Samsung Pay arriva in Italia: ecco come funzionerà il nuovo sistema di pagamento ''mobile''

Samsung Pay arriva in Italia: ecco come funzionerà il nuovo sistema di pagamento ''mobile''

Anche Samsung permetterà ai suoi utenti di utilizzare un sistema di pagamento tramite smartphone. L'applicazione verrà rilasciata nei prossimi mesi e garantirà la concorrenza con Apple Pay.

di pubblicata il , alle 12:21 nel canale Telefonia
Samsung
 

Dopo Apple Pay arriva anche Samsung Pay, il nuovo sistema di pagamento da smartphone presentato ufficialmente dall'azienda e pronto a debuttare anche in Italia. Nei prossimi mesi tutti gli utenti in possesso di uno smartphone di ultima generazione targato Samsung potranno pagare, negli esercizi in possesso di POS contactless, direttamente con il device senza più utilizzare fisicamente la carta di credito.

Un evento mediatico specifico a Milano nel quartier generale dell'azienda ha fatto da cornice all'introduzione del nuovo sistema di pagamento che sembra ormai divenuto il futuro. Dopo Apple Pay anche l'azienda sudcoreana ha deciso di introdurre nel nostro paese il suo sistema di pagamento "portatile" e lo ha fatto presentando anche la sua specifica applicazione.

“Dopo il recente lancio di Galaxy S9 e S9+, Samsung introduce da oggi un altro servizio innovativo che contribuirà a rendere più semplice la vita degli utenti dei nostri prodotti”, ha dichiarato Carlo Barlocco, Presidente di Samsung Electronics Italia. “Siamo convinti che il lancio in Italia di Samsung Pay contribuirà alla trasformazione del rapporto degli italiani con il denaro in direzione di quella “cashless society” di cui si parla ormai da tempo e che in alcuni paesi è già una realtà capace di apportare benefici concreti al sistema paese nel suo complesso grazie anche al fatto di rendere la gestione del denaro totalmente trasparente”.

Cosa significa pagare con Samsung Pay?

Samsung Pay praticamente possiede lo stesso medesimo incipit di Apple Pay. E' effettivamente un servizio di pagamento mobile per smartphone Galaxy come Apple Pay lo è per iPhone. Anche in questo caso, come avvenuto per l'azienda di Cupertino, Samsung ha realizzato degli accordi con alcuni istituti bancari e permetterà agli utenti che ne fanno uso di rendere compatibili le carte di credito sui circuiti Samsung Pay.

L'idea di base anche per Samsung Pay è quella di non utilizzare fisicamente la carta di credito e di utilizzare lo smartphone per pagare come se fosse una carta di credito. Ecco che in questo caso si ha la necessità di avere la massima sicurezza prima di tutto e in questo Samsung permette l'identificazione dell'utente tramite lettore delle impronte digitali, scansione dell'iride o anche il classico PIN a seconda della scelta dell'utente. Importante da delineare il fatto che il numero della carta di credito memorizzata nell'applicazione non comparirà mai nelle transazioni e non verrà nemmeno memorizzata sul dispositivo Galaxy con Samsung che invece affiderà la sicurezza dei dati al suo sistema Samsung Knox.

Come funzionerà il pagamento con Samsung Pay?

L'utilizzo di Samsung Pay è chiaramente pensato per semplificare al massimo la vita degli utenti nei negozi e negli acquisti. Tecnicamente l'azienda utilizza la combinazione delle tecnologie NFC e MST che garantiscono dunque il funzionamento dei pagamenti contactless con quasi tutti i dispositivi POS in giro per il mondo nei negozi. Effettivamente il vantaggio che Samsung Pay darà agli utenti sarà quello di poter pagare senza problematiche anche al'estero, come in Italia, senza dover pensare a cambi di denaro o altro.

L'utilizzo di Samsung Pay avviene innanzitutto tramite l'applicazione che l'azienda ha rilasciato. In particolare l'utente dovrà registrarsi sul sito di Samsung e una volta fatto scarica l'applicazione dal Play Store. Il servizio a questo punto, una volta avviata l'applicazione, guiderà l'utente nelle operazioni di aggiunta della carta di credito che addirittura potrà essere semplicemente fotografata per permettere l'aggiunta dei dati in maniera istantanea ed automatica. A questo punto completata la registrazione con i dati mancanti, Samsung Pay, sarà pronto per essere utilizzato e una volta effettuato l'acquisto in un negozio basterà avvicinare lo smartphone dell'azienda al POS di pagamento, autenticarsi tramite il sistema scelto in fase di configurazione, e il pagamento verrà effettuato.

Quali sono le banche aderenti a Samsung Pay?

Come accaduto per Apple Pay, anche su Samsung Pay, non tutte le carte di credito e non tutti gli istituti bancari risultato abilitati già al nuovo sistema di pagamento. Ecco che l'azienda ha esternato effettivamente quali saranno per ora quelle accettate:

  • Banca Mediolanum
  • BNL
  • Hello bank!
  • Intesa Sanpaolo
  • Unicredit
  • CheBanca!

Mentre per quanto concerne i circuiti abilitati si parla di:

  • Nexi
  • MasterCard
  • VISA / V Pay
  • Maestro

Infine interessante scoprire come Samsung Pay permetterà anche di utilizzare le carte di fedeltà. Queste quelle supportate:

  • Bennet Club Card
  • Bofrost Fidelity
  • Carta Euronics
  • Crai Carta Più
  • Europecar Privilege
  • Fidaty Card
  • GameStop
  • IDEA Più
  • Penny Card
  • Pittarosso Pcard
  • Prenatal Card
  • You&Eni

Quali smartphone saranno compatibili con Samsung Pay?

Chiaramente non tutti gli smartphone Samsung potranno essere utilizzati dagli utenti con Samsung Pay. Ecco che l'azienda ha già esposto quali potranno permettere agli utenti il pagamento con l'applicazione:

  • Galaxy S9/S9+
  • Galaxy Note8
  • Galaxy S8/S8+
  • Galaxy S7/S7 edge
  • Galaxy A8 2018
  • Galaxy A5 2017
  • Galaxy A5 2016

Samsung Pay è dunque realtà e seppure agli inizi sembra aver collezionato già un'ottima schiera di istituti di credito pronti ad accettare di far parte del mondo dei pagamenti con smartphone a differenza di Apple Pay che, almeno all'inizio ha fortemente faticato per portare a termine gli accordi. L'azienda oltretutto ha già fatto sapere di voler espandere ancora di più la propria lista di partnership con ulteriori banche in modo tale da permettere a tutti, o quasi, di sentirsi nel futuro pagando anche un caffè con il proprio smartphone.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ZetaGemini23 Marzo 2018, 13:13 #1
che fantasia coi nomi
Gyammy8523 Marzo 2018, 14:51 #2
Originariamente inviato da: ZetaGemini
che fantasia coi nomi


huawei pay
sony pay
wiko pay
nokia pay

Aggiungere s, plus, + e numeri da 1 a X a piacere. Fatto
gd350turbo23 Marzo 2018, 15:01 #3
Originariamente inviato da: Gyammy85
huawei pay
sony pay
wiko pay
nokia pay

Aggiungere s, plus, + e numeri da 1 a X a piacere. Fatto


android pay
FunnyDwarf23 Marzo 2018, 15:50 #4
«Carneade! Chi era costui?»
gd350turbo23 Marzo 2018, 15:58 #5
Originariamente inviato da: FunnyDwarf
«Carneade! Chi era costui?»


essere un Carneade = essere una persona del tutto sconosciuta
onka23 Marzo 2018, 16:18 #6
se associo il bancomat che banca! (si può?) quando devo pagare basta l'impronta o devo cmq mettere il pin?
djfix1323 Marzo 2018, 17:37 #7
solo Supporto per Android 8.0 Oreo OS.
mindless23 Marzo 2018, 18:46 #8
Originariamente inviato da: Bihler
Ciao.
Se funziona come Apple Pay, ti basta la sola impronta.


Se funziona come Apple ti basta avvicinare l'orologio al POS!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^