Intel aspetta Longhorn per Vanderpool e LaGrande

Intel aspetta Longhorn per Vanderpool e LaGrande

La compagnia californiana ha dichiarato che le nuove tecnologie hardware saranno rese disponibili solo dopo il rilascio del nuovo sistema operativo di Redmond

di pubblicata il , alle 10:12 nel canale Processori
Intel
 

Intel Corporation ha dichiarato che le nuove tecnologie per la sicurezza saranno fruibili anche per i PC del settore mainstream del mercato quando la prossima versione del sistema operativo Windows, conosciuta con il nome in codice di Longhorn, sarà disponibile.

Intel ha già discusso i propri piani per abilitare le funzionalità di sicurezza, andando oltre l'attuale sistema di non-execute bit, conosciute con il nome in codice di LaGrande. In precedenza sono circolate notizie secondo le quali LaGrande sarebbe dovuta essere implementata negli attuali processori a 90 nanometri come Prescott, anche se Intel non ha mai confermato ufficialmente questo nel lancio prodotto.

Oltre alle funzionalità di sicurezza, la compagnia di Santa Clara intende implementare al più presto la tecnologia Vanderpool, che permette di dividere un unico sistema in più "sistemi virtuali" in grado di operare in modo indipendente utilizzando le medesime risorse. Intel ha intenzione di portare una tecnologia simile anche sulle piattaforme server: la tecnologia avrà il nome di Silvervale, ma all'atto pratico non dovrebbe avere alcuna differenza da Vanderpool.

Entrambe le tecnologie Vanderpool e LaGrande necessitano di supporto da parte del sistema operativo ed è per questo motivo che Intel mira a implementare queste tecnologie nel 2006-2007, ovvero quando Longhorn sarà rilasciato sul mercato.

Fonte: Xbitlabs

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mad Penguin09 Settembre 2004, 10:40 #1
LaGrande stronzata!

Siamo al de profundis di Microsoft?

Lo spero!
Spectrum7glr09 Settembre 2004, 11:38 #2
Originariamente inviato da Mad Penguin
LaGrande stronzata!

Siamo al de profundis di Microsoft?

Lo spero!


no, siamo al de profundis del P2P per scopi illeciti...
magilvia09 Settembre 2004, 11:53 #3
Intel Corporation ha dichiarato che le nuove tecnologie per la sicurezza...

Le nuove tecnologie per la limitazione della privacy e il controllo del tipo grande fratello! E ce le vogliono vendere come "sicurezza"!!! B****rdi
Mad Penguin09 Settembre 2004, 11:53 #4
se volessero quello sarebbe morto anche ora.

Con lagrande sapranno tutto ciò che fai, è un pochino diverso...
rmarango09 Settembre 2004, 11:59 #5
LaGrande = Palladium = Grande Fratello
Genesio09 Settembre 2004, 12:01 #6
...e anche al de profundis della libertà di usare il proprio computer a proprio piacimento, legale o illegale che sia l'intento, libertà di essere padroni dell'oggetto fisico. Almeno questo è ciò che sembra. Senza entrare nella noiosa, solita questione, mi auguro davvero che Linux ne sappia trarre vantaggio, che rimanga paladino della libertà informatica.
rob-roy09 Settembre 2004, 12:15 #7
Spero che la gente si sposti in massa su AMD...anche se mi sembra che AMD stessa,sia immischiata in palladium...-_____-
Genesio09 Settembre 2004, 12:17 #8
La legge la detta microsoft, intel e amd ne appoggiano gli intenti come è normale che sia.
Kralizek09 Settembre 2004, 12:27 #9
anche amd fa parte del carrozzone...

tra qualche anno avremo tutti processori Cyrix (esistono ancora?)
Spectrum7glr09 Settembre 2004, 12:42 #10
Originariamente inviato da Genesio
...e anche al de profundis della libertà di usare il proprio computer a proprio piacimento, legale o illegale che sia l'intento, libertà di essere padroni dell'oggetto fisico. Almeno questo è ciò che sembra. Senza entrare nella noiosa, solita questione, mi auguro davvero che Linux ne sappia trarre vantaggio, che rimanga paladino della libertà informatica.


ti piaccia o no esistono delle leggi e l'uso illecito di qualunque cosa sia essa un tostapane o un computer non c'entra nulla con la libertà (le leggi sono fatte per garantire il massimo di libertà possibile compatibile con la pacifica convivenza)...è un modo sbagliato di porre la questione: semmai si può discutere sull'invasione della Privacy (che è comunque tutta da dimostrare visto che adesso circolano solo rumors in rete e nessuna sa realmente cosa si debba aspettarsi da LaGrande) non sul diritto di usare una cosa per scopi illeciti.
Non è un tuot diritto quello di scegliere se rispettare le leggi ma è un tuo obbligo quello di rispettarle

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^