La posizione di AMD riguardo ai problemi di disponibilità

La posizione di AMD riguardo ai problemi di disponibilità

Il colosso di SunnyVale da una risposta ai problemi di disponbilità dei processori, inizialmente ritenuti una conseguenza del nuovo accordo con Dell

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:06 nel canale Processori
AMDDell
 

All'inizio della settimana abbiamo pubblicato una notizia relativa ai problemi di disponibilità sul mercato retail di processori AMD Athlon 64 e Athlon 64 X2 per piattaforme Socket AM2.

La causa di tali problemi è stata ipotizzata essere il nuovo scenario di mercato venutosi a creare a seguito dell'accordo commerciale tra AMD e Dell, il quale ha già reso disponibili sul mercato una serie di sistemi provvisti di processori della compagnia di SunnyVale. Secondo alcune voci di corridoio Dell godrebbe ora di una situazione privilegiata con AMD che avrebbe dirottato i maggiori volumi di consegne verso il produttore statunitense e una conseguente insoddisfazione degli altri clienti della casa di SunnyVale.

Emerge ora una risposta di AMD in merito a questa situazione, pubblicata sul sito The Tech Report in seguito ad una intervista informale con Stephen DiFranco, vicepresidente dela divisione Global Consumer Channel di AMD.

DiFranco asserisce che i problemi di approviggionamento non sono in alcun modo imputabili al nuovo accordo con Dell ma sono conseguenza di una domanda piuttosto accentuata venutasi a creare in questo ultimo periodo. I sistemi messi in commercio da Dell non avrebbero infatti avuto un impatto significativo sulla disponibilità dei processori dal momento che il colosso statunitense è ancora in una fase iniziale dell'offerta e che questa è focalizzata principalmente, almeno per ora, sui sistemi server.

Il mercato sta invece assistendo ad un trimestre piuttosto intenso, dal momento che si vengono a combinare due fattori: il tradizionale periodo delle festività natalizie e un forzato calo di prezzi dei sistemi atto a stimolare la domanda prima del rilascio di Windows Vista. DiFranco aggiunge che molti consumatori si sono mostrati parzialmente disinteressati dall'ormai prossimo rilascio del nuovo sistema operativo di Microsoft e che preferiscono acquistare un nuovo sistema in tempi brevi piuttosto che dover attendere ancora settimane se non mesi prima di poter avere un sistema con Windows Vista.

Un'altra causa dei problemi di disponibilità è rappresentata dalla elevata domanda nel segmento notebook. Le vendite di portatili stanno infatti superando ogni previsione e AMD sta assistendo ad una maggiore richiesta per i processori ad uso notebook e si trova quindi nella situazione di dover dare priorità a questo settore. Vi sono pochi assemblatori che commercializzano notebook "white box" e sul canale retail vi sono poche realtà che mettono in vendita processori per portatili, per questo motivo solo una piccolissima parte della produzione di AMD è rivolta ora al canale della distribuzione. Di conseguenza i processori ad uso desktop, come i modelli Athlon 64 X2 che già sono caratterizzati da una domanda superiore all'offerta, risentono di questa situazione.

DiFranco ha comunque ammesso la necessità di dover migliorare la strategia relativa alla commercializzazione delle soluzioni Athlon 64 X2 Energy Efficient, che fin dall'introduzione sono state disponibili in volumi molto limitati.

Nonostante gli attuali problemi di disponibilità DiFranco si è detto essere piuttosto ottimista riguardo i prossimi mesi, aspettandosi un incremento di produzione da parte degli assemblatori. Gli ordini da parte degli assemblatori per quanto riguarda la stagione delle festività natalizie sono ormai tutti delineati e vi è quindi la possibilità di poter ritornare a concentrarsi ora sul canale retail. Secondo DiFranco la domanda e l'offerta per i primi due trimestri del prossimo anno dovrebbe essere abbastanza bilanciata, anche se il rilascio di Windows Vista rappresenta una variabile che non permette di approntare previsioni attendibili per tutto il 2007.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
imayoda09 Novembre 2006, 15:27 #1
è solo perchè hanno abbassato i prezzi e la schiera di nuovi pc economici monta sempron piuttosto che celeron (già da un po')..
Kintaro7009 Novembre 2006, 15:44 #2
E cosa c'è di male se ci sono i semprom invece di Celeron.

Anche gli Athlon si vendono bene al prezzo/prestazioni che hanno.
bjt209 Novembre 2006, 16:09 #3
Nulla di male! La bolletta e le orecchie ringraziano...
enrico09 Novembre 2006, 16:23 #4
Forza Sempron!!!!!
Bluknigth09 Novembre 2006, 17:37 #5
Beh, se l'accordo con Dell ancora non incide più di tanto, le quote di mercato potrebbero aumentare di parecchio nel prossimo futuro (disponibilità permettendo), con buona pace di Intel e del suo favoloso Core 2 Duo.

Comunque vedendo i bench credo sia megli investire su una buona scheda piuttosto che sulla CPU, visto che nella maggior parte dei giochi le prestazioni di una cpu di livello basso come l'X2 3800 regala a 1280x1024 un frame rate eccellente in tantissimi giochi attuali.

A parte qualche professionista credo che la differenza di performance tra questa CPU e il Core 2 Extreme sia veramente esigua nell' 80% delle applicazioni di un utente medio.



freeeak09 Novembre 2006, 17:59 #6
pero vedendo i negozi online a me sembra piu un problema di intel...bho saro io che frequento i siti sbagliati?
nudo_conlemani_inTasca09 Novembre 2006, 18:47 #7
Ma non potevano fare anche i mitici Opteron sia Single-Dual Core EE?

Magari su AM2 esistono già.. q.uno ne sa qualcosa?

Tra l'altro leggendo nelle specifiche (data sheet) ho visto con disappunto che gli Opteron (non so se in tutte le versioni) consumano quanto le versioni Desktop.

Ma è 1 controsenso, credevo che per essere progettati per ambienti Server (e quindi con 1 migliore gestione I) fossero ancora più parsimoniosi nei consumi dei fratellini A64-X2.. però non è cosi, ahimè.
Mietzsche09 Novembre 2006, 19:22 #8
Originariamente inviato da: nudo_conlemani_inTasca
Ma non potevano fare anche i mitici Opteron sia Single-Dual Core EE?
Magari su AM2 esistono già.. q.uno ne sa qualcosa?
Tra l'altro leggendo nelle specifiche (data sheet) ho visto con disappunto che gli Opteron (non so se in tutte le versioni) consumano quanto le versioni Desktop.
Ma è 1 controsenso, credevo che per essere progettati per ambienti Server (e quindi con 1 migliore gestione I) fossero ancora più parsimoniosi nei consumi dei fratellini A64-X2.. però non è cosi, ahimè.

Ma non guarate il tdp! e se volete un processore EE (che vi fa risparmiare 10€ all'anno) attivate il cool&quiet oppure undervoltate il vostro venice, opteron o che sia. Secondo voi sono versioni tanto particolari? Riducono la tensione da 1.35 a 1.05 e tact il consumo scende del 65% ((1.35/1.05)^2)! e se esistono i 5000+ a 2,6ghz a 1.35V, state pur certi che l'80% dei 3800+ reggerà i suoi miseri 2Ghz a 1.05V. Basta un programmino: RMClock!
Fx09 Novembre 2006, 19:50 #9
il punto è che:
- le versioni EE sono certificate per lavorare undervoltate
- le versioni extreme, fx o anche semplicemente quelle più spinte di clock sono certificate per lavorare a clock più elevati con quel vcore

in sintesi: le cui qualità sono garantite dal costruttore
OEidolon09 Novembre 2006, 20:27 #10
Originariamente inviato da: nudo_conlemani_inTasca
Ma non potevano fare anche i mitici Opteron sia Single-Dual Core EE?

Magari su AM2 esistono già.. q.uno ne sa qualcosa?

Tra l'altro leggendo nelle specifiche (data sheet) ho visto con disappunto che gli Opteron (non so se in tutte le versioni) consumano quanto le versioni Desktop.

Ma è 1 controsenso, credevo che per essere progettati per ambienti Server (e quindi con 1 migliore gestione I) fossero ancora più parsimoniosi nei consumi dei fratellini A64-X2.. però non è cosi, ahimè.


Su am2 gli opteron sono solo dualcore.

Tornando IT, la vedo dura (e più che altro costosa) se vogliono aumentare la produzione di proci EE perchè i die devono essere più puri...infatti con i die migliori si fanno o proci con prestazioni migliori o proci EE ma castrati rispetto ai primi. Avere dies più puri comporta avere un processo più impegnativo nel momento di costruzione del wafer = spendere tanto! Tutto ciò non avrà effetti nel breve termine, ma nel medio-lungo, con i futuri processori. IMHO.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^