Nuovo iPad Pro: prestazioni paragonabili al MacBook Pro 2018 su alcuni benchmark

Nuovo iPad Pro: prestazioni paragonabili al MacBook Pro 2018 su alcuni benchmark

I primi benchmark sui nuovi iPad Pro sottolineano gli enormi passi in avanti compiuti da Apple con i suoi processori basati su architettura ARM

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Apple
AppleiPad
 

Geekbench è sempre stato particolarmente amichevole con le architetture mobile, ma mai come oggi i risultati dei processori ARM sono stati così vicini a quelli delle piattaforme per computer portatili. A definire questa situazione sono i primi benchmark dei nuovi iPad Pro, che implementano per la prima volta il processore Apple A12X Bionic caratterizzato dalla presenza di otto core. I risultati sono, incredibile a dirsi, paragonabili a quelli di alcune versioni di MacBook Pro, il portatile della Mela morsicata per l'utenza più esigente e professionale.

I nuovi iPad Pro fanno segnare infatti un punteggio di 5.025 punti su Geekbench nel test in single-core, secondo i dati divulgati da MacRumors, e di 18.106 punti in multi-core. Oltre ad essere decisamente più veloce di iPhone XS, XS Max e XR (che usano un Apple A12 esa-core), i nuovi tablet doppiano i predecessori e fanno registrare un risultato di quasi tre volte superiore rispetto al modello tradizionale di iPad della stessa generazione. Si tratta di risultati più in linea con quelli dei MacBook Pro con processori Intel Core i7, e non troppo diverso dalla variante con Core i9.

Un benchmark non può descrivere in maniera totalitaria le prestazioni raggiungibili con un processore, è vero, tuttavia è interessante notare come nello spazio risicato di un tablet Apple sia riuscita a introdurre una tecnologia così avanzata. Il tutto ad un prezzo che, seppur elevato per la categoria, è molto contenuto rispetto a quello di un MacBook Pro. I risultati di MacRumors sono inoltre superiori rispetto a quelli dichiarati da Apple a New York durante la presentazione ufficiale: 94% in più rispetto alla scorsa generazione, invece dei 90% annunciati ufficialmente.

Secondo la fonte, inoltre, i nuovi tablet hanno da 4 a 6 GB di RAM in base alla configurazione, anche se sembra al momento che i 6 GB sono destinati alla sola (e costosissima) versione con taglio di memoria da 1 TB. Tanta potenza su un tablet può sembrare sprecata, anche se Apple sta cercando di assottigliare le differenze in termini di versatilità tra Mac e iPad Pro. Ad esempio, a breve arriverà Photoshop (con lo stesso engine di rendering della versione per desktop), e uno dei passi successivi potrebbe essere un notebook con processore Apple Ax integrato.

E, secondo le speculazioni sull'argomento, un sistema simile potrebbe arrivare entro il prossimo 2020. Trovate tutto quello che c'è da sapere sui nuovi iPad Pro nei link di seguito:

 

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cappej02 Novembre 2018, 21:15 #1
Vai.! Ora si inizia come le solite c@**@te da benchmark su come paragonare i broccoli ai cuscinetti a sfera... Ma per favore...
Alfhw02 Novembre 2018, 21:21 #2
Ancora con questo vizio di paragonare benchmark ottenuti su hardware e os completamente diversi...
Va bene paragonare iPad e iPhone tra di loro ma lasciamo perdere il macbook che è tutto diverso.
RaZoR9302 Novembre 2018, 21:25 #3
I benchmark sono fatti apposta per ridurre al minimo le differenze software. Aspettando SPEC2006 da parte di Anandtech, non credo sia sorprendente il livello di performance raggiunto dal nuovo SoC.
Cappej02 Novembre 2018, 21:30 #4
Ma poi... Saranno 8 anni che si parla di un fantomatico MacBook Air con CPU Arm avvistato chi sa dove...
Tanto si sa che tra qualche anno non nsisteranno più architetture X86 al consumer... Ma basta... C'è arrivata pure Microsoft... Fate voi! Dov'è la novità...?
300002 Novembre 2018, 21:30 #5
Allora prendete il portatile ed il tablet e fate un confronto serio con la suite Adobe, quella Autodesk e coi giochi con le ultime librerie grafiche.
oatmeal02 Novembre 2018, 21:37 #6
Originariamente inviato da: 3000
Allora prendete il portatile ed il tablet e fate un confronto serio con la suite Adobe, quella Autodesk e coi giochi con le ultime librerie grafiche.


Un confronto serio è oggettivamente difficile però ti posso assicurare che l’A10x gestisce ed elabora tiff a 16 bit da 90 mega quasi in scioltezza
chaosblade02 Novembre 2018, 22:45 #7
Già peccato che con ios smadonno solo per controllare i tag di foto e video. Non mi passa nemmeno l’idea di prefere un ipad al mac book pro
MiKeLezZ03 Novembre 2018, 00:23 #8
Originariamente inviato da: oatmeal
Un confronto serio è oggettivamente difficile però ti posso assicurare che l’A10x gestisce ed elabora tiff a 16 bit da 90 mega quasi in scioltezza
Caricare un singolo file non compresso da 90MB non mi impressiona molto. Fammi sapere come si comporta a gestire 1,5GB di browser in background, 200GB in trasferimento a 400MB/s e nel frattempo l'applicazione di qualche filtro gaussiano o di sharpening sulla immagine di prima...
RaZoR9303 Novembre 2018, 01:33 #9
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Caricare un singolo file non compresso da 90MB non mi impressiona molto. Fammi sapere come si comporta a gestire 1,5GB di browser in background, 200GB in trasferimento a 400MB/s e nel frattempo l'applicazione di qualche filtro gaussiano o di sharpening sulla immagine di prima...
Il browser è un non problema, a volte ho 70 tab di safari sul mio ipad, questo detto iOS non lascerà mai in memoria tutte le tab con solo 4GB di DRAM e data la gestione piuttosto aggressiva della memoria di iOS, ma questa è una funzione della memoria presente e non del SoC.

Stress sullo storage è un non problema.
Questo è un benchmark NAND dell'ultima generazione di iPhone:

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Bisogna optare per SSD NVME di fascia alta su PC per fare di meglio.
L'ultima generazione di ipad con 1TB di NAND sicuro farà meglio, anche solo per il taglio di memoria.

Nella demo mostrata da Adobe l'A12X gestisce un file .PSD di phothosp da oltre 3 GB con 157 layers.
https://youtu.be/bfHEnw6Rm-4?t=3988
oatmeal03 Novembre 2018, 06:05 #10
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
Caricare un singolo file non compresso da 90MB non mi impressiona molto. Fammi sapere come si comporta a gestire 1,5GB di browser in background, 200GB in trasferimento a 400MB/s e nel frattempo l'applicazione di qualche filtro gaussiano o di sharpening sulla immagine di prima...


Non voglio impressionare nessuno, dico solo che un chippettino da 30 dollari e 5 watt oggi ti permette di fare ottime cose. Poi se cerchiamo gli stress test a tutti i costi è ovvio che i limiti rispetto ad altre configurazioni ci sono, sul mio iMac ho 40 giga di ram e non è che mi metto a paragonarlo all’ipad con 4 giga e fanless

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^