App universali funzionanti su iPhone, iPad e Mac: rivoluzione in casa Apple?

App universali funzionanti su iPhone, iPad e Mac: rivoluzione in casa Apple?

Apple potrebbe ben presto rivoluzionare il suo approccio storico con le app, che fino ad oggi erano limitate ad un'unica piattaforma

di pubblicata il , alle 12:41 nel canale Apple
AppleiOSmacOSiPhoneiPadiMacMacBook
 

Apple starebbe pensando ad un approccio diverso per la gestione delle app sulle proprie piattaforme, e questo approccio potrebbe prevedere l'integrazione di app universali capaci di funzionare su iPhone, iPad e Mac. La novità potrebbe arrivare già nella prima parte del 2018 secondo quanto riporta Bloomberg che si dichiara informato sui fatti.

"A partire dall'inizio dell'anno prossimo gli sviluppatori software potranno progettare una singola applicazione che può funzionare con touchscreen o mouse e trackpad in base a dove viene eseguita", si legge sul sito, che specifica che lo stesso software potrà funzionare su iPhone, iPad e anche su Mac. Ad aver rivelato l'interesse di Apple nei confronti delle app universali sono state "persone con conoscenze dei fatti" non meglio specificate dalla fonte.

Apple vorrebbe distribuire la funzionalità su iOS 12 e macOS 10.14 entro la fine del 2018, ma l'annuncio e l'apertura della nuova piattaforma di sviluppo agli addetti ai lavori verranno effettuati probabilmente durante la WWDC 2018 che dovrebbe tenersi a giugno. Le tempistiche e le date potrebbero variare, tuttavia è molto probabile che le API necessarie per realizzare le app universali verranno offerte agli sviluppatori in versione d'anteprima poco dopo la WWDC.

Ad oggi Apple impone lo sviluppo di due app totalmente separate per i sistemi operativi iOS e macOS, anche perché ha da sempre specificato che le due piattaforme sono fin troppo diverse per essere unificate. Se la voce venisse confermata ci troveremo di fronte ad un nuovo cambio radicale nell'approccio da parte dell'azienda di Cupertino, anche se ad oggi è impossibile fare previsioni su quello che potrà portare il cambio di rotta sui prodotti hardware Apple.

Non sappiamo neanche se la novità porterà ad una fusione di App Store e Mac App Store, ma è chiaro che unendo i pacchetti gli sviluppatori saranno quasi obbligati a prestare maggiore dedizione alle applicazioni per Mac, aggiornate oggi meno di sovente rispetto a quelle per iPhone e iPad. Il progetto delle app universali di Apple è noto oggi come "Marzipan", e dovrebbe dettare uno dei cambiamenti maggiori nella roadmap della società per l'anno prossimo.

Potrebbe essere il punto di partenza per un unico sistema operativo universale per tutti i dispositivi Apple, con un percorso che seguirebbe quanto fatto in anticipo da Microsoft con Windows 10.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
recoil21 Dicembre 2017, 12:50 #1
beh speriamo
crei un'app unica e cambi alcuni elementi di interfaccia per fare in modo che sul Mac sia utilizzabile con mouse e che abbia alcune voci di menù

a fronte di tantissime app iOS c'è molta meno roba sul Mac, io stesso ho fatto qualcosa tempo fa e pur conoscendo bene Objective-C avevo il problema di dover rivedere tutte le altre parti dato che non avevo a disposizione UIKit
poter fare un'app Mac con pochi passi in più partendo da una iOS renderebbe possibile avere molte più app su macOS quindi ben venga
Gyammy8521 Dicembre 2017, 12:54 #2
E hanno inventato anche le app universali, microsoft può solo accompagnare...oh wait
Lampetto21 Dicembre 2017, 12:58 #3
Cambio di filosofia notevole dal dogma che ogni sistema è e deve stare indipendente...

Immagino nasceranno le app più universali di sempre
recoil21 Dicembre 2017, 13:09 #4
Originariamente inviato da: Lampetto
Cambio di filosofia notevole dal dogma che ogni sistema è e deve stare indipendente...

Immagino nasceranno le app più universali di sempre


beh vediamo cosa annunciano e come la mettono

il loro dogma, fino ad ora, è che macOS non ha il touchscreen e iPad non ha un dispositivo di puntamento
già oggi se fai un'app puoi riciclare parte del codice tra le due piattaforme, ma come dicevo lavori con SDK abbastanza diversi quindi presentare un elenco di dati in iOS lo fai con la UITableView, su macOS c'è la NSTableView e anche se certi concetti si somigliano devi riscrivere le cose due volte
uniformare in questo senso sarebbe ottimo, scrivo la mia app con UIKit per iOS poi faccio un porting su macOS aggiungendo il supporto ai menù e al fatto che c'è il mouse, cosa che peraltro possono gestire pure loro
dopotutto già oggi uso il simulatore di iOS sul Mac e interagisco con il mouse, quindi lato Apple c'è già tutto quello che serve da quel punto di vista
Lampetto21 Dicembre 2017, 13:21 #5
Originariamente inviato da: recoil
beh vediamo cosa annunciano e come la mettono

il loro dogma, fino ad ora, è che macOS non ha il touchscreen e iPad non ha un dispositivo di puntamento
già oggi se fai un'app puoi riciclare parte del codice tra le due piattaforme, ma come dicevo lavori con SDK abbastanza diversi quindi presentare un elenco di dati in iOS lo fai con la UITableView, su macOS c'è la NSTableView e anche se certi concetti si somigliano devi riscrivere le cose due volte
uniformare in questo senso sarebbe ottimo, scrivo la mia app con UIKit per iOS poi faccio un porting su macOS aggiungendo il supporto ai menù e al fatto che c'è il mouse, cosa che peraltro possono gestire pure loro
dopotutto già oggi uso il simulatore di iOS sul Mac e interagisco con il mouse, quindi lato Apple c'è già tutto quello che serve da quel punto di vista


Naturalmente queste sono voci tutte voci da verificare, ma se come sostieni resta il dogma di hardware diversi snza thouch screen si preclude sistemi ibridi capaci di funzionare in entrambi i modi (Tablet / PC)

Inoltre si avranno comunque diverse interfacce di input e, a prescindere dalla facilità o meno di creare un'applicazione nei due sistemi, si dovranno creare due distinte interfaccie della stessa app. Mi sembra un approccio comunque distinto rispetto a una UWP dove l'interfaccia resta la stessa..
LucaLindholm21 Dicembre 2017, 13:25 #6

Ehhhh...

Originariamente inviato da: digmedia
la differenza è che microsoft ha si le app multipiattaforma...ma ha solo
una piattaforma dove farle girare


Capisco che Appl... ehm, HWUpgrade certe notizie non le dia, ma basta fare un salto su qualsiasi altro blog di tecnologia, per vedere a che punto stia MS con il suo Surface Phone/Courier.

Sono usciti molti rumor negli ultimi giorni, accompagnati da vari brevetti registrati... e alla fine, l'altro ieri, è arrivato un rendere molto realistico (basato appunto su tali brevetti) di come dovrebbe essere tale dispositivo handset... e la fonte che lo ha realizzato è la stessa che aveva azzeccato praticamente al 98% il design di alcuni dei più famosi Lumia (non da ultimo il 950 /XL).

Ogni tanto uscire da questo blog può fare anche bene.

LucaLindholm21 Dicembre 2017, 13:28 #7
Originariamente inviato da: Lampetto
Naturalmente queste sono voci tutte voci da verificare, ma se come sostieni resta il dogma di hardware diversi snza thouch screen si preclude sistemi ibridi capaci di funzionare in entrambi i modi (Tablet / PC)

Inoltre si avranno comunque diverse interfacce di input e, a prescindere dalla facilità o meno di creare un'applicazione nei due sistemi, si dovranno creare due distinte interfacce della stessa app. Mi sembra un approccio comunque distinto rispetto a una UWP dove l'interfaccia resta la stessa..


L'interfaccia resta la stessa sulle UWP?

Certo, se è fatta in maniera basica.

MS chiaramente vuole che si differenzi l'interfaccia tra le varie famiglie di dispositivi di Win 10 (Desktop, Mobile, Xbox, Holographic, Win 10 Teams... l'ultima arrivata), indicando di mettere le varie View di un'app in cartelle separate che posseggano nomi specifici e terminino con il suffisso della famiglia di dispositivi a cui si riferisce.

recoil21 Dicembre 2017, 13:40 #8
Originariamente inviato da: Lampetto
Naturalmente queste sono voci tutte voci da verificare, ma se come sostieni resta il dogma di hardware diversi snza thouch screen si preclude sistemi ibridi capaci di funzionare in entrambi i modi (Tablet / PC)

Inoltre si avranno comunque diverse interfacce di input e, a prescindere dalla facilità o meno di creare un'applicazione nei due sistemi, si dovranno creare due distinte interfaccie della stessa app. Mi sembra un approccio comunque distinto rispetto a una UWP dove l'interfaccia resta la stessa..


fanno sempre in tempo a cambiare idea come già avvenuto numerose volte in passato
a me un Mac touchscreen non interessa, ma se c'è non mi da fastidio semplicemente non lo uso, quindi se vogliono introdurlo ben venga anche quello
Lampetto21 Dicembre 2017, 13:40 #9
Originariamente inviato da: LucaLindholm
L'interfaccia resta la stessa sulle UWP?

Certo, se è fatta in maniera basica.

MS chiaramente vuole che si differenzi l'interfaccia tra le varie famiglie di dispositivi di Win 10 (Desktop, Mobile, Xbox, Holographic, Win 10 Teams... l'ultima arrivata), indicando di mettere le varie View di un'app in cartelle separate che posseggano nomi specifici e terminino con il suffisso della famiglia di dispositivi a cui si riferisce.



Si questo lo so, mi riferivo ai sistemi ibridi Notebook/Tablet l'interfaccia delle UWP è identica a quelle che troveresti su un PC
Simonex8421 Dicembre 2017, 13:44 #10
Apple ti prego NO!!!! Non fare una ca##ata come questa, touch e mouse/tastiera sono mondi diversi che devono restare separati.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^