Nuovo controller SATA Marvell, sempre più spazio agli SSD

Nuovo controller SATA Marvell, sempre più spazio agli SSD

Marvell presenta un nuovo controller capace di gestire in modo automatico una configurazione con unità SSD e disco tradizionale

di Gabriele Burgazzi pubblicata il , alle 11:37 nel canale Storage
 

Nei giorni passati abbiamo parlato delle nuove soluzioni a stato solido presentate da Micron e caratterizzate dal rinnovato processo produttivo a 25 nanometri che consentirà, nei mesi a venire, di andare a ridimensionare in modo sensibile il costo per le unità SSD.

Il costo di acquisto delle soluzioni a stato solido rappresenta, a oggi, il principale problema che ne ha limitato e ne continua a limitare la diffusione sul mercato. Non è un caso, infatti, che sui sistemi desktop una delle configurazioni più vantaggiose dal punto vista prestazionale e dei costi, preveda la presenza di un SSD dalle ridotte dimensioni (40-80GB) impiegato come disco di sistema e un hard disk tradizionale da impiegare per l'archiviazione dei dati.

Marvell, in questa direzione, ha sviluppato un nuovo controller SATA 6.0 Gbps con la particolare tecnologia HyperDuo, che consente di poter andare a gestire in modo ottimale le configurazioni ibride dotate di disco SSD e tradizionale.

Il nuovo controller, sigla identificativa 88SE9130, permette di gestire in modo automatico i file, andando così a distribuirli, senza bisogno di intervenire direttamente, su SSD e su hard disk tradizionale. Al momento mancano dettagli precisi circa il funzionamento ma, secondo quanto riportato dall'azienda stessa, il controller sarebbe in grado di garantire l'80% delle prestazioni dell'SSD, sfruttando però, allo stesso tempo anche un hard disk tradizionale.

Le prime informazioni fornite dall'azienda rivelano che il controller 88SE9130 consente di impiegare due modalità per le configurazioni con SSD/HDD: un Safe mode, che si occupa di salvaguardare maggiormente i dati, e un capacity mode, che è invece dedicato ad una migliore gestione dei file. Qualunque configurazione venga selezionata i due drive saranno comunque impostati come singolo volume.

Asus, ASRock, MSI e Gigabyte, alcuni tra i principali produttori di schede madri offriranno il nuovo controller con le prossime soluzioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NEON_GENESIS07 Gennaio 2011, 12:14 #1
A me non piace, alla fine se installo io SO e APP nell'ssd e sposto i doc nell'hdd sono sicuro che SO stia dove deve stare e i Doc. stiano nell'hdd...IMHO
Enriko8107 Gennaio 2011, 12:27 #2
esigo da un disco ssd spazio a sufficenza (120GB) per i miei 4-5 programmi installati e i miei dati personali piu frequenti.


poi sull'altro disco me faccio backup dei dati e balle varie. ma mi arrangio da solo.
non voglio processi in background che grattano tutto il giorno.

i prezzi è ora che scendano: ci hanno gia preso per il abbastanza...
avvelenato07 Gennaio 2011, 12:57 #3
Non riesco a capire come possa in maniera ottimale un controller discriminare sui files da mettere qui e lì.

Imho è lavoro del filemanager all'interno del SO. Fare qualcosa tipo il QoS nelle reti: distinguere tra files a velocità piena e files a velocità ridotta, con la possibilità per l'utente (o lo sviluppatore) di bypassare questa discriminazione scegliendo in autonomia l'allocazione preferita.

quello che invece vorrei è un controller dotato di un sata port multiplier in modo da poterci attaccare in cascata un 2° drive.
E un form factor in grado di consentire l'inserimento di un ssd all'interno di un portatile, senza rinunciare al disco tradizionale o al drive ottico (ad esempio utilizzando un drive ottico da 7mm anziché 9...)
rb120507 Gennaio 2011, 13:59 #4
Originariamente inviato da: avvelenato
Non riesco a capire come possa in maniera ottimale un controller discriminare sui files da mettere qui e lì.


Non ragiona a files, ma a cluster. Quelli con più accessi sono sposti sull'SSD, gli altri rimangono nel disco.
blackshard07 Gennaio 2011, 14:24 #5
A me pare un controller per dischi ibridi, solo che SSD e HDD sono separati, mentre nei dischi ibridi fanno parte di un solo componente.
demon7707 Gennaio 2011, 14:57 #6
L'idea è carina ma mi preoccupa un po' l'affidabilità.
Oltretutto mi sa tanto di quei discutibili controller raid integrati delle mobo che poi se non hanno il loro driver apposito sei fottuto.

no,no, bene l'ssd ma decido io cosa metterci.
avvelenato07 Gennaio 2011, 15:32 #7
Originariamente inviato da: rb1205
Non ragiona a files, ma a cluster. Quelli con più accessi sono sposti sull'SSD, gli altri rimangono nel disco.


peggio che mai
simone1400004 Febbraio 2011, 20:37 #8
dai che calano sti prezzi troppo alti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^