Linus Torvalds parla di Intel e Meltdown... e volano gli stracci

Linus Torvalds parla di Intel e Meltdown... e volano gli stracci

Linus Torvalds, lo sviluppatore finlandese naturalizzato statunitense che creò il kernel Linux, ha una forte opinione riguardo quanto avvenuto in casa Intel con Meltdown. Tra le espressioni colorite il concetto è chiaro

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Processori
LinuxIntel
 

Linus Torvalds, il creatore del kernel Linux e direttore dello sviluppo dello stesso, non ha parole tenere per Intel. Dopo la pubblicazione delle informazioni sulle vulnerabilità Spectre e Meltdown, il noto sviluppatore si è lasciato andare a esternazioni ben poco lusinghiere nei confronti del produttore.

Torvalds, infatti, ha sparato ad alzo zero sullo sviluppo delle CPU Intel e sui tentativi dell'azienda di discolparsi almeno parzialmente, incolpando anche altri produttori. Se la prende in particolar modo con le patch iniziali per risolvere il problema, che entrano in funzione anche con CPU che non sono affette da Meltdown (come le CPU AMD). Torvalds non è, d'altronde, nuovo a questo tipo di esternazioni: capitò già con NVIDIA a causa delle politiche di sviluppo di quest'ultima.

Questo è quanto ha scritto su LKML:

Un progettista di CPU competente sistemerebbe questo problema assicurandosi che la speculazione non avvenga tra i domini di protezione. [...]

Penso che qualcuno in Intel dovrebbe davvero dare una gran bella occhiata alle loro CPU e ammettere che hanno dei problemi, invece che scrivere frasette da PR che dicono che tutto funziona secondo progetto.

...e questo vorrebbe dire davvero che tutte queste patch di mitigazione dovrebbero essere scritte con "non tutte le CPU sono merda" in mente.

O Intel dice in pratica che "ci impegniamo a vendervi merda ora e per sempre, e non sistemare mai alcun problema"?

Perché se le cose stanno così, magari dovremmo cominciare a guardare più verso ARM64.

Per piacere, parlatene con i manager. Perché io vedo esattamente due possibilità:
- Intel non intende sistemare nulla
O
- questi workaround dovrebbero poter essere disabilitati.

Qual è delle due?

Linus

L'emergenza è rientrata: sono infatti state accettate delle patch che permetteranno al kernel di distinguere tra le CPU che riscontrano il problema e quelle che invece non ne sono coinvolte. In questo modo gli utenti AMD non riceveranno alcuna penalizzazione in termini prestazionali con l'avvento di Linux 4.15 e con l'installazione di kernel precedenti cui è stata applicata la patch (tipicamente i kernel LTS a lungo supporto).

Sebbene ci sia stato molto dibattito online, non ci sono stati particolari annunci riguardo la vulnerabilità da parte dei grandi nomi della tecnologia. Torvalds è tra i pochi ad aver affermato - sebbene in maniera piuttosto colorita - la sua posizione in maniera netta al riguardo. Se questo sia un bene o no, è difficile dirlo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

86 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cata8110 Gennaio 2018, 17:32 #1
A quando i benchmark con e senza patch?
Dumah Brazorf10 Gennaio 2018, 17:43 #2
Tranquillo che ne usciranno a fiumi.
s-y10 Gennaio 2018, 17:50 #3
nun vorrei dì ma phoronix è da giorni che ne sta facendo di bench...
songohan10 Gennaio 2018, 18:33 #4
Chi ha acquistato dei sistemi con CPU Intel, pagandoli un tanto a CPU e facendo affidamento alle prestazioni pre-bug, avrà diritto ad un rimborso? Ad esempio, se io ho acquistato un sistema da 1 PFlop - e quindi con n CPU Intel - e dopo l'applicazione della patch le n CPU mi danno diciamo un 10% di velocità in meno, chi mi rimborsa quel 10%?
RenatoT10 Gennaio 2018, 18:39 #5
imayoda10 Gennaio 2018, 19:07 #6
per fortuna almeno nei kernel di linux, si può già escludere dal esecuzione la patch di meltdown e tutto lascia intendere che sarà così anche per spectre..

visto che intel non mi (ci) risarcirà mai per questa ennesima sparata di silicone a random (qualcuno ricorda le altre? bene!), non intendo pagare per la seconda volta una cpu, acquistandone un altra solo perché la prima è furbescamente "obsoleta" a suo modo;

se poi ci saranno risvolti legali, guerre termonucleari, bitcoin a valore zero perché non era protetta l'esecuzione del codice nelle mie stazioni meltdownate o spectrate, che sia intel a spiegare il perché all'umanità atterrita, coi suoi soldi
zoomx10 Gennaio 2018, 20:21 #7
Originariamente inviato da: cata81
A quando i benchmark con e senza patch?


Su Hackaday un utente nei commenti ha messo un semplice sorgente C++ da dove si vede che certi accessi al kernel hanno triplicato il tempo di esecuzione.

Il commento sta qui
https://hackaday.com/2018/01/09/getting-a-handle-on-meltdown-update-impact-stay-tuned-for-spectre/#comment-4296159
il codice è qui
https://pastebin.com/5qacGA17
lucusta10 Gennaio 2018, 20:35 #8
Originariamente inviato da: songohan
Chi ha acquistato dei sistemi con CPU Intel, pagandoli un tanto a CPU e facendo affidamento alle prestazioni pre-bug, avrà diritto ad un rimborso? Ad esempio, se io ho acquistato un sistema da 1 PFlop - e quindi con n CPU Intel - e dopo l'applicazione della patch le n CPU mi danno diciamo un 10% di velocità in meno, chi mi rimborsa quel 10%?


se hai un super computer da 1PFlops sicuro non ci gira sopra software tipo un browser ed una java machines, quindi il problema non ti compete.
LukeIlBello10 Gennaio 2018, 22:18 #9
niente.. anche intel ha fallito.. ormai dobbiamo sperare sullo sviluppo open anche nell'hardware..
Lampetto10 Gennaio 2018, 22:21 #10
Vai Linus, spacca tutto...
A Nvidia li ha fatti neri, a quelli di openSuse ancora gli fischiano le orecchie, a Intel gli sparerebbe...

Il Vittorio Sgarbi Finnico

Capre, Capre, Capre...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^