Bitcoin, conclusa l'asta del patrimonio di Silk Road

Bitcoin, conclusa l'asta del patrimonio di Silk Road

Un valore di oltre 17 milioni di dollari è stato messo all'asta dopo la confisca del patrimonio di Silk Road. Intanto in California scompare il divieto alla circolazione di monete alternative

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:01 nel canale Web
 

Nei giorni scorsi l'US Marshals Service ha concluso l'asta dei Bitcoin sequestrati nell'operazione di chiusura di Silk Road, avvenuto lo scorso mese di ottobre. L'asta, la cui durata è stata di circa 12 ore, era composta da nove blocchi di 3000 bitcoin ciascuno ed un blocco di 2757 bitcoin, per un valore complessivo superiore ai 17 milioni di dollari, stando al valore medio dei Bitcoin in questo periodo.

Silk Road, di fatto uno dei principali mercati virtuali per lo smercio di sostanze stupefacenti, ha generato tra febbraio 2011 e luglio 2013 un giro d'affari di oltre 1,2 miliardi di dollari spingendosi in realtà un territorio molto più oscuro della semplice vendita di droghe. Lo scorso ottobre, assieme alla chiusura del sito da parte delle autorità, il presunto fondatore Ross William Ulbricht è stato accusato di vari crimini, tra cui associazione a delinquere per narcotrffico, computer hacking e riciclaggio di denaro.

Ulbricht è stato inoltre sospettato di essere stato il mandante di un omicidio su commissione, offrendo l'equivalente in Bitcoin di 150 mila dollari per l'uccisione di un utente di Silk Road impegnato nel tentativo di estorsione di 500 mila dollari da Silk Road con la minaccia di rendere nota l'identità di altri utenti del sito. La mancanza di prove sufficienti non ha però permesso di muovere alcuna accusa formale nei confronti di Ulbricht.

L'US Marshal Service non ha rilasciato informazioni sul numero di offerte pervenute ne' sul numero di partecipanti, anche se un messaggio di posta elettronica inviata per errore a tutti i partecipanti ha rivelato l'identità di alcune parti interessate. Ai partecipanti è stato richiesto di compilare un modulo di registrazione, fornire una copia di un documento d'identità e un deposito cauzionale di 200 mila dollari entro il 26 giugno scorso. L'US Marshal Service ha inoltre rifiutato le offerte da parte di coloro i quali avrebbero potuto agire per conto di Ulbricht o in concerto con ciò che rimane di Silk Road.

Vi sono altri 144 mila Bitcoin in attesa di essere sbloccati da parte delle autorità con il prosieguo dell'azione giudiziaria nei confronti di Ulbricht, il quale si è dichiarato innocente e che rischia 30 anni di reclusione. Difficilmente il processo potrà essere avviato entro l'anno in corso, con le autorità che ancora devono scandagliare oltre 10TB di informazioni.

Intanto la scorsa settimana il Governatore della California Jerry Brown ha firmato il bill AB 129 convertendo in legge una modifica riguardante le "lawful money". La nuova legge pone termine al divieto di circolazione delle valute alternative nello Stato, il che rende perfettamente legale l'uso delle monete virtuali come Bitcoin, Dodgecoin e altre criptovalute. Si tratta di una modifica al California Corporations Code 107, che precedentemente vietava la circolazione nello Stato della California di qualsiasi moneta diversa dalla moneta legale degli Stati Uniti d'America. La modifica apporta un chiarimento, permettendo la circolazione di valute alternative sulla base dell'idea che esse non vanno a violare la legge quando sono usate per acquistare beni o servizi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aald21301 Luglio 2014, 16:06 #1
C'è un errore; se un BTC vale circa 570$, 30.000 ne valgono ~17 milioni di USD, non 17 miliardi.
alexdal01 Luglio 2014, 16:20 #2
con 17 miliardi si fa una manovra di stabilita
o si possono assumere 50mila persone per 3 anni
das01 Luglio 2014, 16:37 #3
Come si fa a sequestrare un criptovaluta ? Se il tizio non ti da la chiave dell'eWallet....

Forse gliela hanno estorta con la forza oppure hanno violato l'algoritmo ?
doctor who ?01 Luglio 2014, 18:21 #4
Originariamente inviato da: das
Come si fa a sequestrare un criptovaluta ? Se il tizio non ti da la chiave dell'eWallet....

Forse gliela hanno estorta con la forza oppure hanno violato l'algoritmo ?


Sequestro dell'hard disk forse...
comunque se il wallet è criptato non ci fai tanto...
das01 Luglio 2014, 18:51 #5
Originariamente inviato da: doctor who ?
Sequestro dell'hard disk forse...
comunque se il wallet è criptato non ci fai tanto...


Secondo me il limite della crittografia è nel fatto che le chiavi ti possono essere estorte.

Se quando ti arrestano ti propongono:
- O ci dai la chiave o ti mettiamo nella stessa cella con qualche detenuto particolare -

Tu che fai ? Gliele dai le password o no ?
doctor who ?01 Luglio 2014, 18:56 #6
Originariamente inviato da: das
Secondo me il limite della crittografia è nel fatto che le chiavi ti possono essere estorte.

Se quando ti arrestano ti propongono:
- O ci dai la chiave o ti mettiamo nella stessa cella con qualche detenuto particolare -

Tu che fai ? Gliele dai le password o no ?


Me la sono dimenticata *poker face*

Pensandoci.. non mi sono mai chiesto come fosse andata la cosa, comunque vista la cifra in ballo e il tempo passato... l'opzione bruteforce ci stà

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^