDBase

HDBaseT supporta la trasmissione di segnali video HD e 3D, così come dati attraverso la connessione Ethernet 100MBit. La tecnologia consente inoltre di usare diversi dispositivi e display, sarà così possibile utilizzare il proprio DVR o HTPC come sorgente per poi riprodurre il contenuto su ogni televisore di casa. Gli utenti potranno così creare una semplice rete domestica: il cavo è inoltre in grado di garantire alimentazione, potenzialmente quindi i televisori potrebbero funzionare attraverso il collegamento del solo connettore HDBaseT.

"La nuova frontiera del networking è rappresentata dalla possibilità di controllare e distribuire contenuti", ha affermato Brian O'Rourke principal analyst per In-Stat che ha poi continuato "La tecnologia di HDBaseT si presenta come una interessante candidata per offrire una semplice soluzione in grado di soddisfare le esigenze degli utenti finali".

HDBaseT è al momento supportata da LG Electronics, Samsung, Sony Picture Entertainment e Valens Semiconductor: i primi dispositivi sviluppati sul nuovo standard saranno in commercio verso la fine dell'anno. Per una implementazione su larga scala, invece, sarà necessario aspettare il 2011.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

52 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
stefanogiron05 Luglio 2010, 08:41 #1

: il cavo è inoltre di garantire alimentazione,

il senso si può anche capire, ma la grammatica!? Un po' scarsa
gatsu.l05 Luglio 2010, 08:43 #2
Ed era ora mii ci hanno messo tutti sti anni per capire che il cavo migliore per la trasmissione di dati digitale lo avevano già?
E' la scoperta dell'acqua calda
lucusta05 Luglio 2010, 08:47 #3
l'unione di HDMI e un cavo CAT6 (specifica HDMI1.4) o dovrebbe fare tutto il classico CAT6?
perche' pur riuscendo a veicolare 1000Mb/s per 20mt, sul cavo HDMI 1.3 si parla di 10.2Gb/s (anche se con una lunghezza di qualche metro), percio' si dovra' trasportare un flusso dati per forza di cose compresso, per riuscire a rientrare nella banda; il che presuppone che le devices video diventeranno "intelligenti" per necessita' (oggi lo sono per vezzo, e su canali esterni), e che comunque si e' gia' ampiamente stretti per eventuali nuove "rivoluzioni" dello standard video de facto (risoluzioni, frequenze, 3D a doppia scansione).
insomma a me sembra solo un modo per sostituire un'efficente interfaccia con una piu' semplice, ma che costringera' a cambiare tutto l'HW con il solo scopo di vendere altri prodotti....
possibile che non e' nemmeno uscito l'HDMI1.4 che gia' c'e' necessita' di un turn over dello standard?
ZonaDopa05 Luglio 2010, 08:48 #4
il cavo è inoltre di garantire alimentazione, potenzialmente quindi i televisori potrebbero funzionare attraverso il collegamento del solo connettore HDBaseT.


Ma siamo sicuri che un cavo ethernet possa portare la 220v ? Imho si scioglie dopo 3 secondi
gabriele_burgazzi05 Luglio 2010, 08:48 #5
Originariamente inviato da: stefanogiron
il senso si può anche capire, ma la grammatica!? Un po' scarsa



il cavo è inoltre in grado di garantire alimentazione,

Grazie della segnalazione, ho apportato la correzione. Nessun problema grammaticale, trattasi di omissione.

Un saluto.
tylerdurden8305 Luglio 2010, 08:49 #6
perchè un cavo ethernet mi alimenta una tv ma non mi alimenta un pc o quant'altro oggi giorno?
3onFire05 Luglio 2010, 08:52 #7
Non capisco se comunque i produttori interessati forniranno comunque entrambi gli standard sui nuovi prodotti, ovvero sia HDMI che HDBaseT.
Il dubbio è questo, se compro un componente con HDMI, dall'inizio del 2011, sarà defunto poichè collegabile solo alla mia "vecchia" TV FullHD con HDMI?
~efrem~05 Luglio 2010, 08:56 #8
Considerando che il collegamento verso il monitor non dovrebbe essere bidirezionale (che senso avrebbe?) e che il fatto di usare un cavo Cat 6 non vuol dire che si userà il protocollo di trasmissione che abitualmente veicola (mica devo convertire il segnale in Tcp/ip e viceversa) io dico perche no!
Anzi! Ben vengano! E aggiungo, era l'ora!
sniperspa05 Luglio 2010, 08:58 #9
Personalmente se tolgono di mezzo i costosi cavi HDMI con il quale ci spennano, non mi dispiace affatto...speriamo non ci siano limitazioni d'altro canto dovute alla banda più ridotta
Rubberick05 Luglio 2010, 09:03 #10
bene bene per chi ha la casa completamente cablata cat 7 e' una manna ;D

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^