Wikipedia chiede aiuto per rimanere indipendente

Wikipedia chiede aiuto per rimanere indipendente

Un annuncio del fondatore di Wikipedia chiede aiuti economici agli utenti al fine di preservare l'indipendenza

di pubblicata il , alle 08:55 nel canale Web
 

Wikipedia chiede aiuto agli utenti per poter continuare a sostenere le proprie spese di gestione rimanendo autonoma. Il tutto viene chiaramente spiegato in una lettera firmata da Jimmy Wales - il fondatore di Wikipedia - e pubblicata qui.

Nel documento, ripreso e commentato da varie fonti online, vengono presentati alcuni numeri del network Wikipedia: più di 275 milioni di persone al mese effettuano accessi a Wikipedia avendo a disposizione 11 milioni di articoli localizzati in 265 lingue. Questi contenuti sono creati oltre 150 mila volontari anche se la struttura, ovviamente, ha dei costi fissi.

Jimmy Wales quantifica anche lo staff retribuito di Wikipedia costituito da 33 persone e, ancor più interessante, cita le spese di gestione annue: meno di sei milioni di dollari. Fino ad oggi le spese sono state sostenute dalla Wikimedia Foundation attiva dal 2003 ma dalle parole dalla lettera pubblicata, pare che il futuro non sia particolarmente roseo.

Wikipedia è spesso al centro di alterne vicende: secondo taluni il contributo volontario non offre sufficienti margini in termini di qualità dei contenuti, mentre alla base del progetto vi è proprio l'obiettivo di rendere le informazioni accessibili a tutti in modo libero. Jimmy Wales non intende aprire Wikipedia a potenziali inserzionisti pubblicitari e per questo motivo chiede il coinvolgimento attivo degli utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

38 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Fx02 Gennaio 2009, 09:18 #1
non mi è ben chiaro come ad es. un banner di google adwords possa minare l'indipendenza di wikipedia

nel contempo l'approccio attuale del "chiedo agli utenti di donare dei soldi" che alla fine si traduce nel:
1) pagano sempre i soliti
2) chiedere permanentemente l'elemosina

mi sembra decisamente superato e superabile.

cosa c'è di meglio che legare le entrate al servizio fornito con uno stupidissimo banner (anche solo nella colonna di sx)? dai modo a wikipedia di crescere ancora di più, e di contro non hai nulla se non andare contro la cocciutaggine di qualcuno

ps: buon 2009!
tommy78102 Gennaio 2009, 09:30 #2
wiki è anche fonte di immense cazzate ed articoli tanto superficiali da risultare inutili e per questo ben pochi fanno donazioni, il servizio è gratuito ma rende anche in tal misura. che se lo mangi un colosso tipo google e che inizi a sfornare reale cultura ed informazioni approfondite, a mio giudizio sarebbe molto meglio.
mentechemente02 Gennaio 2009, 09:47 #3
E non è certo indipendente, basta dare un'occhiata alla pagina "signoraggio", chiusa alle modifiche e con delle affermazioni false.
io7802 Gennaio 2009, 10:01 #4
@Fx

Tu la chiami elemosina, secondo me è il pagamento del servizio che ti viene offerto.

Visto che i contenuti sono tanti e la qualità varia per ogni singolo contenuto, non ti viene chiesto di pagare una cifra fissa ma di dare un contributo libero. Per te le informazioni che trovi valgono 0.50 €, offri quello.
Se vai su wikipedia 1 volta l'anno non ha senso, ma se la usi di quotidianamente e le informazioni che trovi sono quelle che ti servono allora è giusto contribuire

Korn02 Gennaio 2009, 10:11 #5
Originariamente inviato da: tommy781
wiki è anche fonte di immense cazzate ed articoli tanto superficiali da risultare inutili e per questo ben pochi fanno donazioni, il servizio è gratuito ma rende anche in tal misura. che se lo mangi un colosso tipo google e che inizi a sfornare reale cultura ed informazioni approfondite, a mio giudizio sarebbe molto meglio.

google se non erro ha proposto o vuole proporre qualcosa di simile, spero tu sia contento, non capisco però l'accanirsi su wiki, che se non ti garba puoi sempre modificare a tuo piacere sempre che a sparar cazzate non sia tu
que va je faire02 Gennaio 2009, 10:29 #6
a quanto pare hanno già raggiunto la quota dei 6 milioni di dollari... io la consulto spesso e vi dirò anche che molta gente la usa come fonte durante la redazione delle tesi -lo stò facendo pur io- certo, un po di cautela ci vuole, ma se volgiamo essere pignoli, la cautela ci vuole con qualsiasi fonte.

quello che mi ha stupito sono tutti quei costi, come ci arrivano a spendere 6 milioni l'anno avendo solo 33 dipendenti pagati? tutto in hardware?
Korn02 Gennaio 2009, 10:33 #7
pensa a tutta la banda che gli serve....
OutOfBounds02 Gennaio 2009, 10:39 #8
Originariamente inviato da: Korn
non capisco però l'accanirsi su wiki


Concordo. I numeri parlano chiaro: Wikipedia è un servizio utilissimo fornito gratuitamente. Ad ogni modo nel resto di internet è comunque difficile trovare sempre informazioni precise e dettagliate. Io sono convinto che Wikipedia viaggia ad un livello superiore e se si vuole una maggior precisione si può sempre ricorrere alla versione inglese.

Mi vien da paragonarlo al primo google, quando ancora non sapevano come sfruttarlo a fini commerciali. Servizio utilissimo, ma snobbato perché non s'intravedeva il futuro commerciale.
Spinnaker99902 Gennaio 2009, 10:40 #9
A me ha fatto sempre comodo...se cerchi qualche cosa anche una semplice domanda c'è sempre, anche quando ero al liceo mi ha dato una mano, per gli appunti che nn avevo preso

quindi a me è servita e ho restituito il favore
Ntropy02 Gennaio 2009, 10:44 #10
Wikipedia è sicuramente uno dei progetti più validi e contorti che ho mai visto sulla rete. Condivido pienamente l'idea di mantenere indipendente il progetto ma credo anche che la foundation dovrebbero rivalutare l'idea di inserire pubblicità per sostenere i costi di gestione e sopratutto andrebbero riveste alcune regole in merito alla validazione dei contenuti. Inoltre leggendo il report delle donazioni e l'utilizzo di questi fondi mi sembra che sono appena sufficienti a coprire il biennio 2008/2009 e quindi questo mi fà pensare che tra un anno ritorneranno a chidere donazioni. Non credo che ci sia nessuna questione morale nell'inserire della pubblicità ma ovviamente non si deve scendere ad assurdi compromessi e magari trasformare la foundation in una azienda e sopratutto si dovrebbero avere rapporti più dettagliati ed accessibili riguardo la gestione di questi fondi.

L'idea dell'informazione libera meriterebbe maggiore interesse da parte di tutti noi perchè se ci pensate bene è grandiosa, grandiosa ma grandiosamente controversa...................

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^