5G: è lotta tra NASA, NOAA e FCC sulle conseguenze

5G: è lotta tra NASA, NOAA e FCC sulle conseguenze

Il 5G è un argomento critico negli USA, non tanto per quanto riguarda la salute umana, quanto per le previsioni meteo. NASA e NOAA da una parte e FCC dall'altra si rimbalzano le accuse e la troppa rapidità nell'assegnare le frequenze.

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Telefonia
NASA5G
 

Tra Aprile e Maggio 2019 sulla rivista Nature è apparso un articolo che criticava il 5G, non tanto in termini di salute quanto in termini di affidabilità delle previsioni meteo. Pur non essendoci ancora un effettivo riscontro, le prime indicazioni sembrerebbero far pensare che una parte delle frequenze impiegate per il 5G possano interferire con la rilevazione corretta del vapore d'acqua presente nell'atmosfera.

5G previsioni meteo studio rischio

Ora il caso è arrivato a una svolta quando, durante una seduta del Congresso USA, si sono scontrate le posizioni di FCC, NASA e NOAA. Il primo (commissione federale per le comunicazioni) è l'ente statunitense deputato a vendere e assegnare le frequenze, la NASA non ha bisogno di presentazioni mentre il NOAA (acronimo di National Oceanic and Atmospheric Administration) è l'agenzia che si occupa anche della metereologia e climatologia.

5G: l'FCC non è convinta dello studio del NOAA

Secondo quanto riportato, nonostante NASA e NOAA siano molto critiche sull'utilizzo delle frequenze intorno ai 23,8 GHz (frequenza utilizzata anche per la rilevazione del vapore d'acqua) per il 5G, l'FCC ha già concluso l'assegnazione delle stesse agli operatori con gare pubbliche.

L'FCC, attraverso il suo massimo rappresentante, sostiene che lo studio del NOAA sia imperfetto e che le rimostranze siano state presentate con colpevole ritardo dalle agenzie. Inoltre, si precisa che il 5G sfrutterà antenne che invieranno il segnale in maniera precisa verso il dispositivo e quindi non dovrebbero creare disturbo nelle rilevazioni.

Sempre per mitigare i possibili problemi, ci sarà uno scarto di 250 MHz rispetto ai sensori metereologici passivi. Sarebbero anche in uso da tempo migliaia di collegamenti fissi a microonde nelle bande al di sotto dei 23,8 GHz senza che questi abbiano causato problemi.

Secondo quanto riportato da NOAA e NASA però, con gli attuali limiti, ci potrebbe essere una perdita del 77% delle informazioni. Questo non solo per le frequenze impiegate ma anche per il livello del segnale che potrebbe arrivare a -20 dB mentre sarebbe indispensabile portarlo a -50 dB che ridurrebbe le perdite quasi a zero.

Sempre stando alle dichiarazioni, se si dovessero mantenere gli attuali limiti per il 5G, ci potrebbero essere problemi nella rilevazione corretta di uragani e altre tempeste, soprattutto nel momento in cui toccano la terra ferma. Al vaglio degli esperti ci sarebbero due studi (attualmente non pubblici) che mostrerebbero il possibile impatto della tecnologia.

Jessica Rosenworcel (commissario FCC in forza ai Democratici) ha dichiarato che la situazione è imbarazzante. Quello che viene criticato è il fatto che prima sarebbe stato necessario chiarire questi punti sul 5G e poi aprire le aste per vendere gli slot di frequenze.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

102 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
chaosblade15 Giugno 2019, 11:30 #1
Si vive bene anche senza 5g
Pier Silverio15 Giugno 2019, 12:08 #2
Ma con il 5g si vive meglio :-D
Poliacido15 Giugno 2019, 12:24 #3
anche una volta quando hanno cominciato a usare l'eternit si urlava al miracolo che sarebbe stata una rivoluzione
Eress15 Giugno 2019, 12:40 #4
Originariamente inviato da: chaosblade
Si vive bene anche senza 5g

Questo.
MaxFabio9315 Giugno 2019, 13:47 #5
Originariamente inviato da: Poliacido
anche una volta quando hanno cominciato a usare l'eternit si urlava al miracolo che sarebbe stata una rivoluzione


Come paragonare carne e frutta...
quartz15 Giugno 2019, 16:15 #6
Sono un radioastronomo, e anche per noi purtoppo il 5G avra' conseguenze nefaste, sopratutto perche' utilizzera' non solo la banda K (quella a 24 GHz che preoccupa la NASA/NOAA) ma anche altre bande, in particolare la S (3.5 GHz).

Ancora peggio sara' la costellazione Starlink...
GTKM15 Giugno 2019, 16:47 #7
Originariamente inviato da: quartz
Sono un radioastronomo, e anche per noi purtoppo il 5G avra' conseguenze nefaste, sopratutto perche' utilizzera' non solo la banda K (quella a 24 GHz che preoccupa la NASA/NOAA) ma anche altre bande, in particolare la S (3.5 GHz).

Ancora peggio sara' la costellazione Starlink...


Parole sprecate. Qua si stanno bagnando tutti per la maggiore velocità con cui si potranno fare le solite inutilità grazie al 5G.
Apozeme15 Giugno 2019, 17:48 #8
E' così che si sono estinti i dinosauri
300015 Giugno 2019, 19:09 #9
Meteo/vapore? Ma con tutte queste scie che irrorano per stabilizzare l'umidità, che problema vuoi che ci sia nella rilevazione… e pensare che prima di diventare ingegnere vedevo la tecnologia solo come una cosa da lodare. Per il 5G stanno abbattendo anche tutti gli alberi in città.
Eress15 Giugno 2019, 19:24 #10
Originariamente inviato da: GTKM
Parole sprecate. Qua si stanno bagnando tutti per la maggiore velocità con cui si potranno fare le solite inutilità grazie al 5G.

Credo proprio che i più contenti del 5g siano proprio i cazzeggiatori selvaggi da cellulare
Originariamente inviato da: 3000
Per il 5G stanno abbattendo anche tutti gli alberi in città.

Ma che bello sto 5G

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^