Windows 8 e Android assieme su un portatile? La risposta è no

Windows 8 e Android assieme su un portatile? La risposta è no

Dall Wall Street Journal emergono ulteriori comferme: tanto Google come Microsoft sono contrarie a sistemi portatili capaci di eseguire Windows 8.1 e Android

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 16:01 nel canale Tablet
AndroidGoogleMicrosoftWindows
 

Abbiamo segnalato nei giorni scorsi come il futuro del primo tablet dual OS, capace cioè di eseguire due sistemi operativi spostandosi da uno all'altro in pochi secondi, sia tutt'altro che certo. Google non sarebbe infatti entusiasta di questa flessibilità d'uso, vista di buon occhio da Intel e da Microsoft invece, e non vorrebbe vedere sul mercato prodotti di questo tipo.

Al CES 2014 di Las Vegas, lo scorso mese di Gennaio, Asus aveva annunciato in modo a dir poco entusiasta la prossima disponibilità sul mercato di Transformer Book Duet TD 300, questo il nome scelto a indicare il tablet ibrido capace di eseguire Android e Windows 8. In quell'occasione assieme a Asus era stata Intel a presentare il prodotto, applaudendo l'iniziativa e lasciando intendere come vedesse un approccio di quel tipo vincente per lo sviluppo futuro di soluzioni tablet basate su architettura x86.

Ulteriori conferme che un prodotto di questo tipo difficilmente debutterà sul mercato arrivano dal Wall Street Journal, che riporta informazioni secondo le quali tanto Google come Microsoft si starebbero opponendo al debutto di una soluzione di questo tipo. Del resto è significativo segnalare come nessuna delle due aziende abbia partecipato all'evento di presentazione di Transformer Book Duet TD 300, lasciando con questo intendere che il supporto fornito era limitato.

La situazione venutasi a creare avrebbe quindi spinto Asus a posticipare a data da definirsi il debutto di Transformer Book Duet TD 300, un prodotto molto interessante sia per la sua natura di tablet ibrido sia per la possibilità di utilizzare due sistemi operativi. Con un approccio sviluppato da Asus questo prodotto è in grado di passare da Windows 8.1 ad Android 4.2.2 nel giro di pochi secondi, senza utilizzare tecniche di virtualizzazione e senza overhead.

Vedremo a questo punto cosa Asus avrà in previsione di mostrare al Computex 2014 di Taipei, il prossimo mese di Giugno. Questo evento è storicamente sempre stato una cornice importante per gli annunci tecnologici dell'azienda taiwanese.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski17 Marzo 2014, 16:46 #1
"vista di buon occhio da Intel e da Microsoft"????

ma se ms è quella che si è opposta più vigorosamente, arrivando al punto di negare il supporto per le soluzioni dual-boot

e del resto l'hanno fatto pure in passato con os/2 e beos
dtreert17 Marzo 2014, 16:52 #2
comprensibilissimo imho. pensare che G e M se la ridano felici e contenti è una "forzatura"
Markdvl17 Marzo 2014, 17:29 #3

Comprato in cina

Io ho comprato un tablet dalla cina con Windows 8 Pro e Android 4.2 su dual boot con processore Intel Bay Trail 1.6GHz (Quad Core). Lo dico al Wall Street Journal o me lo tengo per me :-P
Pier220417 Marzo 2014, 19:10 #4
Originariamente inviato da: Markdvl
Io ho comprato un tablet dalla cina con Windows 8 Pro e Android 4.2 su dual boot con processore Intel Bay Trail 1.6GHz (Quad Core). Lo dico al Wall Street Journal o me lo tengo per me :-P


Per quanto MS e Google dicono no, chi deve mangiare la pagnotta e vivere dice si, costruttore...
Non conosco i termini delle rispettive clausole di licenza o utilizzo, ma mi sembra di capire che non esista un tale divieto esplicito di poter installare un secondo sistema operativo.

Possiamo citare il caso Apple con i Mac che addirittura lo pubblicizza? Un Mac può funzionare anche con Windows...
terahash8417 Marzo 2014, 19:11 #5
Mi sembra giusto, sarebbe un controsenso.
frankie17 Marzo 2014, 19:57 #6
Solo a me sembrava utile?
Tablet adroid e PC windows, è questo quello che vorrei, e con il duet avresti avuto tutto in un device unico.
Forse perchè era un tablet android da 13 alluci a circa 700€ altro che Note PRO 12?
Stavano già per annunciare i
TD100
TD200
terahash8417 Marzo 2014, 20:00 #7
Originariamente inviato da: frankie
Solo a me sembrava utile?
Tablet adroid e PC windows, è questo quello che vorrei, e con il duet avresti avuto tutto in un device unico.
Forse perchè era un tablet android da 13 alluci a circa 700€ altro che Note PRO 12?
Stavano già per annunciare i
TD100
TD200


Si ma era scontato che non sarebbero stati sfornati con entrambi i software.
Google e Microsoft non possono stare nello stesso sistema, se vuoi Microsoft ti compri un Tablet PC, se vuoi Android ti prendi il Note PRO
omerook17 Marzo 2014, 21:00 #8
secondo me grub li lancia tutti e due senza troppi problemi!
pabloski17 Marzo 2014, 21:48 #9
Originariamente inviato da: LucaNoize
il cliente prima di tutto!
Si oppongono giustamente a queste soluzioni ibride in nome dei nostri interessi e per poterci garantire una migliore esperienza d'uso.

Non penserete mica che questa sia una decisione presa per interessi aziendali?????


Ovvio che lo fanno per il nostro bene. Le multinazionali amano le persone comuni. Non ti ricordi come la OCP amava i cittadini di Detroit? Ecco un video per far sparire dalla tua mente questi pensieri comunisti

http://www.youtube.com/watch?v=AiHxtp-eSIg
san80d18 Marzo 2014, 00:14 #10
ma poi non ho capito, asus non poteva informarsi prima della "disponibilità" di ms e g?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^