ATi prepara una nuova versione di scheda Radeon X300

ATi prepara una nuova versione di scheda Radeon X300

Il produttore canadese si prepara al debutto di una nuova revision di scheda Radeon X300, dotata di tecnologia memoria molto simile a quella Turbo Cache di NVIDIA

di pubblicata il , alle 09:30 nel canale Schede Video
NVIDIAATIRadeonAMD
 

Come noto, NVIDIA ha recentemente presentato la propria nuova soluzione video per il mercato di fascia entry level. Si tratta delle schede GeForce 6200, dotate di tecnologia Turbo Cache.

Grazie a Turbo Cache, parte della memoria di sistema viene utilizzata dal chip video quale memoria video, renderizzando direttamente gli oggetti 3D all'interno della memoria video e non utilizzando quest'ultima solo per memorizzare le textures utilizzate.

Stando a fonti interne ai produttori di schede video taiwanesi, ATI starebbe per presentare una tecnologia simile per le proprie schede video Radeon X300, soluzioni che si posizionano proprio in diretta concorrenza con le schede GeForce 6200. La data indicativa d'introduzione di questa tecnologia è l'inizio 2005.

Fonte: Digitimes.com.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

63 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zanardi8427 Dicembre 2004, 09:57 #1
Primo!
Mi chiedo che senso abbia mettere sul mercato delle schede con le quali i giochi moderni scattano pesantemente anche a 640x480 dettagli minimi e che sono inguardabili! Sarebbe ora che schede come queste spariscano dal mercato. è inutile girarci intorno: si tratta di una frode nei confronti degli utenti poco esperti! Avete fatto caso alle scritte sulle confezioni di questi ammassi di ferraglia? "la miglior soluzione a basso costo per spingere al massimo i più complessi giochi 3D". Poi quando si prova un qualsisasi gioco moderno eccole andare in evidente difficoltà! Se invece i produttori adeguassero i prezzi della fascia media tegliandoli di 50/60€, otterrebbewro lo stesso ottimi risultati in termini di incassi! Così non si fa
sidewinder27 Dicembre 2004, 09:59 #2
Be' il target di queste schede sono i PC per lo'ufficio e li difficilmente i giochi ci sono. E poi agli OEM, risparmiare pochi $$ sulle schede grafiche fanno molto comodo.

leddlazarus27 Dicembre 2004, 10:00 #3

non bisogna mettere......

primo secondo... ecc..
CAPITO!!!!
queste schede basta lasciarle nei negozi.
Tanto vale mi prendo una MB con video integrato e risparmio di +
sidewinder27 Dicembre 2004, 10:01 #4
lo'ufficio

oops!
ErminioF27 Dicembre 2004, 10:07 #5
A questo punto converrebbe (a noi, ma non ai produttori) che migliorassero le soluzioni integrate
sirus27 Dicembre 2004, 10:21 #6
Xzanardi84, s tu con il pc ci giochi soltanto sappi che c'è in giro gente che di giochi non ne installa sul pc
imho non è una fascia da elimnare

ancheio27 Dicembre 2004, 10:23 #7
Che profonda conoscenza del mercato che hanno certe persone...non si gica con quel prodotto, ergo lo possiamo anche cacciare via... Ah, beata giovinezza! ...
prova27 Dicembre 2004, 10:57 #8
E' un 84, che ci vuoi fare: un bambino.

Crescendo scoprirà che il pc non si usa [solo] per giocare.
tasso7927 Dicembre 2004, 11:07 #9
sarà anche un bambino, ma secondo me ha ragione. Vorrei che qualcuno dicesse cosa se ne fa delle funzionalità 3D di queste schede uno che col pc non ci gioca. Se fai applicazioni da ufficio ovviamente non ti servono a nulla. Se fai rendering ugualmente non servono a nulla. Quindi anche secondo me sono schede che servono per far soldi. Alla casa costeranno 5-6 € mentre le vendono 90 €. Servono per imbambolare il compratore.
tasso7927 Dicembre 2004, 11:09 #10
A proposito, in squadra con me ci sono diversi '84 e sono tutt'altro che bambini.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^