Microsoft registra un brevetto sulle (possibili) nuove Surface Pen

Microsoft registra un brevetto sulle (possibili) nuove Surface Pen

Un nuovo brevetto di Microsoft fa luce su alcune diverse proposte di pennino per tablet, che potrebbe diventare la nuova Surface Pen per i dispositivi Microsoft. Al momento si tratta solo di interessanti proposte

di Riccardo Robecchi pubblicata il , alle 16:41 nel canale Tablet
MicrosoftSurface
 

I primi tablet dotati di Windows, nei primi anni 2000, erano dotati di un pennino per scrivere sullo schermo e interagire con gli elementi dell'interfaccia. Oggi uno degli elementi di maggior forza dei dispositivi a marchio Surface è proprio il pennino, ma Microsoft è alla ricerca di un metodo per renderne la custodia più semplice.

Al momento attuale, infatti, la Surface Pen viene riposta o tramite un aggancio magnetico o tramite un semplice anello di tessuto che la trattiene alla tastiera-custodia. Nessuna delle due soluzioni è particolarmente elegante o a prova di perdita, dunque Microsoft sta studiando dei metodi per inserire il pennino nei tablet senza sacrificarne l'ergonomia.

Se, infatti, altri dispositivi dotati di pennino (ad esempio i Samsung Galaxy Note) utilizzano pennini di dimensioni molto ridotteper facilitarne la custodia all'interno del dispositivo (sacrificando, però, la comodità d'uso), dall'altro lato Microsoft ha sempre optato per penne di dimensioni tali da renderne l'impugnatura comoda.

Per mettere insieme questi aspetti, Microsoft ha creato diverse soluzioni che vengono rese note tramite un brevetto di recente pubblicazione, riportato da MSPowerUser. In tutti e tre i casi spiegati nel brevetto, la penna è costituita da due parti che si incastrano tra loro per consentire alla penna di rimanere delle sue dimensioni normali quando estratta.

Nel primo caso si tratterebbe di due pezzi che ruotano intorno a un asse comune, in modo tale da costituire un elemento piatto e di ridotte dimensioni una volta ripiegato. La sezione è peculiare e assomiglia a una croce di Malta quando la penna è estratta.

Nel secondo caso, invece, la penna si aprirebbe a metà tramite un cardine, avendo quindi uno spessore pari a metà del normale quando riposta.

Il terzo modello, invece, è una sintesi dei due precedenti: la penna è costituita da due semicilindri che ruotano attorno a uno stesso asse per creare un cilindro completo una volta che la penna viene estratta dall'apposita cavità.

Non è dato sapere se queste soluzioni verranno implementate realmente e su quali dispositivi. Con il recente rinvio della presentazione dei nuovi dispositivi a marchio Surface, si può ipotizzare che Microsoft implementerà delle Surface Pen di nuova generazione sui prossimi tablet.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen25 Settembre 2017, 16:56 #1
Teoricamente sono idee interessanti, tecnicamente bisogna vedere la solidita' delle eventuali cerniere, sia come tenuta in posizione, sia come durata. Da una penna di questo tipo mi aspetto qualita' assoluta, se nell'aprirsi e chiudersi dopo un po' comincia ad avere gioco o a scricchiolare, chiederei subito un rimborso... Ma dal punto di vista hardware a cerniere sembrano cavarsela abbastanza bene, sia quelle del surface pro che quelle del surface book sono di ottima qualita', specialmente quella del book che fra l'altro non e' neanche "canonica" ma progettata ex novo...
s-y25 Settembre 2017, 17:08 #2
però mancherebbe il calamaio

ci faccio la 'battuta' ma cmq è solo un patent ad ora, che negli usa quasi valgono di più per eventuali cause cacciagrana a posteriori

ok un pò drastico, ma pure la news lo è

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^