AirPods di Apple generano più entrate di AMD, NVIDIA, Spotify e Twitter. Guardate

AirPods di Apple generano più entrate di AMD, NVIDIA, Spotify e Twitter. Guardate

Sembra proprio che le entrate più importanti per Apple arrivino dall'accessorio più piccolo che la società realizza a Cupertino. Gli AirPods, ossia gli auricolari wireless, riescono a generare guadagni superiori a quelli fatti da Spotify o Twitter.

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Apple
AppleSpotifyTwitter
 

Nel 2016 quando Apple decise di introdurre sul mercato le sue prime cuffie senza filo sicuramente immaginava che avrebbero avuto successo ma forse non aveva contato che avrebbero fatto davvero così tanto successo come poi è accaduto. Gli AirPods sono arrivati ormai 4 anni fa e in questo lasso di tempo hanno visto il susseguirsi di tre diverse generazioni che da una parte hanno migliorato alcune loro caratteristiche, non modificando però quello che è l'aspetto più importante di esse: la semplicità e la mobilità.

AirPods non sono un semplice accessorio come erano state preventivamente ideate. Gli auricolari di Apple sono divenuti un pezzo più che importante del catalogo dell'azienda e guardando soprattutto il lato economico si scopre come le entrate fatte da Tim Cook con essi siano di gran lunga superiori a quelli di realtà come AMD, NVIDIA, Spotify o anche Twitter e non solo.


Clicca per ingrandire

AirPods: entrate maggiori di Spotify, Twitter, AMD e NVIDIA

Stando ad alcuni numeri sappiamo che Apple dal 2017 ha venduto circa 215 milioni di iPhone durante l'arco di un anno. Le sole vendite di questi device contribuiscono annualmente al raggiungimento di circa 150 miliari di dollari di entrate che equivale all'incirca all'80% delle entrate totali dei prodotti di Apple. Tra le mani però l'azienda di Tim Cook possiede un altro grande successo oltre a quello degli iPhone che si chiama appunto AirPods.

In questo caso, seppure l'azienda non condivida i numeri specifici di vendita di questo prodotto, gli analisti del settore convergendo alcuni numeri sulle vendita hanno potuto stimare come nel 2017 l'azienda di Cupertino abbia venduto la bellezza di oltre 15 milioni di AirPods al prezzo di circa 150$. Questo ha permesso di totalizzare entrate per oltre 2,25 miliardi di dollari. Successivamente però, nel 2018, l'azienda ha bissato il successo con numeri ancora maggiori perché ha raggiunto una quota di oltre 35 milioni di AirPods vendute in un anno. Questo significa che ha incassato oltre 5,25 miliardi di dollari.

E nel 2019? Qui Apple ha raggiunto al momento l'apice riuscendo a vendere oltre 60 milioni di AirPods con prezzi in questo caso che sono aumentati a causa dell'introduzione della seconda generazione dei classici auricolari oltre alla variante "Pro" che sappiamo viene venduta a 250$. Facendo qualche calcolo si ottengono entrate, solo su questi accessori, che raggiungono tranquillamente i 12 miliardi di dollari che equivalgono ad un 8% del totale delle entrate di Apple.

Poco? Sembrerebbe una percentuale bassa se non fosse che rapportata ad altre realtà tech presenti nel mondo, rappresenta addirittura un guadagno maggiore di quanto riescono a fare insieme Spotify e Twitter. Considerando infatti le entrate delle aziende Tech è possibile osservare come solo Tesla, Netflix e Uber riescano a battere Apple con i soli AirPods mentre al di sotto si collocano Adobe, NVIDIA e anche AMD, tra le più importanti.

Apple, Airpods e il loro futuro

Seguendo i ragionamenti di Kevin Rooke, autore del grafico sulle revenue di Apple, si può pensare ad un successo ancora maggiore di questi accessori dell'azienda di Cupertino in futuro. Considerando infatti che l'azienda ha venduto oltre 900 milioni di iPhone e che al momento ci siano in giro circa 100 milioni di AirPods è palese che la maggior parte degli utenti utilizzi altri auricolari oppure quelli con filo presenti nella scatola degli iPhone. Questo significa che il mercato non è assolutamente saturo di AirPods e che Apple può ancora notevolmente guadagnare dalla vendita delle sue cuffie senza fili.

Le novità in arrivo, secondo gli analisti, potrebbero far guadagnare ancora di più ad Apple. Si vocifera che l'azienda stia lavorando in segreto a nuove funzionalità da applicare alle cuffie. Si parla di un vero e proprio sistema operativo per gli auricolari che permetta di interagire con le applicazioni presenti su iPhone e non solo. Se fosse davvero così è facile intuire un ulteriore successo di questi accessori che porterebbero ad Apple un incremento dei guadagni negli anni a venire.

Non solo perché gli AirPods e tutte queste novità a livello audio potrebbero fare la differenza anche nella vendita degli iPhone. Gli utenti ultimamente cercano sempre più il particolare che differenzi i telefoni, ritenuti tutti molto simili tecnicamente. Ecco che un comparto audio di un livello superiore con AirPods ancora migliori potrebbe essere uno strumento valido per far crescere la base degli acquirenti di telefoni Apple.  I nuovi accessori per iPhone da soli non sposteranno l'ago della bilancia in Apple almeno a lungo termine, ma la creazione di un intero ecosistema audio potrebbe farlo.

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
oatmeal15 Gennaio 2020, 12:57 #1
secondo fonti autorevoli i ricavi in realtà sarebbero di "soli" 7,5 miliardi.

https://daringfireball.net/linked/2.../cybart-airpods

Che comunque, ammesso che siano più realistici, sono un dato impressionante soprattutto perché si stima che i possessori di AirPods siano solo un decimo degli attuali iPhone in circolazione
Korn15 Gennaio 2020, 13:16 #2
apple apple apple, che scatole ste notizie su quanto guadagnano con troiai sovra prezzati, fa pensare a quanti citrulli circolano per le strade
san80d15 Gennaio 2020, 13:40 #3
una macchina da guerra, complimenti
!fazz15 Gennaio 2020, 15:40 #4
Originariamente inviato da: Korn
apple apple apple, che scatole ste notizie su quanto guadagnano con troiai sovra prezzati, fa pensare a quanti citrulli circolano per le strade


14g
Abufinzio15 Gennaio 2020, 15:50 #5
Originariamente inviato da: Korn
apple apple apple, che scatole ste notizie su quanto guadagnano con troiai sovra prezzati, fa pensare a quanti citrulli circolano per le strade

l'importante è la scusa per avere certi vocaboli nelle notizie, quali appunto Airpods :°D
El Roy15 Gennaio 2020, 16:11 #6
Oltretutto, oltre che immotivatamente costosi, gli airpods sono anche esteticamente brutti a vedersi... la forma del tubolare allungato si protende eccessivamente dall'orecchio dando l'impressione che si indossino degli orecchini bianchi... non ci si fa una bella figura, secondo me.
rockroll16 Gennaio 2020, 01:12 #7
Originariamente inviato da: Korn
apple apple apple, che scatole ste notizie su quanto guadagnano con troiai sovra prezzati, fa pensare a quanti citrulli circolano per le strade


Condivido pienamente quel che hai detto, ma la prossima volta (fra 14 gg) usa più diplomazia. Seri stato sospeso per aver detto una scomoda verità, oltretutto interventi ben più degni di sanzione del tuo sono spesso passati in cavalleria.

Personalmente, quelle poche volte che uso auricolari, ne ho più che d'avanzo di quelli acquistati al mercato sotto casa per pochi euro, rigorosamente wireful (con filo) con sacrosanto connettore da 3.5: basta provare quelli che abbiano miglior resa particolarmente sui bassi e non tendano a gracchiare ad alto volume, e farne opportuna scorta...

Preferisco mille volte dare i miei soldi ad AMD piuttosto che ad Apple.
gioloi16 Gennaio 2020, 10:02 #8
Originariamente inviato da: El Roy
Oltretutto, oltre che immotivatamente costosi, gli airpods sono anche esteticamente brutti a vedersi... la forma del tubolare allungato si protende eccessivamente dall'orecchio dando l'impressione che si indossino degli orecchini bianchi... non ci si fa una bella figura, secondo me.

L'estetica però è qualcosa di soggettivo e, soprattutto, mutevole nel tempo.
Al loro annuncio gli Airpods furono bersagliati di prese in giro proprio per l'estetica, paragonati a Cotton Fioc e via dicendo.
Poi, pian piano, la gente ha cominciato a usarli e ora dalle mie parti è pieno di persone con due bastoncini bianchi che gli escono dalle orecchie, dal ragazzino con lo skateboard al funzionario in giacca e cravatta.
Come per tutte le cose, finisci per farci l'occhio.
I concorrenti hanno già iniziato a imitarli e c'è da scommettere, dato il successo che stanno avendo, che fa un paio d'anni sarà il nuovo form factor per gli auricolari senza filo.
macs31116 Gennaio 2020, 10:35 #9
Originariamente inviato da: gioloi
L'estetica però è qualcosa di soggettivo e, soprattutto, mutevole nel tempo.
Al loro annuncio gli Airpods furono bersagliati di prese in giro proprio per l'estetica, paragonati a Cotton Fioc e via dicendo.
Poi, pian piano, la gente ha cominciato a usarli e ora dalle mie parti è pieno di persone con due bastoncini bianchi che gli escono dalle orecchie, dal ragazzino con lo skateboard al funzionario in giacca e cravatta.
Come per tutte le cose, finisci per farci l'occhio.
I concorrenti hanno già iniziato a imitarli e c'è da scommettere, dato il successo che stanno avendo, che fa un paio d'anni sarà il nuovo form factor per gli auricolari senza filo.


veramente mi pare che i nuovi airpods siano in ear e abbiano quindi già perso quel form factor controintuitivo della prima serie.
detto questo la Apple è un'azienda che induce i bisogni nelle persona più di quanto inventi qualcosa di necessario o richiesto..
Simonex8416 Gennaio 2020, 10:43 #10
Le Pro sono un po' più corte della normali

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Io da quando ce le ho ho capito quanto possano essere comode delle true wireless, in mobilità non c'è confronto, sembra di non averle, mai nessun intralcio con niente indipendentemente da come si è vestiti o quello che si fa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^