Una utility multimonitor da Matrox

Una utility multimonitor da Matrox

PowerSpace è il nome di un tool di gestione virtuale del desktop, per sistemi multimonitor

di pubblicata il , alle 13:46 nel canale Schede Video
 

La canadese Matrox ha da tempo abbandonato il settore delle schede video per appassionati, utilizzate con applicazioni 3D, dedicandosi invece allo sviluppo di soluzioni che siano orientate al mercato professionale.

In particolare, Matrox ha sviluppato soluizioni destinate ai sistemi multimonitor, che trovano utilizzo massiccio in ambienti di analisi finanziaria e dove in generale si abbia la necessità di utilizzare più display contemporaneamente con lo stesso PC.

Negli scorsi mesi abbiamo analizzato due nuove soluzioni sviluppate da Matrox, proprio per sistemi multimonitor: da una parte la soluzione DualHead2Go, e dall'altra quella TripleHead2Go. In entrambi i casi si tratta di accessori che permettono di gestire 2 o 3 monitor collegati contemporaneamente al sistema, gestendo configurazioni multimonitor anche con quei sistemi che non supportano tale tecnologia.

PowerSpace è il nome scelto per una nuova utility di sistema, che permette di gestire al meglio il setup dei diversi monitor collegati ad un sistema in una configurazione multimonitor, nella quale ovviamente viene utilizzata una scheda video sviluppata da Matrox.

Questo software permette di gestire un sistema multimonitor in modo più complesso rispetto a quanto di solito accessibile con le tradizionali utility disponibili in commercio per sistemi Windows. Segnaliamo ad esempio la possibilità di configurare il sistema in modo tale che alcune tipologie di applicazioni vengano sempre avviate in ben distinte aree della superficie di lavoro, ad esempio in un particolare display e solo in quello.

L'utility permette inoltre di salvare le proprie impostazioni multimonitor, e trasferirle facilmente in un sistema che abbia PowerSpace installato e ovviamente un numero di display configurato che sia identico. Ovviamente questo tipo di scenario è configurabile in ambienti di lavoro dove vi siano più workstation multidisplay in utilizzo, e vari operatori che si spostano da una postazione all'altra.

Il comunicato stampa ufficiale è disponibile sul sito Matrox a questo indirizzo; l'utility è scaricabile dal sito Matrox, previa registrazione, a questo indirizzo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
avvelenato19 Luglio 2006, 14:52 #1
io spero solo che il multimonitor si diffonda in modo da aumentarne applicazioni e compatibilità.
purtroppo invece è una soluzione che viene relegata ad ambiti professionali, ingiustificatamente, dal momento che anche le schede video entry level spesso hanno funzionalità dual view.
Muscy_8719 Luglio 2006, 15:11 #2
sarebbe anche un modo per aumentare gli acquisti dei monitor, e di conseguenza il calo di prezzo degli stessi
-fidel-19 Luglio 2006, 15:22 #3
Ovviamente solo per Windows.
Ma non era dedicato a sistemi professionali, dove la sproporzione di uso del SO non è accentuata come in ambito home?
E comunque, IMHO avendo Matrox abbandonato il segmento retail, dovrebbe abbracciare l'uso di altri sistemi operativi oltre a Win.
avvelenato19 Luglio 2006, 15:27 #4
beh fidel, non mi sorprende, afaik l'unico metodo per usare + monitor con linux è xinerama, ma sempre afaik ci sono limitazioni non di poco conto, ad esempio il refresh dev'essere identico e identica la profondità di colore... per me che uso un crt con un lcd è problematico, e mi impedisce di switchare a linux.
Di questo non si può far colpa a matrox, che rilascia ottimi driver per linux.
-fidel-19 Luglio 2006, 15:35 #5
Originariamente inviato da: avvelenato
beh fidel, non mi sorprende, afaik l'unico metodo per usare + monitor con linux è xinerama, ma sempre afaik ci sono limitazioni non di poco conto, ad esempio il refresh dev'essere identico e identica la profondità di colore... per me che uso un crt con un lcd è problematico, e mi impedisce di switchare a linux.
Di questo non si può far colpa a matrox, che rilascia ottimi driver per linux.


La tua obiezione in effetti è esatta. Allora rilancio: e se Matrox contribuisse allo sviluppo di Xinerama per approdare poi con i suoi prodotti anche al mondo Linux? (un po' come fa Novell con OpenSUSE) Ad esempio ampliando Xinerama al supporto di un "doppio server X" gestito in contemporanea...
Kenny Rullo19 Luglio 2006, 15:43 #6
Originariamente inviato da: avvelenato
beh fidel, non mi sorprende, afaik l'unico metodo per usare + monitor con linux è xinerama, ma sempre afaik ci sono limitazioni non di poco conto, ad esempio il refresh dev'essere identico e identica la profondità di colore... per me che uso un crt con un lcd è problematico, e mi impedisce di switchare a linux.
Di questo non si può far colpa a matrox, che rilascia ottimi driver per linux.


Scusate se mi intrometto

Xinerama è un'estensione di X, e un'opzione di compilazione per i programmi così da poter adattarsi ai multi monitor. In se non si limita a due soli monitor ma in teoria supporta anche i 4 che mette a disposizione matrox. Più che altro sarebbe il caso che Matrox introduca un supporto tipo TwinView di Nvidia (Decisamente ottimo IHMO)

ciao
edited82319 Luglio 2006, 15:53 #7
le utility multimonitor matrox sono grandiose!
Soprattutto la funzione che permette di far aprire certe finestre in un certo schermo.
avvelenato19 Luglio 2006, 16:06 #8
Originariamente inviato da: Kenny Rullo
Scusate se mi intrometto

Xinerama è un'estensione di X, e un'opzione di compilazione per i programmi così da poter adattarsi ai multi monitor. In se non si limita a due soli monitor ma in teoria supporta anche i 4 che mette a disposizione matrox. Più che altro sarebbe il caso che Matrox introduca un supporto tipo TwinView di Nvidia (Decisamente ottimo IHMO)

ciao



visto che ti sei intromesso, anche in pvt, mi diresti come risolvere il mio problema, se possibile? ho una 6800le che supporta il dual view, un crt che vorrei usare come primario a 1600x1200@85hz e un lcd da usare a 1024x768@60hz. Così passo a linux, finalmente.
avvelenato19 Luglio 2006, 16:11 #9
Originariamente inviato da: -fidel-
La tua obiezione in effetti è esatta. Allora rilancio: e se Matrox contribuisse allo sviluppo di Xinerama per approdare poi con i suoi prodotti anche al mondo Linux? (un po' come fa Novell con OpenSUSE) Ad esempio ampliando Xinerama al supporto di un "doppio server X" gestito in contemporanea...


Hai perfettamente ragione, e oltretutto non credo che Matrox non ci abbia pensato. Immagino che quando sarà utile per il suo business lo farà (evidentemente il target al quale sta puntando ha poco interesse nei confronti del pinguino, attualmente, e quei pochi che ne hanno non si sentono limitati dalle limitazioni, visto che ad esempio basta avere tutti i monitor identici, come d'altra parte succede spesso in ambiti professionali, per non avere vincolidi sorta).
Però sarebbe bello che qualcuno ci pensasse *ORA*. Lo farei io se solo sapessi dove metter le mani
-fidel-19 Luglio 2006, 16:49 #10
Originariamente inviato da: avvelenato
ho una 6800le che supporta il dual view, un crt che vorrei usare come primario a 1600x1200@85hz e un lcd da usare a 1024x768@60hz. Così passo a linux, finalmente.


Come avrai notato, non sono ferratissimo su Xinerama, ma lo sono un po' di più sul server X Mi sono fidato della tua affermazione sul mancato supporto di refresh rates differenti per i due monitors, ma a quanto pare questa limitazione non c'è. Del resto avrei dovuto immaginarlo...
In più, la tua scheda video ha il supporto TwinView nel driver Linux, quindi hai prestazioni ancora migliori di Xinerama da solo, e una maggiore semplicità di "tuning".
L'unica cosa che ancora non so (ma posso cercare sul web) è se è possibile configurare in modo grafico il secondo monitor (tipo con Yast di Suse) oppure se è necessario editare a mano il file xorg.conf.
Nel secondo caso (editare a mano) sono poco più di 3 righe...

EDIT: puoi iniziare guardando su questo forum:
http://www.linuxquestions.org/quest...threadid=326306

Nel caso, puoi consultare la documentazione nvidia distribuita con il driver.
La prima cosa che ho trovato sul web è questa

EDIT 2: Ora credo potrai passare a Linux tranquillamente

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^