30 anni fa la prima chiamata su rete cellulare commerciale: ecco da quale telefono

30 anni fa la prima chiamata su rete cellulare commerciale: ecco da quale telefono

Michael Harrison è stato il primo ad effettuare una chiamata da telefono cellulare su rete commerciale: era il 1° gennaio 1985 e da allora sono passati (quasi) 30 anni

di pubblicata il , alle 14:31 nel canale Telefonia
 

Con un Transportable Vodafone VT1 da ben 5 chili, Michael Harrison telefonava al padre, Sir Ernest Harrison ed ex Presidente di Vodafone, per gli auguri del Capodanno 1985. Avveniva così la prima chiamata su rete mobile commerciale della storia, dal Surrey verso Londra. Con un peso di 5 chili, il VT1 garantiva un'autonomia di conversazione di 30 minuti. Non il migliore dei compromessi probabilmente.

Michael Harrison chiama Sir Ernest Harrison, prima chiamata su rete commercial mobile

“Ciao papà, sono Mike. Questa è la prima telefonata in assoluto mai fatta su una rete commercial mobile”, queste le prime parole inviate via rete mobile commerciale. Dall’altro capo del telefono, intanto, si stappavano bottiglie e i fotografi immortalavano il momento, al culmine di un lavoro estremamente impegnativo che aveva avuto inizio tre anni prima, nel 1982, quando era stata accettata l’offerta per la licenza.

Solo dopo pochi giorni di distanza una folla al St. Katherine's Dock a Londra celebrava la prima chiamata pubblica da telefono celulare su rete commerciale, fatta da Ernie Wise. L'attore comico utilizzava lo stesso pachidermico modello di Michael Harrison a bordo di una diligenza postale del diciannovesimo secolo. Il mezzo non era stato scelto a caso: compiendo l'analogia con l'invio di una lettera si sottolineavano la velocità e la comodità dei nuovi telefoni cellulari.

Vodafone Transportable VT1
Vodafone Transportable VT1: non proprio trasportabile

Vodafone ha mantenuto l'esclusiva delle reti mobile nel Regno Unito solamente per i primi nove giorni del 1985. L'avvento della telecomunicazione in mobilità però era già stata accennata da tempo: la prima chiamata su rete mobile era avvenuta il 3 aprile del 1973 a New York e praticata da Martin Cooper, dirigente di Motorola, con un esclusivo apparecchio da 1 milione di dollari di cui tutti si chiedevano l'utilità. Circa 10 anni dopo la tecnologia veniva affidata al mercato di massa.

I primi terminali erano già stati commercializzati nel 1984, ancora prima che la rete fosse operativa pubblicamente. Prima della famosa telefonata di Harrison, Vodafone aveva già ricevuto 2000 ordini, e solo nel primo anno di vendita sono stati distribuiti in commercio oltre 12000 dispositivi. Si trattava di accessori solo blandamente portatili, dal costo esorbitante se rapportati alle tecnologie odierne: i primi modelli per il mercato consumer costavano dalle 2000 alle 5000 sterline, e oltre alle semplici telefonate non facevano molto altro.

Ad oggi il mercato è cambiato sin dalle radici: le telefonate sono solamente una delle tante funzionalità dei dispositivi di oggi, e in molti casi nemmeno fra le più utilizzate. I terminali più diffusi sono smartphone, ovvero veri e propri computer tascabili con notevoli capacità di calcolo e in grado di effettuare le più disparate operazioni. Sono miliardi i terminali in circolazione nel pianeta, di cui oltre la metà di quelli distribuiti annualmente in grado di navigare su internet.

Dispositivi mobile, dal 1985 ad oggi

Chiamare non è più un lusso, e questo lo dobbiamo soprattutto ai pionieri della tecnologia che, in tempi non sospetti, portavano avanti la loro visione senza avere la possibilità di prevederne il futuro. Oggi possiamo dire che trent'anni fa non si erano sbagliati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
fukka7530 Dicembre 2014, 14:55 #1
i primi modelli per il mercato consumer costavano dalle 2000 alle 5000 sterline, e oltre alle semplici telefonate non facevano molto altro.
Perché, un telefono cos'altro deve fare
AlexFalex30 Dicembre 2014, 15:02 #2
sms?
iorfader30 Dicembre 2014, 15:21 #3
Cfranco30 Dicembre 2014, 15:29 #4
5 Kg di telefonino
Negli stessi anni spopolava il primo PC "portatile" ( http://en.wikipedia.org/wiki/Compaq_Portable ) da "soli" 13 Kg
All' epoca nessuno aveva bisogno di andare in palestra
Fede30 Dicembre 2014, 19:59 #5
però abbiamo fatto progressi in termini di radiazioni ionizzanti...
guardate come questa semplice chiamata ha ridotto la tizia alla sua destra.
TrudTilp30 Dicembre 2014, 20:09 #6
Cavolo!! Che roba. Il primo (e l'ultimo) a riuscire a telefonare con un cellulare la sera di capodanno!!! LOL :-D
Eress30 Dicembre 2014, 20:30 #7
Originariamente inviato da: Cfranco
5 Kg di telefonino
Negli stessi anni spopolava il primo PC "portatile" ( http://en.wikipedia.org/wiki/Compaq_Portable ) da "soli" 13 Kg
All' epoca nessuno aveva bisogno di andare in palestra

Bello! Il primo laptop della storia
marchigiano30 Dicembre 2014, 21:36 #8
Originariamente inviato da: Eress
Bello! Il primo laptop della storia


senza batteria non lo chiamerei laptop...
Gylgalad30 Dicembre 2014, 22:25 #9
leggendo questi articoli mi sorge sempre una domanda: e il prossimo step quale sarà?
iorfader30 Dicembre 2014, 22:44 #10
Originariamente inviato da: Gylgalad
leggendo questi articoli mi sorge sempre una domanda: e il prossimo step quale sarà?


servono 2 immagini per spiegartelo

Link ad immagine (click per visualizzarla)
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^