GBoard cambia completamente! Ecco il nuovo design in stile Android 12

GBoard cambia completamente! Ecco il nuovo design in stile Android 12

La tastiera di Google si è aggiornata (in beta) con nuovi elementi progettati in Material You, il nuovo linguaggio stilistico di Android 12

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Telefonia
GoogleAndroid
 

A partire dal mese di agosto la versione beta di Gboard, la tastiera predefinita su Android, è stata aggiornata con una nuova rivisitazione stilistica in chiave Material You. Seguendo il nuovo stile che verrà introdotto con Android 12, la tastiera ha ottenuto nuovi elementi arrotondati e il supporto a Dynamic Color, mentre con di recente sono stati introdotti i pop-up circolari dei singoli tasti.

La nuova Gboard acquisisce nuovi elementi in Material You

L'impostazione può essere abilitata dall'utente, come avviene con le attuali versioni della tastiera di Google. Disattivandola, quando l'utente interagisce con un tasto Gboard evidenzia lo stesso con un suono o una vibrazione. Se la conferma visiva via pop-up viene attivata, invece, la lettera viene riproposta più in alto rispetto alla sua posizione naturale. Se con Android 11 il pop-up era riprodotto estendendo la superficie verso l'alto, con Android 12 il pop-up viene rappresentato con un'icona circolare separata dal tasto stesso. Il tasto originale non scompare, ma viene evidenziato visivamente con il colore principale della tastiera.

Il pop-up circolare è esteso a tutti i tasti della tastiera ed anche alle interazioni prolungate che sbloccano caratteri o funzionalità aggiuntive. Anche lasciando premuto sul tasto della virgola per accedere alle impostazioni o alla modalità a una mano, infatti, il pop-up riflette la nuova grafica con Dynamic Color con animazioni più fluide e moderne rispetto a quelle presenti in precedenza.

I nuovi pop-up sono stati implementati a partire dalla versione 10.9 di Gboard beta, insieme a una buona parte del nuovo redesign le cui novità erano state inserite precedentemente. La nuova tastiera è comunque quasi pronta, e dovrebbe essere rilasciata in concomitanza del lancio di Android 12.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
acerbo31 Agosto 2021, 13:06 #1
chissenefrega della grafica, sarebbe ora che sulla gboard si possa impostare il delay della visualizzazione dei tasti tra un tap e l'altro, la tastiera di ios é molto piu' efficace perché ha un ritardo leggermente superiore, con la gboard non ti rendi conto se hai spinto su una lettera piuttosto che su un'altra perché l'ingrandimento dura troppo poco e non ti rendi conto se stai scrivendo correttamente la parola.
Nui_Mg31 Agosto 2021, 13:35 #2
Il suo problema non è tanto quello descritto, ma il fatto che la summenzionata tastiera spara fuori un mucchio di dati ogni volta che si digita (potete testare su uno smartphone con root e sniffer/firewall open source); naturalmente non solo quella di google ehh. Tutte le misure di pseudo sicurezza vanno così a farsi fottere: da anni lo dico, usare solo certe tastiere foss e/o quelle blindate (inserite in certi programmi di gestione archivi criptati) quando si inseriscono dati sensibili, per esempio password di password manager e compagni.
Techie31 Agosto 2021, 13:50 #3
Pensassero piuttosto a fixare la valanga di bug da cui è afflitta... alcuni introdotti abbastanza di recente, tra l'altro.

@Nui anche disabilitando la condivisione dei dati di utilizzo?
Con Blokada non mi pare di vedere niente di sospetto.

Edit: sto provando AnySoftKeyboard, e devo dire che nonostante qualche bug di troppo non mi pare poi così male.
Nui_Mg31 Agosto 2021, 14:06 #4
Originariamente inviato da: Techie
@Nui anche disabilitando la condivisione dei dati di utilizzo?

Certo. Almeno fino ad Android 10 (versione testata).
Originariamente inviato da: Techie
Con Blokada non mi pare di vedere niente di sospetto.

Blokada e altri non servono a niente per rilevare l'uscita/entrata di queste informazioni, anche e soprattutto perché non girano in kernel space, di conseguenza il root è fondamentale e se si conosce un po' linux e le reti il root su sistemi android ha una sicurezza ben superiore al non averlo, visto che si può operare in kernel space, come per esempio quando si usa wireshark su Windows per vedere la brodaglia che sparano fuori i windows 10 (pur con attivi tutti gli script powershell per disabilitare questo e quello).
Nui_Mg31 Agosto 2021, 14:08 #5
Originariamente inviato da: Techie
Edit: sto provando AnySoftKeyboard, e devo dire che nonostante qualche bug di troppo non mi pare poi così male.

Sì puoi usare quella (ha anche molte opzioni) e usa quella protetta inserita in certi programmi per gestire gli archivi keepass (se usi quelli), cioè quando devi inserire dati molto sensibili.
Techie31 Agosto 2021, 14:23 #6
Grazie.
Purtroppo spesso il root non è un'opzione, a causa di tutta una serie di programmi che non funzionano, non è detto che funzionino, o che potrebbero smettere di funzionare da un momento all'altro usando Magisk e simili.
SpyroTSK31 Agosto 2021, 14:24 #7
Originariamente inviato da: acerbo
chissenefrega della grafica, sarebbe ora che sulla gboard si possa impostare il delay della visualizzazione dei tasti tra un tap e l'altro, la tastiera di ios é molto piu' efficace perché ha un ritardo leggermente superiore, con la gboard non ti rendi conto se hai spinto su una lettera piuttosto che su un'altra perché l'ingrandimento dura troppo poco e non ti rendi conto se stai scrivendo correttamente la parola.


[S]SwiftKey[/S]
edit: non c'è più la possibilità di settare il delay, anni fà c'era!
fraussantin31 Agosto 2021, 14:29 #8
Originariamente inviato da: Nui_Mg
Certo. Almeno fino ad Android 10 (versione testata).

Blokada e altri non servono a niente per rilevare l'uscita/entrata di queste informazioni, anche e soprattutto perché non girano in kernel space, di conseguenza il root è fondamentale e se si conosce un po' linux e le reti il root su sistemi android ha una sicurezza ben superiore al non averlo, visto che si può operare in kernel space, come per esempio quando si usa wireshark su Windows per vedere la brodaglia che sparano fuori i windows 10 (pur con attivi tutti gli script powershell per disabilitare questo e quello).

Ci sono alcunie liste su blokada che fermano anche i servizi Google , ma di fatto poi non funzionano come dovrebbero

Se volete usare le app Google al 100% dovete accettare di essere "spiati" diversamente ci sono i 3310 in vendita.
Nui_Mg31 Agosto 2021, 14:42 #9
Originariamente inviato da: fraussantin
Ci sono alcunie liste su blokada che fermano anche i servizi Google ,

Solo i servizi google che girano in user space, che non sono quelli "subdoli". Per quelli serve il root e conseguenti framework come xposed e suoi plugin se si vuole rimanere su cose immediate/facili, altrimenti molto meglio firewall e packet sniffer foss. Se si vuole capire realmente cosa gira su un android, ci vuole il root, da lí non si scappa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^