Gartner: ecco come è cambiato il mercato degli smartphone negli ultimi 10 anni

Gartner: ecco come è cambiato il mercato degli smartphone negli ultimi 10 anni

Il famoso portale di ricerca sulle vendite dei dispositivi mobile analizza quanto successo nel corso degli ultimi dieci anni in tutto il mondo. Tra commercializzazione del primo iPhone alla chiusura di Nokia passando per la leadership di Samsung.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
AppleSamsungHTCOppoLGRIMNokia
 

Proprio ieri abbiamo "festeggiato" i 10 anni dalla commercializzazione del primo iPhone. Era il 2007 e il mercato degli smartphone vedeva per la prima volta un cambiamento epocale che avrebbe modificato completamente l'essere di un telefono cellulare. In questo caso Gartner, famosa azienda di ricerca delle vendite dei dispositivi tecnologici, ha voluto tirare le somme di questi ultimi dieci anni per capire come è cambiato il mercato e soprattutto quali azienda hanno migliorato le proprie performance e quali invece sono ormai "passate a miglior vita".

Durante il 2007 il mondo degli smartphone, o per meglio dire dei telefoni cellulari, era in mano a Nokia. Sì, il colosso finlandese possedeva addirittura il 49% dell'intero mercato mondiale. Le briciole venivano divise tra Samsung, che ancora non superava il 2% e Apple che con il primo suo smartphone aveva ottenuto già il 3%. Tutti gli altri ottenevano risultati più o meno "miseri" con un 10% per RIM ed un 3% per HTC. Numeri che nel corso di 10 anni sono completamente cambiati e hanno visto una metamorfosi che forse solo pochi avrebbero mai potuto immaginare.

Nokia forse non immaginava che il mondo della telefonia potesse cambiare così radicalmente come invece è avvenuto e in qualche modo forse si è trovata impreparata non "rinnovandosi" a sufficienza rispetto al lavoro che invece venne compiuto da Samsung e da tutte le altre aziende produttrici. In questo caso, osservando nel dettaglio i numeri di Gartner, non si può che essere concordi nel confermare come Samsung sia riuscita meglio di altri nel capire le volontà degli utenti e nel 2012 riuscì a capitalizzare il tutto raggiungendo una quota di mercato pari al 30% e ponendo a capo dell'intero mondo mobile. Nokia nel frattempo era già sprofondata negli abissi con una percentuale che in poco più di 5 anni era divenuto del solo 6% a livello mondiale.

I numeri sulle vendite hanno decretato chiaramente l'ascesa dell'azienda sudcoreana che ha raggiunto numeri da capogiro decretando un record nel 2015 con oltre 320 milioni di smartphone venduti in tutto il mondo. Apple chiaramente non è rimasta ferma ad osservare anzi ha visto un incremento graduale ma notevole. Dai 3 milioni di iPhone venduti in soli sei mesi ha raggiunto l'apice nel 2015 con un record annuale di 225 milioni di device venduti. L'anno successivo è risultato un anno di calo per tutti con Samsung che ha venduto 306 milioni e con Apple a 216 milioni.

In tutto questo gli altri non sono riusciti a seguire gli eventi. Nokia sappiamo bene la fine che ha fatto non avendo voluto seguire Android ma affidandosi a Windows Phone e a Microsoft. E' tornata in auge con HMD Global durante questo 2017 ma è palese che non potrà rifare i numeri che faceva 10 anni fa. Anche RIM ha fatto la stessa fine di Nokia non cercando il rinnovamento capace di tenere il passo con gli altri e questo non ha fatto altro che porre l'azienda in un angolo nascosto del mercato fino alla sua fine. Chi ha invece seguito le volontà del mercato sono le aziende cinesi come Huawei e Oppo ma anche Vivo che in tutti questi anni hanno piano piano aumentato le proprie quote riuscendo ad emergere anche nei confronti di relatà consolidate come quelle di Samsung ed Apple.

Infine Gartner ci tiene ad asserire come la vendita degli smartphone sia cambiata in maniera impressionante con numeri che nel 2007 si attestavano su poco più di 100 milioni a livello globale mentre a distanza di 10 anni oggi se ne vendono addirittura 1,5 miliardi in un solo anno. Ed è palese che nei continenti come l'Europa o gli Stati Uniti d'America le crescite non possono più marcare i dati del passato ma è anche palese come al momento i mercati emergenti quali India o Cina possano ancora far dire la loro ai produttori di telefonia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^