Processori a 6 core anche per AMD

Processori a 6 core anche per AMD

Istanbul è il nome in codice con il quale vengono indicate nuove cpu AMD con 6 core e design nativo

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:17 nel canale Processori
AMD
 

Il futuro dei processori AMD per sistemi server passa al momento attuale attraverso il recente lancio delle soluzioni Opteron Quad Core, i processori meglio noti con il nome in codice di Barcelona, resi disponibili con revision B3 che risolve il ben noto bug.

Nel futuro di AMD troviamo, entro la fine del 2008, il lancio dei processori noti con il nome in codice di Shanghai: si tratta delle evoluzioni a 45 nanometri delle cpu Barcelona, nelle quali vedremo un incremento della cache L3 sino a 6 Mbytes e possibilmente varie ottimizzazioni che incrementeranno l'IPC, Instruction per Clock.

Istanbul è il nome in codice di una nuova architettura di processore sviluppata da AMD, basata su tecnologia produttiva a 45 nanometri e attesa al debutto dopo il lancio delle soluzioni Shanghai. In questo processore, caratterizzato da un design nativo, troveremo 6 core, soluzione che quindi riprenderà le caratteristiche tecniche delle cpu Intel Dunnington recentemente anticipate dal produttore americano.

L'obiettivo di AMD, con questa nuova serie di processori, è quindi quello di fare maggiore concorrenza ad Intel nel segmento dei processori per sistemi server, ambito nel quale una cpu con 6 core trova ideale ambito di utilizzo.

Non sono Istanbul nel prossimo futuro di AMD: il produttore americano, infatti, potrebbe proporre processori dotati di 12 core, abbinando in un design multichip package due die di processori Istanbul. Alla base, quindi, un design nativo del processore Istanbul, che preveda cioè l'integrazione dei 6 core all'interno di un unico die.

Un processore di questo tipo integrerebbe due memory controller dual channel, uno per ciascuno dei due die Istanbul: AMD potrebbe sfruttare entrambi i memory controller, ottenendo quindi una configurazione quad channel per ogni Socket con un conseguente notevole incremento della bandwidth massima della memoria. Una configurazione di questo tipo sarebbe particolarmente indicata in ambienti server e permetterebbe di meglio sfruttare le potenzialità di 12 core di processore operanti in parallelo.

I processori della serie Shanghai utilizzeranno Socket 1207 per comunicare con la scheda madre, lo stesso utilizzato al momento per i processori Opteron quad core. Per sfruttare al meglio queste cpu bisognerà tuttavia sfruttare schede madri con Socket 1207+, in grado quindi di gestire connessioni HyperTransport 3.0 con frequenze e bandwidth superiori a quanto messo a disposizione dalle piattaforme Socket 1207 attualmente in commercio.

Fonte: dailytech.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Chuck Norris18 Aprile 2008, 15:25 #1

mah...

io so solo che attualmente se leggo un floppy da 3.5" copiandone il contenuto su hdd ..single..double..triple cpu si impalla tutto!!

cmq il progresso è progresso e ben venga!!!
gr@z!18 Aprile 2008, 15:26 #2
Ottimo.
Il settore server è troppo importante per AMD.

Avanti dai...
monsterman18 Aprile 2008, 15:39 #3
12 core = hardware avanzato
i programmi in generale non sfruttano bene manco 2 core quasi.

Conclusione: evviva il progresso fino a ieri 2 core sembravano un miraggio oggi siamo quasi a 12; programmatori datevi una mossa a sfruttare le nuove tecnologie siete lenti non al passo con i tempi.
Spellsword18 Aprile 2008, 15:45 #4
@ chuck: hehe ovvio come mettere le ruote di una 127 su una F1!
il floppy è un incredibile reliquia di un passato remoto che non si sa come è sopravvissuta all' evoluzione!

@monsterman: come se fosse facile la programmazione concorrente..
!fazz18 Aprile 2008, 15:47 #5
Originariamente inviato da: monsterman
12 core = hardware avanzato
i programmi in generale non sfruttano bene manco 2 core quasi.

Conclusione: evviva il progresso fino a ieri 2 core sembravano un miraggio oggi siamo quasi a 12; programmatori datevi una mossa a sfruttare le nuove tecnologie siete lenti non al passo con i tempi.


nei server è da parecchio che viene sfruttato il multicore, su un sistema desktop è puro esercizio di stile, in una workstation dipende dall'utilizzo
ninja75018 Aprile 2008, 15:49 #6
ma il socket AM2 o AM2+ non era prossimo al pensionamento?
Zande18 Aprile 2008, 16:03 #7
Originariamente inviato da: !fazz
nei server è da parecchio che viene sfruttato il multicore, su un sistema desktop è puro esercizio di stile, in una workstation dipende dall'utilizzo


quoto ... assolutamente vero, inoltre molti applicativi server hanno un costo (elevato) di licenza che si basa spesso sul numero di processori fisici: + core => meno socket occupati a pari prestazioni => meno costo in software
mackillers18 Aprile 2008, 16:11 #8
per quanto riguarda il socket AM2 standard come il mio si..
per l' AM2+ credo proprio di noimmagino che lo pensioneranno fra 1 anno anche più... penso lo introdurranno dopo i processori della serie Shangai forse addirittura dopo i 6 core istanmbul.. ecco si forse è più probabile potrebbero introdurlo per migliorare il supporto alle cpu esacore e magari utilizare un bus verso la memoria maggiore rispetto al classico dual channel 128bit.

visto che ho preso 6 mesi fa un 6000+ (k8 90nm) potrei saltare i phenom attuali e buttarmi su i dual package 12 core e quad channel 256bit verso la memoria.

sarebbe bellino utilizzassero anche una versione aggiornata di Phenom Triple core.
non sarebbe male una piattaforma con cpu phenom dual chip 3core 6mb chache l3. 256bit di bus verso la memoria.
considerato che per allora i 45nm saranno ben evoluti potrebbe essere una bella CPU top gamma per un utilizzo power user/ Workstation.

che dite una cpu del genere potrebbe stare fra i 3ghz ed i 3,6ghz?
demon7718 Aprile 2008, 16:20 #9
6.. 12 core.. boh!
Una simile potenza ha senso in un server ma in ambito home è praticamente inmpossibile sfruttarla!

Per poter usare decentemente la potenza hardware oggi resa disponibilile bisogna ribaltare il mondo del software:

1- produzione di applicativi a 64 bit
2- sfruttamento delle GPU in modo continuo e dinamico
3- Drastico miglioramento della virtualizzazione, che chiaramente deve poter beneficiare dell'accelerazione grafica!
bongo7418 Aprile 2008, 16:27 #10
è il software che non c'è!
anche se uno volesse prenderlo che programmi deve poi acquistare per sfruttarli?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^