Samsung Galaxy S5: confermato e spiegato nel dettaglio il sensore biometrico

Samsung Galaxy S5: confermato e spiegato nel dettaglio il sensore biometrico

SamMobile conferma in via non ufficiale il sensore per la scansione delle impronte digitali su Samsung Galaxy S5 e ne spiega il suo funzionamento

di Nino Grasso pubblicata il , alle 09:41 nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

Samsung Galaxy S5 dovrebbe essere presentato ufficialmente fra poco meno di una settimana e dello smartphone si conoscono numerose informazioni. Il produttore è riuscito a non far trapelare immagini o render del dispositivo a pochi giorni dall'annuncio, tuttavia SamMobile ha spiegato nel dettaglio come funziona il sensore biometrico per la scansione delle impronte digitali.

L'eminente sito rivela e conferma, pertanto, una delle caratteristiche discusse dalle indiscrezioni del nuovo top di gamma sudcoreano, citando per l'occasione i soliti "insider" che hanno diffuso dettagli sensibili su Galaxy S4. Il sensore non è integrato sotto la matrice del display del dispositivo, come indicato da alcuni rumor, ma in maniera più tradizionale all'interno del tasto Home, così come abbiamo visto con Touch ID di Apple.

Samsung Galaxy S5, render

Per quanto concerne il design, la fonte rivela come Samsung non abbia ancora abbandonato il form factor con tasti hardware, con la disposizione tipica dei prodotti della società. A differenza di Touch ID, il sensore funziona solo se l'utente effettua uno swipe, e solo così il dispositivo riuscirà a registrare correttamente l'impronta digitale. Il sensore utilizzato da Samsung è inoltre sensibile all'umidità: se si cerca di utilizzare con le dita bagnate, ad esempio, il dispositivo ci chiederà di asciugarle mostrando una schermata d'errore.

L'utente potrà registrare sino ad otto dita ed assegnare per ognuno un'azione diversa fra quelle disponibili. È possibile utilizzare le singole dita come scorciatoie per applicazioni specifiche, o per eseguire una determinata operazione, tuttavia almeno uno dovrà essere dedicato per lo sblocco del dispositivo. Samsung ha inoltre sviluppato due funzionalità specificatamente pensate per le nuove modalità di sicurezza: Personal Folder e Private Mode.

Attraverso le due modalità, raggiungibili una volta assegnata la relativa azione ad una scansione biometrica (o con una password alternativa), sarà possibile accedere ad una lista di applicazioni personali altrimenti nascoste, widget e qualsiasi contenuto che si vuole mantenere privato. Naturalmente sarà possibile utilizzare la scansione di un determinato dito per accedere al proprio account Samsung, o registrare la scansione per diversi siti web senza pertanto dover inserire ogni volta nome utente e password.

Si tratta di una leggera rivisitazione del concetto di scansione biometrica rispetto a quanto già operato da altri produttori del settore mobile, nel tentativo di massimizzare le funzionalità previste per quanto concerne la privacy e la segretezza delle informazioni inserite nello smartphone. SamMobile specifica che le informazioni riportate sono ampiamente affidabili, ma in quanto non ufficiali è bene considerarle non ancora confermate.

Samsung Galaxy S5 sarà svelato con molte probabilità all'evento Unpacked 2014 Ep. 1 a Barcellona poco prima del Mobile World Congress. Noi ci saremo naturalmente e vi informeremo immancabilmente circa le novità del nuovo top di gamma di Samsung.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
francyyy201118 Febbraio 2014, 10:08 #1

Che schifo

Pronti per acquistare il prossimo merdafonino tarchiato Samsung? Su forza mettete da parte le paghette!
Marko#8818 Febbraio 2014, 10:11 #2
Non c'è nulla da fare, se non copia da Apple non è contenta.
Ah già, a sto giro prende anche il design del launcher da WP.
Ma com'è possibile che così tante persone siano disposta a dare i propri soldi a sta gente?
themac18 Febbraio 2014, 10:12 #3

Boh

Non posso credere che abbiano copiato cosi' Apple.

Tra l'altro proprio in una funzionalita' che , diciamo, attualmente non ha proprio "fatto il botto" (e nella storia di Apple ultimamente ce n'e' piu' di una, ad essere onesti).

Meglio un sensore biometrico per pressione/ritmo cardiaco (anche se capisco che e' una cosa diversa e non la metti nel tasto "home".

Sarebbe stato davvero un bel "plus".

Ah, gia', ma quello lo sta gia' facendo (forse) Apple su iPhone6 (o 6s ?).
Quindi sara' per il Samsung S6

TheMac
dwfgerw18 Febbraio 2014, 10:15 #4
La scansione dell'impronta digitale è un concetto abbastanza delicato che Apple a suo tempo ha affrontato come sempre con lo sviluppo mettendo in sinergia hardware e software, partendo da un leader (AutenTech) e coinvolgendo anche lo sviluppo del reparto cpu, integrando ben 3Mbyte di SRAM (Secure Enclave) all'interno di A7, nel quale viene registrata la rappresentazione matematica dell'impronta. I dati nel caso di Apple non vengono trasmessi a nessuna app terze e neanche in iCloud.
Samsung integrerà di nuovo un SoC non proprietario in S5 ? Come verrà gestita la privacy e la sicurezza a livello SW dell'impronta ?
dwfgerw18 Febbraio 2014, 10:18 #5
Originariamente inviato da: themac
Non posso credere che abbiano copiato cosi' Apple.

Tra l'altro proprio in una funzionalita' che , diciamo, attualmente non ha proprio "fatto il botto"

TheMac



Spiegati meglio, nel senso che il Touch ID è utilizzato da almeno 50 milioni di utenti che hanno acquistato un 5S da Settembre ad oggi, in modo del tutto trasparente. Apple sviluppando Touch ID non ha cambiato alcuna abitudine dei suoi utenti, che sono gia da sempre abituati a premere il tasto home per tornare nella schermata principale. Si usa e semplicemente funziona, in perfetta filosofia Apple. Inoltre Touch ID riconosce l'impronta a 360°, quindi si può premere il tasto anche con il dito non perfettamente centrato nel dispositivo. Ah dimenticavo.. anche con dita sudate a differenza di questo Samsung, almeno pare.
qboy18 Febbraio 2014, 10:24 #6
non ci sono scuse proprio..
themac18 Febbraio 2014, 10:33 #7
@dwfgerw

mi riferivo che, come spesso succede, TouchID e' rimasto :

1) Di Apple e non utilizzato da nessun altro (ma forse e' una scelta di Apple)
2) usato solo da 50milioni (ma sei certo del numero di chi l'ha attivato realmente ?). Che su 2 miliardi di telefoni nel monto non sono tantissimi, ne converrai.
3) inutilizzato per pagamentie tutta una serie di cose "promesse" o "future" che ancora devono realizzarsi.

Ho 2 iphone, sia chiaro, ma proprio per questo contesto Apple, a ragion veduta.

Vuoi un altro esempio ? Ricordi Passbook, introdotto con iOS6 ? Tu l'hai mai usato ?

TheMac
Yokoshima18 Febbraio 2014, 10:37 #8
Mi vien da ridere, io ho un Motorola Atrix MB860 di 3 anni fa ed aveva già il lettore di impronte digitali che è molto comodo per sbloccare il telefono... 3 anni e adesso sembra la trovata del secolo.
Jopi18 Febbraio 2014, 10:44 #9
siamo pazzi? Ha inventato tutto Apple e tutti gli altri copiano!
nickmot18 Febbraio 2014, 10:51 #10
Originariamente inviato da: Yokoshima
Mi vien da ridere, io ho un Motorola Atrix MB860 di 3 anni fa ed aveva già il lettore di impronte digitali che è molto comodo per sbloccare il telefono... 3 anni e adesso sembra la trovata del secolo.


Originariamente inviato da: Jopi
siamo pazzi? Ha inventato tutto Apple e tutti gli altri copiano!


Sappiamo tutti benissimo che non è stata Apple ad introdurre per prima il lettore di impronte sul telefono ma:
1) Gli altri lo hanno abbandonato.
2) Apple è stata l'ultima in ordine temporale ad averlo fatto (o forse c'è stata HTC con One Max) e probabilmente quella che lo ha sbandierato di più.
3) Il tempismo di Samsung nel voler replicare le soluzioni tecniche di Apple è pessimo, già ha una bella fama di copiona, se poi agisce in maniera così spudorata non si può non pensare che la fama sia meritata.

Andiamo, proprio in virtù del fatto che quel sensore ha una utilità abbastanza relativa, vai proprio a copiare quella che è stata la caratteristica più pubblicizzata del tuo diretto concorrente? Proprio quel concorrente che ti ha seppellito di scartoffie a forza di cause per plagio?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^