Radeon 9800XT passiva da Sapphire

Radeon 9800XT passiva da Sapphire

Sapphire presenta l'ultima proposta della famiglia Ultimate, basata su chip ATi Radeon 9800XT e completamente sprovvista di qualsiasi ventola di raffreddamento

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:07 nel canale Schede Video
ATISapphireRadeonAMD
 
Al Comdex di Las Vegas, evento che si sta svolgendo in questi giorni, Sapphire ha presentato una nuova scheda video della famiglia Ultimate.
Questa volta si tratta del modello Radeon 9800XT Ultimate, nuovo top della gamma Sapphire basato su chip ATI R360.

La scheda utilizza un sistema di raffreddamento completamente passivo, che permette di ottenere un funzionamento completamente silenzioso nonostante le elevate frequenze di clock di chip e memoria video.
Le frequenze di lavoro sono rimaste quelle di default ATI, quindi pari a 413 Mhz per il chip video e 730 Mhz per i 256 Mbytes di memoria DDR.

Al Computex di Taipei, lo scorso mese di Settembre, avevamo chiesto informazioni a Sapphire circa la disponibilità di schede video Ultimate basate su chip Radeon 9800XT. Ci era stato risposto che quel progetto era in fase di lavorazione ma che avrebbe richiesto ancora 2 mesi di lavoro.
Puntualmente, 2 mesi dopo Sapphire ha presentato al Comdex il nuovo prodotto.

Quale riferimento, a questo indirizzo è disponibile una recensione della scheda Sapphire Radeon 9800PRO Ultimate Edition, versione a raffreddamento passivo basata sul chip ATi Radeon 9800PRO.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dOnDa19 Novembre 2003, 10:18 #1
OOOO... meno male c'è qualcuno che capisce quannto è importante il silenzio!
marck7719 Novembre 2003, 10:19 #2
La foto non entrava nella pagina per via delle dimensioni del dissipatore?
Spyto19 Novembre 2003, 10:21 #3
Ottima per chi vuole il top e il max silenzio.
blubrando19 Novembre 2003, 10:29 #4
se già il sistema dissipa bene in modalità passiva pensa se si forza quanto va meglio!
mstella19 Novembre 2003, 10:30 #5

Heat pipe

Se non sbaglio, le heat pipe non sono altro che "tondini" di rame. Per la particolare conduttività del rame, un heat pipe riesce a trasferire il calore.
Rimango perplesso quando vedo che il punto di trasferimento del calore è fatto semplicemente appoggiando il tondino sulle superfici.
Un pò di grasso al silicone aiuta a trasferire il calore.
Mi chiedo: se in questi punti il tondino fosse schiacciato, aumenterebbe la supercicie di contatto con un miglioramento del rendimento.
Sbaglio?
sgabello19 Novembre 2003, 10:39 #6
Veramente, in teoria, le heatpipe basano il loro funzionamento sul liquido/gas che contengono. All'interno sono cave e contengono un gas che "trasporta" il calore da una parte all'altra. Infatti io ho una ZALMAN passiva per GPU con HeatPipe e queste in primis non sono in rame... e poi si sente benissimo che all'interno sono "vuote".
mstella19 Novembre 2003, 10:44 #7

Ok

Allora è Sony che le ha introdotte per prima in una vecchissima serie di amplificatori per auto...
Ok, d'accordo, non sono in rame pieno e funzionano con la teoria dei termisofoni.
Il discoro di schiacciarle sulle superfici qimane valido? Ok che spesso sono anche i dissipatori che le "avvolgono" con scassi sulla superficie.
permaloso19 Novembre 2003, 11:31 #8

X mstella

la teoria non è ASSOLUTAMENTE quella dei termosifoni,ma bensì quella dello sfruttamento delle enormi quantità di calore(se rapportate alle altre)associate ai processi di evaporazione e condensazione(calori latenti)
Colin McRae19 Novembre 2003, 11:50 #9

x mstella e permaloso

- Evaporazione e condensazione permettono il passaggio di grandi quantitá di calore dal punto caldo (processore) al 'mezzo di trasporto' (liquido/gas) e dal 'mezzo di trasporto' al punto freddo.
- La convezione (sfruttata dai termosifoni) permette che questo calore venga trasportato al punto freddo, dove il gas condensa, rilasciandolo.

Ergo, avete ragione entrambi.
bizzu19 Novembre 2003, 11:52 #10
Dai permaloso, non fare il permaloso e spiegaci meglio il funzionamento delle heatpipe!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^