YouTube limiterà la diffusione dei video che collegano il 5G al Coronavirus

YouTube limiterà la diffusione dei video che collegano il 5G al Coronavirus

Dopo antenne e torri di telecomunicazione incendiate nel Regno Unito a causa della diffusione via social e video di teorie complottiste che collegano la tecnologia 5G al Coronavirus, YouTube ha deciso di prendere provvedimenti.

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Telefonia
YouTube5G
 

YouTube ha annunciato che ridurrà la visibilità di video complottisti che collegano la diffusione del Coronavirus all'attivazione delle reti 5G. Dell'argomento ci siamo occupati nelle scorse ore, riportando come molte persone ritengano che la tecnologia comunicazione 5G mini il sistema immunitario umano facilitando la diffusione del virus.

Abbiamo già illustrato che non vi è alcuna evidenza scientifica a fronte di queste affermazioni e come tali sono semplicemente delle teorie complottiste, delle fake news. Il problema è che le informazioni corrono veloci sulla rete e molte persone tendono, davanti a un problema complesso, a credere alla spiegazione più facile e rassicurante, a crearsi un nemico anche dove non c'è.

Di conseguenza YouTube ha deciso di prendere provvedimenti. La decisione della piattaforma di proprietà di Google è stata comunicata al quotidiano The Guardian, dopo che nel Regno Unito diverse torri 5G sono state incendiate e i lavoratori delle telco presi di mira e insultati.

Onde evitare un'escalation, YouTube ha dichiarato agirà contro quei video che violano le sue politiche: tra le opzioni in campo la rimozione del contenuto e altre misure per limitarne la visibilità. Altri video "cospiratori" riguardo le reti 5G, che non menzionano il Coronavirus, non saranno cancellati, ma trattandosi di contenuti "borderline" (al limite tra fake news e diritto alla libertà di espressione) potrebbero non essere monetizzabili o verranno rimossi dai consigli e dalla ricerca, una mossa che secondo YouTube riduce la visibilità dei video fino al 70%.

"Abbiamo politiche chiare che vietano i video che promuovono metodi non comprovati dal punto di vista medico per prevenire il Coronavirus e rimuoviamo rapidamente i video che violano queste politiche quando ci vengono segnalati", ha detto un portavoce di YouTube. "Abbiamo inoltre iniziato a ridurre i suggerimenti di contenuti borderline come le teorie cospiratorie legate al 5G e al Coronavirus, che potrebbero disinformare gli utenti i modi pericolosi".

"Continueremo a valutare l'impatto di questi video sulla comunità del Regno Unito e non vediamo l'ora di continuare il nostro lavoro con il governo del Regno Unito e il servizio sanitario nazionale al fine di mantenere il pubblico britannico al sicuro e informato in questo momento difficile", ha aggiunto il portavoce di YouTube.

La situazione che si è venuta a generare nel Regno Unito ha ovviamente sollevato il grido dall'allarme delle associazioni di telecomunicazione. Mats Granryd, direttore generale del GSMA, ha affermato che "l'industria delle telecomunicazioni sta lavorando al massimo per mantenere attivi servizi vitali per l'ambito sanitario, didattico ed emergenziale, le imprese collegate tra loro e le famiglie in comunicazione. È deplorevole che si attacchino le infrastrutture di telecomunicazioni critiche sulla base di false credenze. Sollecitiamo tutti a fidarsi delle autorità sanitarie e del fatto che la tecnologia è sicura. Non esiste alcun collegamento tra 5G e COVID-19".

Al coro di voci contro la diffusione di questa fake news si sono uniti i quattro principali operatori mobile del Regno Unito (EE, O2, Three e Vodafone), con un comunicato congiunto (qui sopra) in cui si parla di "affermazioni prive di fondamento, dannose per le persone e le aziende che si affidano alla continuità dei nostri servizi. Tali dichiarazioni hanno anche portato al maltrattamento dei nostri ingegneri e, in alcuni casi, hanno impedito la manutenzione essenziale della rete".

Gli operatori chiedono alle persone di aiutarli a fermare la diffusione della disinformazione online e di denunciare episodi contro i lavoratori che aiutano a mantenere le reti funzionanti. "Per favore, aiutaci a fermare tutto questo. Se assisti ad abusi contro i nostri lavoratori, segnalali. Se vedi della disinformazione, per favore fallo presente".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

119 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
coschizza06 Aprile 2020, 17:05 #1
ottima iniziativa ma nessuno può mettersi contro l'ignoranza delle masse quella non la fermi se non con la selezione naturale
Flortex06 Aprile 2020, 17:09 #2
Il ministero della verità procede a pieno ritmo.
coschizza06 Aprile 2020, 17:10 #3
Originariamente inviato da: Flortex
Il ministero della verità procede a pieno ritmo.


questo non centra con il "ministero della verita" questo è buon senso, ho letto tutte le ricerche che pubblicano questi e sono a dir poco deliranti contro le basi stesse dalle scienza
jepessen06 Aprile 2020, 17:16 #4
Originariamente inviato da: Flortex
Il ministero della verità procede a pieno ritmo.


La sai tu la verita' immagino...
frankie06 Aprile 2020, 17:21 #5
spero che non sia come le perenni campagne contro le fake news che poi non ci sono.
Flortex06 Aprile 2020, 17:22 #6
Originariamente inviato da: coschizza
questo non centra con il "ministero della verita" questo è buon senso, ho letto tutte le ricerche che pubblicano questi e sono a dir poco deliranti contro le basi stesse dalle scienza


Questo è precisamente il ministero della verità.

Non mi frega nulla se le opinioni siano giuste o sbagliate: la libertà di esprimerle, anche sbagliate, è superiore.
E la censura è molto peggio.

No, non è per nulla di buon senso.

Se poi insistono, sarò costretto a pensare che, a rifiutare il confronto ed a chiedere la censura, è il mentitore, in quanto unico ad avere da perdere.
Chi ha i fatti e la loro forza dalla sua ha solo da guadagnarci da un confronto aperto.

Insieme alla libertà di movimento, alla libertà economica, aboliamo anche la libertà di espressione.
Ma parlare di regime è certamente "complottista", come no.
Ginopilot06 Aprile 2020, 17:25 #7
Originariamente inviato da: Flortex
Questo è precisamente il ministero della verità.

Non mi frega nulla se le opinioni siano giuste o sbagliate: la libertà di esprimerle, anche sbagliate, è superiore.
E la censura è molto peggio.

No, non è per nulla di buon senso.

Se poi insistono, sarò costretto a pensare che, a rifiutare il confronto ed a chiedere la censura, è il mentitore, in quanto unico ad avere da perdere.
Chi ha i fatti e la loro forza dalla sua ha solo da guadagnarci da un confronto aperto.

Insieme alla libertà di movimento, alla libertà economica, aboliamo anche la libertà di espressione.
Ma parlare di regime è certamente "complottista", come no.


Visto che ste c@zzate son pericolo te perché portano qualche cretino a fare atti sconsiderati, è un dovere limitarne la diffusione. Almeno fino a quando non si troverà il modo di curare sti dementi.
bodomTerror06 Aprile 2020, 17:29 #8
potete dire quello che volete ma questa è censura bella è buona
WarDuck06 Aprile 2020, 17:30 #9
Originariamente inviato da: Ginopilot
Visto che ste c@zzate son pericolo te perché portano qualche cretino a fare atti sconsiderati, è un dovere limitarne la diffusione. Almeno fino a quando non si troverà il modo di curare sti dementi.


Ad onor del vero di cose dementi se ne vedono fin troppe su internet. Che facciamo allora, chiudiamo tutto?

Cioè come minimo considerati gli insulti che volano sui social dovrebbero essere già tutti chiusi da un pezzo.

Piuttosto che rimuovere il contenuto una alternativa potrebbe essere quella di lasciarlo online e marcarlo come fake news linkando a siti web ufficiali.
Flortex06 Aprile 2020, 17:35 #10
Originariamente inviato da: Ginopilot
Visto che ste c@zzate son pericolo te perché portano qualche cretino a fare atti sconsiderati, è un dovere limitarne la diffusione. Almeno fino a quando non si troverà il modo di curare sti dementi.


Pericoloso e demente è il ministero della verità, e pensare che la censura sia una "soluzione" minimamente accettabile e che possa portare a qualcosa di buono.

Secondo te perchè nella costituzione c'è scritto della libertà di espressione, e non del divieto di dire fesserie?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^