YouTube limiterà la diffusione dei video che collegano il 5G al Coronavirus

YouTube limiterà la diffusione dei video che collegano il 5G al Coronavirus

Dopo antenne e torri di telecomunicazione incendiate nel Regno Unito a causa della diffusione via social e video di teorie complottiste che collegano la tecnologia 5G al Coronavirus, YouTube ha deciso di prendere provvedimenti.

di pubblicata il , alle 17:01 nel canale Telefonia
YouTube5G
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

119 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
-Maxx-06 Aprile 2020, 17:37 #11
Anche se è ben chiaro il motivo di questa azione di YouTube, l'iniziativa mi preoccupa per il fatto che possa costituire un precedente pericoloso per la libertà di pensiero: il passo eventuale tra zittire un video di delirante complottismo e quello di censurare ogni video scomodo al comune pensiero può essere più subdolo e breve di quello che si pensa.
Ginopilot06 Aprile 2020, 17:40 #12
Originariamente inviato da: Flortex
Pericoloso e demente è il ministero della verità, e pensare che la censura sia una "soluzione" minimamente accettabile e che possa portare a qualcosa di buono.

Secondo te perchè nella costituzione c'è scritto della libertà di espressione, e non del divieto di dire fesserie?


Sarebbe il caso di darsela una bella lettura a sta costituzione.
mr.cluster06 Aprile 2020, 17:43 #13
Il problema è che diffondere notizie false non rientra nella libertà di pensiero, bensì è "propaganda" nella migliore delle ipotesi, ed "istigazione a delinquere" nella peggiore. Ed entrambi sono dei reati punibili con il carcere, soprattutto se sono seguiti da atti delittuosi concreti, o peggio, ad atti contrari alla salute pubblica.
nyo9006 Aprile 2020, 17:46 #14
Giustissimo così. I complottisti pretendono che aziende private diano visibilità ai loro deliri e pensano pure che sia tutelato dalla costituzione. Ma quando mai???
Se vogliono essere presi sul serio tirino fuori delle prove certe e verificabili, invece di ipotesi campate in aria, pretendendo che abbiano valore finché qualcuno non dimostra il contrario.
Che con questo ragionamento, totalmente opposto al metodo scientifico, troppi dementi arrivano alla pazzia.
In cima alla pazzia ci sono quelli che bruciano i ripetitori 2G/3G/4G perché non sono neanche in grado di riconoscere le antenne.
E se non sanno neanche riconoscere un'antenna dall'altra figuriamoci se possono sapere qualcosa di elettromagnetismo.
Fortunatamente sono soggetti che non votano per paura di qualche altra cospirazione.
s-y06 Aprile 2020, 18:06 #15
il problema non è la libertà di pensiero o di espressione come dogmi, ma il come è il perchè vengono esercitati

quindi anche in questo caso dipende sempre dai contesti (e in questo caso il recente precedente non mi pare ponga tanto a favore del mantenimento di tali contenuti...)

le levate di scudi sono francamente esagerate, come sempre piu spesso ultimamente, tanto da far sospettare che il succo sia al rovescio, lamentarsi a prescindere per confermare le teorie del complotto infinite, l'argomento non importa. se censurano, significa che c'era del vero...
dirac_sea06 Aprile 2020, 18:08 #16
Va beh, voglio sperare che non lo facciano per proteggere lo sviluppo del 5G (per quello dovrebbe bastare il processo penale ai facinorosi) ma per evitare situazioni parossistiche legate alla delicata situazione del Covid-19.
WarDuck06 Aprile 2020, 18:19 #17
E questo?

https://twitter.com/MyBlueEconomy/s...732814959149067

Come bisogna considerarlo?

PS: il tipo a quanto pare è consigliere di Conte e amicone di Grillo e associati.

Faccio notare che è lo stesso tipo di tecnica usata sui tweet di Salvini e Meloni con il video del TGR Leonardo (e giù di insulti lì.

La tecnica consiste nell'insinuare le cose cosicché la conclusione (più ovvia) la può tirare fuori il lettore meno smaliziato

Cioè non sto dando una notizia, né una opinione. Sono affermazioni che insinuano dubbio.

La comunicazione sa essere molto subdola, allora mi/vi chiedo, è una fake news oppure no?
s-y06 Aprile 2020, 18:34 #18
appunto, dipende sempre dal contesto (potendolo stabilire, tra l'altro)

in questo specifico caso mi pare piu una questione pratica, non mi pare così campato in aria che in questo momento il rischio sia di far moltiplicare atteggiamenti vagamente sopra le righe (questo senza dubbio, eh)
Cfranco06 Aprile 2020, 18:35 #19
Originariamente inviato da: bodomTerror
potete dire quello che volete ma questa è censura bella è buona


In che senso ?
Se qualcuno vuole raccontare le sue panzane può sempre aprirsi il suo sito Internet e spararle.
E i video li puoi pubblicare come e quanto vuoi
Il problema che questa gente è l' eventuale a mancata monetizzazione e questo dice molto sullo scopo per cui sono pubblicati questi [S]cumuli di sterco fumanti[/S] eccellenti video

La libertà di parola è una cosa, il diritto di farsi pubblicare in prima pagina su Youtube un' altra
Ginopilot06 Aprile 2020, 18:41 #20
Originariamente inviato da: WarDuck
Ad onor del vero di cose dementi se ne vedono fin troppe su internet. Che facciamo allora, chiudiamo tutto?

Cioè come minimo considerati gli insulti che volano sui social dovrebbero essere già tutti chiusi da un pezzo.

Piuttosto che rimuovere il contenuto una alternativa potrebbe essere quella di lasciarlo online e marcarlo come fake news linkando a siti web ufficiali.


Credo sarebbe un lavoro eccessivo, anche perche' andrebbero individuate informazioni di provata evidenza. Stante l'assurdita' della questione ed i danni che ha provocato, credo andrebbe trattata alla stregua della violenza sui minori, pertanto censurata con decisione.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^