Australia: per guardare il porno si pensa al riconoscimento facciale

Australia: per guardare il porno si pensa al riconoscimento facciale

In Australia si valuta la possibilità di usare tecnologie di riconoscimento facciale e corrispondenza dei volti per prevenire l'accesso a contenuti pornografici da parte di minori

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Web
 

Il legislatore Austrialiano sta cercando di mettere in atto una maniera che prevenga l'accesso alla pornografia online da parte dei minori. A tal scopo il dipartimento degli Affari Interni ha proposto una possibile strada: la tecnologia di riconoscimento del volto.

"Gli Affari Interni stanno sviluppando un Face Verification Service che permetta di individuare la corrispondenza tra la foto di un individuo e l'immagine utilizzata su uno dei loro documenti di identità. Questo permetterebbe di aiutare nella verifica dell'età anagrafica ed evitare che un minore usi un documento del genitore per aggirare i controlli" spiega il governo Australiano.

Il governo Australiano è al lavoro da qualche anno ad un sistema di corrispondenza dei volti. Nel 2016 il governo annunciò l'avvio della prima fase del nuovo Face Verification Service, dando ad alcuni dipartimenti e alla polizia federale la possibilità di condividere le corrispondenze delle foto digitali dei volti dei cittadini.

Il sistema è stato però inizialmente abbastanza limitato, includendo solo foto di persone che avevano fatto richiesta per diventare cittadini australiani. L'uso del database era inoltre limitato ad un ristretto numero di agenzie governative, ed in particolare solo a quelle che ne avessero una stetta necessità. Il governo ha comunque lavorato all'espansione del sistema, aggiungendo altre fonti di fotografie per allargare il database e sviluppando ulteriormente la possibilità di identificare persone sconosciute. Quest'ultima proposta mostra infine la volontà di aprire la tecnologia anche al settore privato.

"Sebbene il sistema sia progettato principalmente per prevenire i crimini contro l'identità di un soggetto, gli Affari Interni ne sosterrano l'uso all'interno dell'economia Australiana per rafforzare il processo di verifica dell'età anagrafica" comunica il governo.

Resta comunque qualche ostacolo da superare: il sistema non è ancora pienamente operativo e prima di poter essere reso disponibile al settore privato è necessario attendere l'approvazione della Identity-matching Services Bill 2019, che attualmente non è ancora approdata in Parlamento.

Negli scorsi mesi anche il Regno Unito ha portato avanti l'istituzione di un sistema di verificà dell'età per i consumatori di contenuti pornografici. Il sistema britannico però non imponeva l'uso di alcuna specifica tecnologia, lasciando invece decidere ai singoli siti porno quale fosse il modo migliore. Il sistema avrebbe dovuto prendere il via il 15 luglio, ma sotto le pressioni dei difensori della privacy il governo ne ha sospeso l'applicazione a tempo indeterminato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200629 Ottobre 2019, 19:46 #1
Il legislatore Austrialiano sta cercando di mettere in atto una maniera che prevenga l'accesso alla pornografia online da parte dei minori. A tal scopo il dipartimento degli Affari Interni ha proposto una possibile strada: la tecnologia di riconoscimento del volto.


E riusciranno a convincere tutti i siti hot del mondo a installare questo filtro... O lo preinstalleranno in tutti i PC e smartphone australiani...

Se e' solo sui siti australiani, basta guardare siti di altre nazioni. Se e' un sw sul pc lo si aggira.

Tempo e soldi buttati.

Ovviamente troveranno anche modo e maniera per impedire ai minori di creare porno amatoriali con i propri smarphone e di condividerli a chicchessia...

Meglio priorizzare la lotta alla pedopornografia.
Yramrag29 Ottobre 2019, 20:16 #2
Dei tizi pensano di obbligarti ad accendere una videocamera quando accedi ai siti zozzi.
Per il riconoscimento.
Facciale.

Dei geni (del male)
Doraneko29 Ottobre 2019, 20:46 #3
Tra un po' renderanno obbligatorio anche lo smartwatch per rilevare il movimento sussultorio di uno che si fa' le pippe
Opteranium29 Ottobre 2019, 20:48 #4
e lasciateci acCULturare in pace, bacchettoni inutili
Bestio29 Ottobre 2019, 21:27 #5
Qui stiamo tornando al medioevo, tra poco faranno indossare questo ai giovani...

Link ad immagine (click per visualizzarla)
kamon30 Ottobre 2019, 01:07 #6
Originariamente inviato da: Doraneko
Tra un po' renderanno obbligatorio anche lo smartwatch per rilevare il movimento sussultorio di uno che si fa' le pippe


Link ad immagine (click per visualizzarla)
daniele86Z30 Ottobre 2019, 08:26 #7
Che caz**ta
Bradiper30 Ottobre 2019, 08:38 #8
Gli haker ringrazieranno, e vai di ricatto a iosa....
Gio2230 Ottobre 2019, 09:06 #9
leggendo i commenti ho capito che voi da bambini vi approcciavate al sesso con disinsvoltura.
Non era un problema vero?


ma che andate cercando dalla vita...bah

edit la proposta sarà pure fatta male ma per diamine ,il problema esiste, già sessualizzarli da bambini. ma che schifo di epoca.
tallines30 Ottobre 2019, 09:17 #10
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Link alla notizia: https://www.hwupgrade.it/news/web/a...iale_85222.html

In Australia si valuta la possibilità di usare tecnologie di riconoscimento facciale e corrispondenza dei volti per prevenire l'accesso a contenuti pornografici da parte di minori

Click sul link per visualizzare la notizia.

Perchè dalla faccia uno sa se una persona ha più di diciotto anni o meno........?

Cos'è la ripetizione della trasmissione Guess my age ?....

Io proporrei la Carta di identità, mandata anche via e-mail, molto più sicura .

Non hai la carta di identità, non vedi un tubo........

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^