Il 2015 di HTC: smartphone al centro, ma non solo

Il 2015 di HTC: smartphone al centro, ma non solo

Mark Moons, Executive Director di HTC, sintetizza il 2014 come un anno di ripresa e nel complesso positivo per la taiwanese HTC. Al centro della gamma di prodotti gli smartphone, ma l'esperienza con Nexus 9 non è destinata a restare un caso isolato

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale Telefonia
HTCNexusGoogle
 

Focus sugli smartphone, ma apertura a qualche prodotti che affianchi questi ultimi e possa permettere all'azienda di meglio diversificare la propria presenza sul mercato. Nelle parole di Mark Moons, Executive Director di HTC, l'azienda taiwanese chiude un 2014 brillante con l'intenzione di continuare a rimarcare la propria presenza nel mercato degli smartphone. HTC del resto è nota per questo, essendo stata anche il primo brand a sviluppare soluzioni basate sui sistemi operativi Windows Phone prima e Android in seguito.

Alla fine del 2013 l'azienda aveva annunciato una perdita trimestrale, generata da una difficile congiuntura del mercato. HTC ha da quel momento portato avanti una operazione di gestione più efficiente della propria gamma prodotti, decidendo di estendere la linea anche a modelli di fascia media affiancandoli alla ben nota gamma di proposte al top del mercato. L'operazione è stata di successo per HTC, capace in questo modo nel corso del 2014 di ripristinare la propria situazione finanziaria espandendo la propria presenza sul mercato. La gamma di smartphone della famiglia Desire ha colmato per molti verso un'assenza nella linea di prodotti di HTC, affiancando le proposte di fascia più alta che da tempo vedono HTC tra i marchi a maggior riconoscimento a livello globale ma contribuendo ad accrescere la presenza dell'azienda nel mercato.

Questo trend non è tuttavia destinato a proseguire anche nel settore entry level del mercato, in quanto l'azienda non vede negli smartphone economici una serie di prodotti con i quali possa introdurre delle proprie peculiarità e quindi differenziarsi in modo efficace dai concorrenti. In un certo senso HTC vuole continuare a posizionarsi quale brand premium tra i produttori di smartphone basati su OS Android, ma ricercando opportunità anche nel segmento di fascia media bilanciando qualità e innovazione a prezzo accessibile. Detto in altro modo non è nel DNA dell'azienda quello di sviluppare soluzioni dove il costo sia l'unica discriminante

Il focus sugli smartphone non è però indice di un disinteresse verso altre tipologie di prodotti; del resto HTC è stata recentemente impegnata con il lancio di Nexus 9, il nuovo tablet che Google ha lanciato assieme alla versione 5.0 del proprio sistema operativo Android. Mark Moons ha rimarcato come il lavoro su Nexus 9 sia stato importante per HTC e che di certo per l'azienda questo non sia destinato a restare un esperimento isolato ma il primo tassello di un qualcosa che potrebbe riguardare il mercato dei tablet e che potrebbe venir alla luce nel 2015. Il focus principale dell'azienda rimane quello degli smartphone ma l'interesse verso prodotti complementari, con i quali poter integrare qualità e innovazione tipiche dei prodotti HTC, è ben presente.

HTC è al centro del mercato degli smartphone con prodotti Android, ma a questi si affiancano anche soluzioni con sistema operativo Windows Phone. Per i produttori di smartphone, ora che Microsoft è diventata anche produttrice di soluzioni hardware oltre che del sistema operativo, diventa particolarmente difficile operare in questo contesto con proprie soluzioni basate su OS Windows Phone. Moons non ha escluso un interesse di HTC in device Windows Phone ma ha anche evidenziato come il successo commerciale delle proposte Lumia sia stato ottenuto con i prodotti più economici e non con le soluzioni top di gamma. Ritornando a quanto espresso prima si tratta di un segmento di mercato estremamente combattuto, nel quale HTC non vuole essere presente in quanto non in grado di far leva sulle proprie peculiarità in termini di qualità nella costruzione e di tecnologia. Vedremo se e in che modo l'azienda riuscirà a ritagliare una propria presenza significativa tra gli smartphone Windows Phone, oppure se la diffusione di questo sistema operativo continuerà sempre più a vedere Microsoft al centro anche nella componente hardware.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lights_n_roses27 Novembre 2014, 21:59 #1
Compro HTC da un monte, dall'HD2 mi piacerebbe continuare questa tendenza ma per ora tengo il mio HTC One S. Vorrei che cambiassero alcune cose delle loro ultime poliche: basta avere la sense in bianco e nero visto che era la migliore interfaccia di android, e rimetteteci pure qualche effetto visto che i top di gamma odierni hanno 2 gb di ram, l'altra cosa è la batteria estraibile. Incredibile che si debba smontare il telefono per cambiare la batteria...o mandarlo in assistenza da loro e spendere 100 euro.
ferro7528 Novembre 2014, 08:33 #2
Sarebbe meglio che mettessero al centro la soddisfazione del cliente...
La politica di HTC negli ultimi anni è stata: io ti vendo il telefono e poi sono c...i tuoi. Nessun supporto o sviluppo per terminali anche recenti. Non che i coreani facciano meglio, ma quando devi confrontarti con Apple e Microsoft (Nokia) forse fare ottimi telefoni non basta...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^