Il modem 5G di Qualcomm a 5 nanometri costruito da Samsung

Il modem 5G di Qualcomm a 5 nanometri costruito da Samsung

L'azienda coreana indicata per la produzione del modem 5G di terza generazione di Qualcomm con tecnologia a 5 nanometri, un buon business per la propria attività di produttore di chip per conto terzi

di pubblicata il , alle 16:41 nel canale Telefonia
TSMCSamsung5G
 

Sarà la coreana Samsung a costruire la terza generazione di modem 5G sviluppati da Qualcomm. Parliamo di X60, nome che identifica il modem 5G annunciato la scorsa settimana dall'azienda di San Diego e destinato a venir utilizzato nella prossima generazione di terminali smartphone di fascia alta.

Non si tratta però dei modelli con sistema operativo Android che vedremo al debutto nel corso del 2020, quanto di quelli che prenderanno il loro posto sul mercato. Questo nuovo modem sarà abbinato alla prossima generazione di SoC Qualcomm Snapdragon, che l'azienda americana presenterà presumibilmente alla fine del 2020 con debutto dei primi modelli di smartphone a inizio 2021.

Qualcomm X60 sarà costruito con tecnologia produttiva a 5 nanometri ed è di fatto il primo chip per dispositivi mobile che è stato ufficialmente annunciato ad utilizzare tale processo. Stando alle anticipazioni fornite da Reuters, sarà proprio Samsung l'azienda incaricata della produzione di questo modem all'interno delle proprie fonderie.

Non è però detto che tutta la produzione di questi modem verrà gestita da Samsung: parte potrebbe essere delegata alla taiwanese TSMC, azienda che ha del resto in previsione di fornire il proprio processo produttivo a 5 nanometri ai clienti proprio nel corso del 2020. L'obiettivo per TSMC è che la produzione con tecnologia a 5 nanometri possa incidere per il 10% del fatturato raccolto nel corso del 2020.

Per Samsung si tratta di un risultato importante nell'ottica di far crescere ulteriormente la propria attività di produzione di chip per conto terzi, settore nel quale l'azienda coreana ha spinto molta crescita ottenendo validi risultati nell'ambito dei moduli memoria. C'è però ancora molto potenziale da sviluppare nella produzione di chip per conto terzi e questa collaborazione con Qualcomm si muove proprio in questa direzione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300024 Febbraio 2020, 19:41 #1
Dopo Bruxelles anche la Svizzera ha bloccato il 5G!
Siamo vibrazione, solo dei cervelli mediocri possono credere che le onde elettromagnetiche dei congegni elettronici non facciano male!
https://www.youtube.com/watch?v=9QKqqo1vKWU
WAKE UP DANNAZIONE!
Maddog197625 Febbraio 2020, 09:26 #2
Originariamente inviato da: 3000
Dopo Bruxelles anche la Svizzera ha bloccato il 5G!
Siamo vibrazione, solo dei cervelli mediocri possono credere che le onde elettromagnetiche dei congegni elettronici non facciano male!
https://www.youtube.com/watch?v=9QKqqo1vKWU
WAKE UP DANNAZIONE!


Uhm... ecco un multi looser...

1) che le onde elettromagnetiche interferiscano (vedi il sonno) si sa da parecchio
2) vista la segnalazione go go go al 5g e blocco dei vecchi in quanto il 5g ha scarsa penetrazione (motivo per cui deve essere capillare) e poca potenza rispetto ai vecchi (GSM o TACS in primis ma pure altri non scherzano)
3) visto il punto 2 e visto che è ormai passato del tempo da quando sono stati sostituiti e non siamo ne rimasti fritti ne morti per tumore, anche una scimmia potrebbe dedurre...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^